Pubblicazione del MSFC della NASA del 5° Candidato Impatto lunare registrato dalla SNdR Luna UAI

10 Marzo 2021 / Commenti disabilitati su Pubblicazione del MSFC della NASA del 5° Candidato Impatto lunare registrato dalla SNdR Luna UAI

UAI-Ricerca

I lettori ricorderanno del superflash da impatto lunare osservato e registrato in data 27 settembre 2017 alle ore 18:56:12 TU dai membri della Sezione Nazionale di Ricerca Luna UAI Bruno Cantarella e Luigi Zanatta, dal sito osservativo di Melazzo (AL), alle coordinate geografiche di 44° 39′ 25″ Nord e 8° 25′ 52″ Est.

L’osservazione e la registrazione del flash da Impatto fu effettuata in contemporanea da due differenti telescopi, il principale costituito da un Newton 200/1000 con riduttore di focale ad f/2.9 con videocamera per Astronomia ZWO mod. ASI 120MM impostata ad una risoluzione dell’immagine di 640×480 in binning 2×2 ad un frame rate di 25 fps, e il secondario un telescopio Newton 100/400 ad f/4 con una seconda identica videocamera per Astronomia ZWO mod. ASI 120MM ad una risoluzione dell’immagine di 512×384 in binning 2×2 ad un frame rate di 30 fps. Al momento dell’osservazione entrambi gli strumenti erano installati in parallelo su una montatura equatoriale EQ6 della Skywatcher.

In figura 1 è mostrato nuovamente il flash da impatto ripreso al picco di luminosità, e ben visibile nella parte sinistra dell’immagine, fu ripresa anche una stella avente una buona luminosità, e questo permise di effettuare anche delle analisi fotometriche sul flash, per ottenerne sia la luminosità rispetto alla earthshine, e più precisamente di una zona della parte al buio lunare presa come riferimento molto vicino a quella del flash, ed anche per una stima del calcolo della magnitudine standard del flash stesso. Lo stesso flash è mostrato anche in figura 2.

Figura 1. Il flash al picco di luminosità ripreso con il telescopio Newton 200/1000 ad f/2,9

 

Figura 2. Il flash al picco di luminosità ripreso con il telescopio Newton 100/400 ad f/4

Successivamente fu ricavata anche la posizione selenografica del flash da Impatto impiegando la mappa virtuale del Lunar Reconnaissance Orbiter Camera, e le coordinate selenografiche ottenute furono alla latitudine 8.0° Nord e longitudine 76.5° Ovest, +/-1°

In Figura 3 è mostrato il disco lunare ottenuto con il Virtual Moon Atlas, e la zona del flash è indicata da un cerchio rosso. La fase lunare è quella reale al momento del flash, che indica che il nostro satellite naturale era quasi nella fase di Primo Quarto.

Figura 3 – Il cerchio rosso indica la posizione selenografica del flash, situata nella zona appena a Nord-Ovest dell’Oceanus Procellarum

Se i lettori volessero comunque rileggere in modo completo l’articolo preliminare pubblicato sulla home page del sito web  UAI in data 25 giugno 2020, lo stesso è raggiungibile al link:

https://www.uai.it/sito/news/uai-ricerca/5-candidato-impatto-lunare-registrato-dalla-sndr-luna-uai/.

Come per i precedenti Candidati Impatti già registrati dagli stessi membri della SNdR Luna Cantarella e Zanatta, dall’autore di questo articolo furono inviati tutti i dati osservativi di questo flash da impatto al Marshall Space Flight Center della NASA, il centro dell’ente spaziale statunitense che si occupa a livello professionale del monitoraggio dei meteoroidi che cadono a forte velocità sulla superfice lunare, e quindi della raccolta delle registrazioni dei flash da impatto provenienti dagli osservatori lunari sparsi in tutto il mondo

Dopo le opportune verifiche effettuate, il Team dei ricercatori statunitensi ha valutato in modo molto positivo il risultato ottenuto su questo flash del 27 settembre 2017, aggiungendo inoltre che questo è stato un “…A very promising detection!…“ , e quindi il fenomeno luminoso da impatto è stato catalogato come Impact Candidates n° 34.

La pubblicazione della NASA è raggiungibile al link:

https://www.nasa.gov/centers/marshall/news/lunar/independent_impact_candidates.html.

Un altro importante risultato raggiunto quindi dalla SNdR Luna, e che si va ad aggiungere ai precedenti, nel campo di Ricerca sugli Impatti Lunari.

Antonio Mercatali

Responsabile SNdR Luna UAI

Coordinatore Programma di Ricerca Impatti Lunari