A Ravenna il XXXVIII convegno dei planetari italiani

7 Aprile 2023 / Commenti disabilitati su A Ravenna il XXXVIII convegno dei planetari italiani

Eventi Nazionali correnti UAI-Divulgazione

I planetari italiani si ritrovano anche quest’anno per il loro tradizionale meeting, che si terrà da venerdì 14 a domenica 16 aprile al Planetario di Ravenna. Il convegno è l’occasione più importante di incontro e di confronto non solo per gli operatori degli oltre 120 planetari italiani, ma anche per chi si occupa di didattica e divulgazione scientifica, per gli astrofili, gli insegnanti o per i semplici appassionati delle scienze del cielo. È anche l’occasione per vedere le ultime innovazioni tecnologiche in questo campo, presentate dalle più importanti ditte mondiali del settore.

Il meeting è organizzato dall’Associazione dei Planetari Italiani (PLANit. www.planetari.org) e, come accade ormai da diversi anni, sarà preceduto da un workshop che si terrà il pomeriggio del venerdì. L’incontro quest’anno è dedicato a “Divulgazione scientifica e gestione del pubblico” e vedrà due relatori d’eccezione: Luca Perri, astrofisico e divulgatore scientifico, e Graziano Garavini, attore e formatore.

Sabato invece si alterneranno gli interventi dei soci, tra spunti di attualità e divulgazione. Tra questi segnaliamo “Utilizzare l’intelligenza artificiale per produrre contenuti per planetari” di Dario Tiveron, presidente di PLANit, “Trenta giorni per produrre uno spettacolo fulldome” di Michelangelo Rocchetti (Planetario del Balì), “Parlare di astrofisica alla radio (oggi)” di Luca Nobili, del Planetario di Padova. Ma con attenzione anche alla “contaminazione” tra scienza e altre discipline, grazie all’intervento di Nino Ragusi su “Astronomia e arte” e dell’artista Elisabeth Veermer su “Indossare l’universo”.

Gli interventi proseguiranno poi la domenica mattina con un occhio particolare sulle diverse modalità di collaborazione tra planetari e non solo. Giorgio Bianciardi, vicepresidente UAI, parlerà quindi di “Unione Astrofili Italiani, divulgazione astronomica e ricerca”, mentre Laura Bertollo e Matteo Montemaggi presenteranno le scuole estive di didattica dell’astronomia dell’UAI. Simonetta Ercoli, di Perugia, sottolineerà invece i rapporti di cooperazione non solo con l’UAI ma anche con l’IPS, cioè l’International Planetarium Society, il massimo organismo di coordinamento dei planetari di tutto il mondo. I lavori si concluderanno nella tarda mattinata di domenica con l’assemblea dei soci.

Il meeting dei Planetari italiani è aperto a chiunque sia interessato a questi temi, non soltanto ai soci di PLANit. Tutte le informazioni relative al convegno si possono trovare sul web alla pagina www.planetari.org/meeting-dei-planetari-2023, dove è ancora possibile iscriversi sia al meeting sia al workshop.

Gianluca Ranzini