Eventi astronomici

La UAI mette a disposizione un calendario degli eventi astronomici creato con Google Calendar e accessibile a tutti.

Questo calendario è basato sui dai dati pubblicati nell’Almanacco Astronomico dell’Unione Astrofili Italiani.

Il calendario riporta una selezione di eventi, ritenuti più interessanti per l’osservazione: eclissi, occultazioni lunari di pianeti e stelle principali, congiunzioni tra gli stessi inferiori a 5°, opposizioni, massime elongazioni dei pianeti interni, apsidi.

I tempi sono indicativi per il centro Italia; per alcuni fenomeni il tempo esatto dipende dalla posizione geografica dell’osservatore.

Le congiunzioni e le occultazioni sono riportate anche se “non visibili” dall’Italia, cioè se avvengono quando gli astri coinvolti sono sotto l’orizzonte, poiché gli astri rimarranno in ogni caso vicini per alcune ore, e quindi in alcuni casi possono offrire una vista godibile anche in Italia a distanza di alcune ore. Ovviamente alcuni fenomeni, anche se riportati come “visibili” (cioè sopra l’orizzonte) potrebbero non essere osservabili per la luce del Sole, come ad esempio congiunzioni con stelle in orario diurno.

Per una pianificazione delle osservazioni  più a lungo termine si consiglia di usare la vista “Agenda”.

Questo calendario non include fasi lunari, per le quali c’è già un calendario pubblico Google a disposizione. Sono esclusi anche eventi legati a satelliti artificiali, come i passaggi della Stazione Spaziale, per i quali ci sono fonti apposite quali il sito della NASA o Heavens-Above.

Per una guida completa dei fenomeni celesti a scopo osservativo si rimanda all’Almanacco Astronomico UAI, disponibile gratuitamente in versione digitale a tutti i soci UAI, o acquistabile indipendentemente da tutti (www.uai.it/sito/category/pubblicazioni/almanacco/)

Il calendario è disponibile a tutti anche per inclusione in altri siti con le seguenti modalità: