L’Unione Astrofili Italiani partecipa alla Notte Europea dei Ricercatori

11 Settembre 2019 / Commenti disabilitati su L’Unione Astrofili Italiani partecipa alla Notte Europea dei Ricercatori

UAI-Divulgazione

L’Unione Astrofili Italiani (UAI), da sempre in prima linea nella promozione e diffusione della cultura scientifica, partecipa anche quest’anno alla Notte Europea dei Ricercatori coordinata da Frascati Scienza, organizzando lungo tutta la penisola tantissimi eventi all’insegna della scoperta del cielo e dell’emozione, in cui la scienza fatta dagli astrofili farà da protagonista. In totale sono dieci le Delegazioni territoriali dell’UAI coinvolte nella più importante manifestazione europea di comunicazione scientifica, in programma venerdì 27 settembre. La Notte Europea dei Ricercatori sarà, come di consueto, l’evento di punta della Settimana della Scienza, dal 21 al 28 settembre.

Scopo della manifestazione, promossa dalla Commissione Europea, è avvicinare i cittadini al mondo della scienza e della ricerca e, in particolare, incentivarli a partecipare alla ricerca scientifica, come risulta chiaro dal tema lanciato da Frascati Scienza e valido per il biennio 2018-2019: “BE a citizEn Scientist”, abbreviato in BEES. Si prende spunto dalle laboriose api e dalla loro società, dove il contributo fornito da ogni singolo componente risulta importante per il benessere dell’intera collettività. Tutti i cittadini sono invitati quindi a farsi fautori di scoperte scientifiche, al fianco dei ricercatori, e a vivere la scienza da protagonisti oltre ad esserne fruitori, proprio come fanno gli astrofili: citizen scientist esemplari.

Ricco il calendario di eventi della Notte Europea dei Ricercatori a cura delle Delegazioni dell’UAI. All’Osservatorio Astronomico Provinciale di Montarrenti, Sovicille (SI), venerdì 27 settembre si andrà alla ricerca della vita nell’Universo. Il pubblico potrà conoscere i risultati delle ultime ricerche nel campo dell’astrobiologia, nonché le attività di studio degli oggetti celesti condotte dagli esperti dell’Unione Astrofili Senesi e poi osservare al telescopio Giove, Saturno, stelle e ammassi stellari. Osservazioni ai telescopi anche all’Osservatorio Astronomico di Punta Falcone, a Piombino (LI), dove verrà proposto al pubblico, dall’Associazione Astrofili di Piombino, un emozionante tour di 100.000 anni luce: dai pianeti giganti del Sistema solare ai confini della Via Lattea. Previsti invece venerdì 27 settembre, in orario sia diurno che serale, spettacoli multimediali di astronomia nel Planetario Comunale “A. Masani” a Marina di Carrara, in provincia di Massa – Carrara, a cura del Gruppo Astrofili Massesi, con focus sulle attività di ricerca del gruppo.

Appuntamento con la scienza anche all’Osservatorio Astronomico di Monteromano (RA), dove il Gruppo Astrofili Antares proporrà, nella serata di sabato 28 settembre, un viaggio alla scoperta del Sistema Solare e osservazioni ai telescopi di tutti gli oggetti celesti visibili.

Le attività di ricerca amatoriale astronomica condotte dagli astrofili saranno invece le protagoniste degli eventi organizzati dall’Associazione Tuscolana di Astronomia (ATA) presso il Parco astronomico “Livio Gratton” di Rocca di Papa (RM) e in Piazza Marconi a Frascati (RM) nelle serate del 27 e 28 settembre. L’ATA sarà presente anche all’ESA di Frascati dove offrirà al pubblico osservazioni ai telescopi e spettacoli nel planetario. La ricerca condotta dagli astrofili sarà al centro anche dell’evento organizzato sabato 28 settembre presso l’Osservatorio Astronomico di Campo Catino a Guarcino (FR) dall’Associazione Astronomica Frusinate. Sotto la guida degli esperti dell’Associazione, il pubblico potrà visitare l’Osservatorio, osservare il cielo all’oculare del telescopio Ritchey-Cretien da 80 cm di diametro e conoscere tutte le attività di ricerca svolte dagli astrofili e, in particolare, gli studi realizzati sui pianeti extrasolari. Aperto al pubblico nella serata di sabato 28 settembre anche l’Osservatorio Astronomico e Planetario di Gorga, dove gli esperti del Gruppo Astrofili Monti Lepini parleranno di bufale scientifiche, in particolate di quelle relative al “complotto lunare”, allestiranno telescopi per l’osservazione astronomica e per spiegare al pubblico come si realizza una sessione di astrofotografia e proporranno esperimenti e giochi scientifici per viaggiare dal Microcosmo al Macrocosmo.

Ma le attività dell’UAI per la Notte dei Ricercatori non finiscono qui. A Nuoro, presso la sede dell’Associazione Astronomica Nuorese in via Malta, dal 25 al 28 settembre, in occasione del 50º anniversario dello sbarco dell’uomo sulla Luna verranno offerte al pubblico una conferenza e una mostra sull’allunaggio, giochi scientifici interattivi, osservazioni ai telescopi e proiezioni al planetario sulle missioni lunari. Presso il Planetario e Osservatorio Astronomico di Anzi (PZ) sono invece in programma nelle serate del 27 e 28 settembre seminari sulle missioni spaziali e sulle nuove frontiere della ricerca astronomica, abbinati all’osservazione ai telescopi, a cura degli esperti dell’Associazione Teerum Valgemon Aesai. Per finire, presso Villa Penna a Scicli (RG) nella serata di venerdì 27 settembre gli esperti del Centro Ibleo Studi Astronomici Pleiades conduranno il pubblico di adulti e bambini in un appassionante viaggio alla scoperta della nostra Galassia, la Via Lattea.