Il Planetario di Ravenna vince il Premio PLANit “Lara Albanese” per la didattica dell’Astronomia

26 Aprile 2021 / Commenti disabilitati su Il Planetario di Ravenna vince il Premio PLANit “Lara Albanese” per la didattica dell’Astronomia

Galassia Astrofili

Con il progetto “Il cielo sopra di noi” l’Associazione Ravennate Astrofili Rheyta (A.R.A.R.), che gestisce il Planetario di Ravenna per conto dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Ravenna, vince il Premio “Lara Albanese” per la didattica e divulgazione dell’astronomia. Istituito da PLANit (Associazione dei planetari italiani) per la prima volta nel 2021, il Premio vuole valorizzare il grande lavoro svolto dai planetari italiani durante la pandemia per diffondere l’astronomia ed è intitolato a Lara Albanese, tra i soci fondatori di PLANit, scomparsa lo scorso 24 novembre.

Come si legge nel testo del bando, “il premio ha l’obiettivo di riconoscere l’attività di didattica o divulgazione astronomica che più si è distinta tra quelle proposte dai planetari italiani per originalità e creatività, permettendo di raggiungere scuole e pubblico generico nonostante il periodo di chiusura forzata imposto dalla pandemia del Covid-19”. I planetari, come pure gli osservatori e altri luoghi della cultura scientifica, sono stati fortemente penalizzati dalle chiusure dettate dalla pandemia. Con questo Premio, PLANit vuole ricompensare gli sforzi divulgativi dei Planetari e aiutare economicamente queste realtà culturali in difficoltà.

La proposta didattica “il cielo sopra di noi” del Planetario di Ravenna, vincitrice del Premio “Lara Albanese” 2021, risponde ai criteri di originalità e creatività citati nel bando e ha convinto pienamente la giuria perché prevede un coinvolgimento attivo degli studenti. “Il progetto Il cielo sopra di noi è particolarmente articolato e strutturato, anche dal punto di vista della durata temporale – spiega il Presidente di PLANit Gianluca Ranzini – In particolare, sono stati valutati molto positivamente gli aspetti legati all’interattività e alla creatività. Il coinvolgimento attivo delle scolaresche, anche con osservazioni astronomiche pur nell’era della pandemia, è stato poi considerato cruciale nell’attribuzione del premio. Inoltre, pur essendo questa una considerazione che non rientra nei criteri espressi dal bando, la proposta è stata considerata particolarmente in linea con lo spirito e le attività portate avanti da Lara Albanese nel corso della sua carriera, e alla cui memoria il premio è dedicato.”

Il Presidente dell’A.R.A.R e responsabile del Planetario di Ravenna Marco Garoni esprime grande soddisfazione per il risultato raggiunto. Questo riconoscimento ci riempie di orgoglio e premia l’impegno e la capacità che abbiamo saputo mettere in campo per continuare con la divulgazione e la didattica dell’Astronomia anche durante questo periodo di chiusura forzata della nostra cupola – afferma Garoni – Un impegno collettivo senza il quale sarebbe stato impossibile raggiungere questo obiettivo prestigioso in ambito nazionale. Impegno che continua con la nostra didattica online, le conferenze, le osservazioni, ma soprattutto le collaborazioni e le sinergie con tante realtà culturali locali e nazionali. Un ringraziamento particolare – prosegue –  va al Consiglio Direttivo, a tutti soci e ai collaboratori, che si sono adoperati con passione, competenza e abnegazione per mantenere viva l’attività del Planetario e dell’A.R.A.R. Un ringraziamento va anche alle istituzioni scolastiche e pubbliche, nonché a PLANit per aver creduto nel nostro progetto didattico”.

⇒Il cielo sopra di noi: Il cielo sopra di noi – Planetario di Ravenna – Premio Planit Lara Albanese 2021 (1)