Osservazione dell’eclisse solare parziale del 20 marzo 2015 in luce UV

21 Marzo 2015 / Commenti disabilitati su Osservazione dell’eclisse solare parziale del 20 marzo 2015 in luce UV

Astro News News Uai News

E’ definito eclissi solare l’ oscuramento di tutto o di una parte del disco solare visto dalla Terra da parte della Luna, e si verifica durante il novilunio. Si tratta di un evento piuttosto raro: Sole, Luna e Terra devono essere perfettamente allineati in quest’ordine; ciò è possibile solo quando la Luna, la cui orbita è inclinata di cinque gradi rispetto all’eclittica, interseca quest’ultima in un punto detto nodo. 

Mete eclisse

L’Eclisse parziale di sole del 20 marzo 2015 ha costituito, se non un evento eccezionale come quello totale del 1961, che chi scrive ricorda con entusiasmo ,una possibilità di interessante osservazione di un fenomeno celeste sempre affascinante. Nella città di Roma l’eclisse è iniziata alle ore 9,23 , con il massimo alle 10,31 e termine alle 11,42 tempo locale , con una copertura del disco solare del 53% circa.

Per la Sezione Spettroscopia UAI era un’occasione favorevole per effettuare una registrazione particolare dell’evento; un’osservazione dell’ombra lunare sul disco solare in luce UV vicino, e precisamente alla lunghezza d’onda di 3933,68 A, quella del calcio ionizzato Ca2K e, anzi, nella ristretta banda centrata su tale lunghezza d’onda ,di 0,15 A di ampiezza, chiamata Ca2K3.In essa sono visibili molti particolari della cromosfera solare e le zone attive appaiono di un bianco intenso per effetto della nota sensibilità della riga ai campi magnetici ed il suo passaggio da assorbimento ad emissione.

Lo strumento usato, scelto tra i vari spettroscopi ad alta risoluzione da me autocostruiti per le sue notevolissime prestazioni in quella zona dello spettro, è stato VHIRSS (Very High Resolution Solar Spectroscope) , di seguito mostrato sulla montatura Losmandy G11 pochi minuti prima dell’eclissi.La video camera usata è stata una Imaging Source DMK 41,con pixel da 4,65 micron che fornisce una dispersione spettrale di 0,029 A per pixel.

 

Mete apparecchi

La scansione del disco solare in luce Ca2K3 è stata effettuata una prima volta prima dell’inizio dell’eclisse, alle ore 9,12 e successivamente,nel corso di questo, dalle 9,22 alle 10,10 (prima del massimo, non osservabile dalla mia postazione), per 10 scansioni complessive ad intervalli di 5 minuti circa .La procedura di scansione e di ottenimento delle immagini è descritta al link del mio sito web:
http://www.lightfrominfinity.org/Spettroelioscopia/Spettroelioscopia%20amatoriale.htm

La prima immagine del sole prima dell’Eclisse (le righe orizzontali sono dovute a piccole imperfezioni della fenditura dello spettroscopio):

 

Mete sole

 

Dai filmati ottenuti durante le scansioni sono state ricavate undici immagini in sequenza (0-10) poi assemblate in un unico breve video AVI.
Il filmato è visibile al link:

https://drive.google.com/file/d/0B0hkJo15W3PNb2J2eE9Zc3pPeGc/view?usp=sharing

Fulvio Mete
Responsabile della Sezione di Ricerca di Spettroscopia UAI