L’Associazione Romana Astrofili e il Gruppo Astrofili di Montelupo vincono il premio Shoemaker NEO grant 2021

22 Febbraio 2022 / Commenti disabilitati su L’Associazione Romana Astrofili e il Gruppo Astrofili di Montelupo vincono il premio Shoemaker NEO grant 2021

Galassia Astrofili

Due degli otto vincitori del prestigioso premio internazionale “Shoemaker NEO grant 2021” sono italiani. L’Associazione Romana Astrofili (ARA), delegazione dell’Unione Astrofili Italiani della provincia di Rieti, e il Gruppo Astrofili di Montelupo (FI) si aggiudicano il premio assegnato dalla Planetary Society agli astrofili impegnati in attività di ricerca sui NEO (Near Earth Object).

Con il Premio la Planetary Society intende finanziare la ricerca astronomica amatoriale sui NEO riconoscendone il grande valore culturale e scientifico. I telescopi professionali fanno la maggior parte delle scoperte, ma grazie agli sforzi della comunità astrofila – impegnata costantemente nel monitoraggio dei NEO e nella loro caratterizzazione – è possibile raccogliere una grande quantità di dati utili alla comunità scientifica, anche a scopo di previsione degli impatti asteroidali.

Quest’anno la Planetary Society ha destinato ai vincitori oltre 74.000 dollari per l’acquisto di strumenti astronomici, una cifra molto più alta rispetto agli anni passati. Gli otto vincitori provengono da sette paesi, tra cui l’Italia, rappresentata da Massimo Calabresi, Roberto Haver e Raniero Albanesi dell’Associazione Romana Astrofili, a cui va un premio di 7.329 dollari, e da Fabrizio Bernardi e Maura Tombelli del Gruppo Astrofili Montelupo, destinatari di un premio di 13.000 dollari.

Un importante traguardo per l’Associazione Romana Astrofili, in prima linea nella ricerca sui NEO. “L’ARA svolge la sua attività presso l’Osservatorio Virginio Cesarini di Frasso Sabino (RI) – spiega il Presidente Massimo Calabresi – e ha sempre attivamente operato nell’osservazione astrometrica di asteroidi e comete e, in particolare, nel monitoraggio dei NEO. Dall’anno dell’apertura dell’Osservatorio di Frasso Sabino (1995) sono state più di 6700 le posizioni astrometriche di 1700 oggetti inviate al Minor Planet Center, ente americano che raccoglie e gestisce tutte le osservazioni di asteroidi e comete per definire e migliorare nel tempo la conoscenza delle loro orbite”.

⇒Per maggiori informazioni: https://www.planetary.org/articles/announcing-the-2021-shoemaker-neo-grant-winners

 

Associazione Romana Astrofili, delegazione UAI. Da sinistra, sulla prima fila: Roberto Gorelli, Massimo Calabresi, Roberto Haver e Fabio Anzellini. Dietro: Raniero Albanesi. Crediti foto: Fabio Anzellini