Il congresso UAI

Il Congresso annuale dell’Unione Astrofili Italiani (UAI) è ormai dal 1968 il più atteso e privilegiato momento di incontro, condivisione e socializzazione della comunità degli astrofili, delle associazioni, degli osservatori, dei planetari e delle altre strutture divulgative che si riconoscono nella UAI. Un fine settimana per fare il punto della situazione, promuovere attività e condividere esperienze, offrire nuovi stimoli e anche vivere momenti di grande divulgazione scientifica.

A partire dal 2019, il congresso si è evoluto per sempre più il momento dell’anno in cui la comunità astrofila si incontra per fare il punto della situazione su quanto fatto nell’anno precedente, sulle buone pratiche, sulle sfide e opportunità da affrontare, e quindi per definire le principali attività su cui concentrarsi per l’anno successivo; in sintesi, un incontro in cui portare, con concretezza, le proprie esperienze, le proprie idee e la propria progettualità per definire assieme il futuro dell’astrofilia in Italia, ma anche un momento in cui incontrarsi per conoscersi o rivedersi.

Le presentazioni di lavori specifici e gli approfondimenti tecnici sono riservati ai vari meeting tematici che si svolgono durante l’anno, riportati nel “Calendario Astrofilo, a cui ogni astrofilo è invitato a partecipare e contribuire secondo i propri interessi specifici.

In occasione del congresso vengono organizzate attività rivolte sia ai partecipanti che al territorio per diffondere la cultura astrofila e della scienza in generale.

In occasione del congresso, come da tradizione, saranno assegnati i premi e onorificenze UAI

Il programma e le informazioni pratiche del 53° Congresso (2020), sono riportate nella pagina dedicata 


Premi e onoreficenze UAI

PREMIO “GIAN BATTISTA LACCHINI”

Il Premio «Gian Battista Lacchini» è il più importante riconoscimento che l’Unione Astrofili Italiani conferisce ad astronomi e astrofili di fama mondiale che si sono distinti nella divulgazione dell’astronomia. 
L’orientamento che l’UAI ha sempre seguito nell’individuare le personalità meritevoli per questo riconoscimento è la capacità di essere all’avanguardia nella ricerca astronomica e astrofisica e al tempo stesso di dedicare una parte rilevante delle proprie energie alla divulgazione dell’Astronomia a larghi strati della popolazione, attraverso la pubblicazione di libri, la partecipazione a conferenze e a trasmissioni televisive.

PREMIO “GUIDO RUGGERI”

Il Premio «Guido Ruggieri» è stato istituito dall’UAI nel 2003 e viene conferito all’astrofilo più meritevole per specifiche attività di ricerca effettuate o per l’insieme delle attività sviluppate lungo la propria attività.

PREMIO “MARCO FALORNI” (non più assegnato)

ll Premio Marco Falorni, destinato a persone particolarmente attive nel campo dell’osservazione planetaria, è stato conferito su indicazione del responsabile della Sezione Pianeti. Il premio consiste in una targa ricordo e in un anno di iscrizione all’Unione Astrofili Italiani.


Congressi degli anni precedenti

  • 52°: 17-19 maggio 2019 a Bologna – programma
  • 51°: 4-6 maggio 2018 a Barberino Val d’Elsa (FI) – locandina
  • 50°: 5-7 maggio 2017 a Frosinone – locandina, programma
  • 49°: 6-8 maggio 2016 a Prato – locandina, programma 
  • 48°: 7-10 maggio 2015 a Maddaloni (CE) – programma
  • 47°: 9-11 maggio 2014 a Castiglione dei Pepoli (BO)