6 settembre 2014 – La Notte della Luna, ma non solo…

4 Ottobre 2014 / Commenti disabilitati su 6 settembre 2014 – La Notte della Luna, ma non solo…

Astro News News Uai News

Nella serata del 6 Settembre u.s. si è svolto come ormai da programma ben consolidato l’annuale ed importante appuntamento dell’International Observe the Moon Night (InOMN), il Moonwatch Party mondiale dedicato esclusivamente all’osservazione del nostro satellite naturale, La Luna.
In tutto il mondo quindi gli appassionati e studiosi lunari hanno osservato contemporaneamente il nostro satellite naturale impiegando le più diverse strumentazioni e producendo immagini con le tecniche più svariate ed avanzate che oggi l’astronomo non professionista può avere a disposizione.
In Italia la manifestazione è stata patrocinata dall’Unione Astrofili Italiani in collaborazione con l’INAF, l’Istituto Nazione di Astrofisica.
Durante la sera della manifestazione la Luna era in condizioni ottimali per l’osservazione, infatti la fase era crescente e molto vicina ormai al momento del plenilunio con una percentuale di illuminazione del disco lunare del 92,5%, e l’orario di passaggio al meridiano nelle località italiane è stato intorno alle ore 23:05 Ora Estiva (O.E.), quindi in tempi comodissimi sia per l’osservazione che per la ripresa.
Naturalmente anche la Sezione Luna UAI ha partecipato alla manifestazione tramite i propri membri che operano una proficua attività all’interno della Sezione stessa, ma non solo per questa serata ma anche in occasione di un’altro importante appuntamento che si è verificato dopo 2 giorni, e cioè la sera dell’8 Settembre dove la Luna era ormai in fase Piena ed era ad una minima distanza dalla Terra (Perigeo) di circa 358.400 km.

 

notte Luna

La differenza di dimensioni tra la Luna fotografata al Perigeo del 14 Agosto e in quello dell’8 Settembre 2014 (foto di Franco Taccogna, Gravina in Puglia (BA)

Dalle due immagini riprese durante i due Perigei risulta evidente che anche quando la Luna si trova alla minima distanza dalla Terra, questa distanza non è sempre uguale ma può assumere delle significative variazioni, e la stesso fenomeno avviene anche quando la Luna è alla massima distanza dal nostro pianeta (Apogeo), e questo si verifica perchè l’orbita lunare attorno alla Terra non è perfettamente circolare ma è invece ellittica.
Ma la Luna ha un’altra particolarità, e cioè che durante la fase crescente ed anche in quella calante può essere osservata in pieno giorno in presenza del Sole e quindi anche ben fotografata.

notte Luna1

Una zona del lembo Ovest lunare fotografata da Bruno Cantarella (Melazzo, AL) in data 21/6/2014 alle ore 11:25 Ora Estiva (O.E.)

In definitiva, il nostro satellite naturale può offrire ancora moltissimo all’osservazione ed allo studio, aperto in particolar modo per un primo percorso dedicato ai neofiti che con strumenti non troppo impegnativi si possono dedicare alle prime osservazioni lunari, mentre per i non professionisti dotati di conoscenze e di strumentazioni di livello più avanzato si aprono le possibilità per un percorso dedicato alla divulgazione di ottimo livello ed alla ricerca scientifica, ed è in questo preciso e molteplice contesto che si inquadra l’attività della SdR Luna UAI.

Antonio Mercatali
Responsabile SdR Luna