Save the Pale Blue Dot, l’impegno degli astrofili per la tutela ambientale

20 Ottobre 2021 / Commenti disabilitati su Save the Pale Blue Dot, l’impegno degli astrofili per la tutela ambientale

UAI-Divulgazione

L’Unione Astrofili Italiani (UAI) lancia l’iniziativa di divulgazione astronomica e di educazione ambientale “Save the Pale Blue Dot. Nella giornata di domenica 24 ottobre, scelta come data ufficiale della manifestazione, gli astrofili delle delegazioni territoriali dell’UAI offiranno al pubblico, presso le proprie sedi e in altre location, osservazioni astronomiche e attività volte a sensibilizzare adulti e bambini sul tema della salvaguardia ambientale. Nel team promotore dell’iniziativa, le Associazioni astrofile della Campania: Associazione Astrofili Aurunca (AAA), AstroCampania (AC), Centro Astronomico “Neil Armstrong” – Salerno (CANA), Gruppo Astrofili Beneventani (GAB), Gruppo Astrofili Marigliano (GAM), Unione Astrofili Napoletani (UAN), Unione Maddalonese Amici del Cielo (UMAC).

Noi amanti delle stelle siamo in primis abitanti del pianeta Terra, pianeta che abbiamo il dovere di rispettare e tutelare – spiega Biagio De Simone, referente del Centro Astronomico Neil Armstrong di Salerno – Per questo abbiamo deciso di organizzare l’iniziativa Save the Pale Blue Dot volta alla valorizzazione del patrimonio astronomico e naturale italiano e indirizzata a tutti gli astrofili, che sono chiamati a spendere una giornata all’insegna dell’astronomia e della salvaguardia ambientale. Con Save the Pale Blue Dot, che trae il nome dalla celebre foto della sonda Voyager 1, lanciamo un messaggio molto importante: con la testa fra le stelle… ma con i piedi per terra“. Tra le attività suggerite dal Comitato promotore dell’iniziativa, le osservazioni al telescopio – per esempio della Luna, di Giove e Saturno che daranno spettacolo – attività di raccolta di rifiuti abbandonati (cleanup), azioni per riqualificare spazi verdi, conferenze sull’inquinamento luminoso e pubblicazione di post a tema ambientale sui propri canali social.

L’Associazione Astronomica del Rubicone (AAR), delegazione dell’UAI della provincia di Forlì – Cesena, aderisce all’iniziativa organizzando nell’ambito della fiera di S. Crispino a San Mauro Pascoli una mostra dedicata all’astronomia e alle tecnologie solari per la cottura di cibi a zero emissioni. “Dal 2016 proponiamo, con l’aiuto dell’Ing. Matteo Muccioli, laboratori di costruzione di forni solari e cotture pubbliche dimostrative – spiega il presidente dell’AAR Matteo Montemaggi – Si sente spesso parlare di cambiamenti climatici, riscaldamento globale, sconvolgimenti ambientali… Quello che manca e di cui c’è bisogno è una risposta concreta dell’uomo a tali cambiamenti, che comporta sì una riorganizzazione “dall’alto” ma che ci riguarda tutti in prima persona, nessuno escluso. Alla luce di queste considerazioni, un’associazione come la nostra non può esimersi dall’affrontare queste tematiche in maniera critica e partecipata per sensibilizzare tutta la cittadinanza, a partire dai giovani studenti delle scuole, generazioni che hanno ereditato un pianeta sofferente e malato dai propri antenati”.

L’Istituto Spezzino Ricerche Astronomiche (IRAS), delegazioni UAI della provincia di La Spezia, propone invece presso il parco dell’Osservatorio astronomico “Viseggi” a partire dalle ore 15:00 un evento a tema astronomico e ambientale, in collaborazione con LIPU, CAI La Spezia, LEGAMBIENTE La Spezia e Pro Loco Pitelli. In programma l’osservazione delle immagini del Sole riprese in diretta dal telescopio, interventi e testimonianze di tutte le associazioni ambientaliste aderenti all’iniziativa. Il Centro Astronomico Neil Armstrong, delegazione UAI della provincia di Salerno, opta per un’attività di raccolta rifiuti nei pressi della Parrocchia S.Eustachio (Salerno), dalle 18:00 fino all’imbrunire, e poi offre a tutti i partecipanti osservazioni del cielo notturno ai telescopi. L’evento è svolto in collaborazione con Voglio un Mondo Pulito, ASS1972, CoScienze e Legambiente Salerno “Orizzonti”.

Per maggiori informazionihttps://www.facebook.com/campaniaeventiastronomici