Aperte le iscrizioni alle sessioni di lavoro del Congresso UAI 2021

22 Febbraio 2021 / Comments (0)

Bacheca Sociale

Cari soci, cari astrofili italiani tutti,

ormai il 2021 è avviato da tempo e si avvicina il momento del Congresso. Eccovi quindi un aggiornamento e un invito a registrarvi per le “sessioni precongressuali”. 

Purtroppo, considerata la perdurante contingenza pandemica, abbiamo dovuto optare anche quest’anno per un congresso online. Una organizzazione in presenza, oltre ad essere ad alto rischio di cancellazione, avrebbe potenzialmente escluso dalla partecipazione i soci che avrebbero vissuto comunque con disagio e preoccupazione una trasferta e un incontro con molte persone, per quanto organizzato con le dovute precauzioni.

La data fissata per il Congresso è sabato 15 maggio. I dettagli dell’organizzazione, prevista simile all’esperienza del 2020, saranno comunicati nelle prossime settimane sulla pagina del Congresso del sito UAI (www.uai.it/sito/il-congresso- uai/).

Sulla base dei suggerimenti dei soci abbiamo introdotto una miglioria rispetto all’anno scorso: abbiamo pianificato le sessioni di lavoro delle commissioni in serie anziché in parallelo, in modo da consentire, a chi volesse, la partecipazione a più di una sessione di lavoro. Per evitare di appesantire troppo i lavori congressuali in modalità remota, queste sessioni di lavoro si svolgeranno come “sessioni precongressuali” nei sabati precedenti il congresso. Il primo appuntamento è fissato per sabato 20 marzo. Per il calendario completo degli incontri precongressuali e per le modalità di registrazione e partecipazione si rimanda alla pagina (https://www.uai.it/sito/congresso-uai-2021/).

Ricordiamo che le sessioni di lavoro precongressuali sono concepite e organizzate come momenti progettuali per la comunità di astrofili interessati alle tematiche delle specifiche commissioni, a cui tutti sono invitati a partecipare in maniera attiva, contribuendo con commenti e idee. Obiettivo delle sessioni è condividere quanto la Commissione ha fatto nell’anno precedente, ragionare su problemi e opportunità, condividere buone pratiche, identificare le aree di interesse e le attività da portare avanti nell’anno seguente.

Anche se ci mancherà ancora una volta il contatto fisico, siamo certi che con l’esperienza ormai accumulata in questo difficile periodo riusciremo a partecipare numerosi e in maniera fruttuosa e soddisfacente.

Cieli bui e sereni!
Luca Orrù, Presidente UAI