L’Associazione ligure astrofili “Polaris” festeggia 25 anni di attività

26 Febbraio 2021 / Commenti disabilitati su L’Associazione ligure astrofili “Polaris” festeggia 25 anni di attività

Delegazioni UAI

L’Associazione ligure astrofili “Polaris”, Delegazione territoriale dell’Unione Astrofili Italiani (UAI), festeggia nel 2019 il suo 25° anno di attività nel campo della promozione e diffusione della cultura scientifica. Un traguardo importante, che si aggiunge ai successi di pubblico conseguiti finora e che riempie di orgoglio la realtà associativa spronandola a proseguire con passione e convinzione sulla strada intrapresa.

L’Associazione ligure Polaris è nata nel 1994 a opera di un gruppo di giovani appassionati di astronomia, si è sviluppata negli anni e ora conta più di 200 iscritti. “Polaris è un’Associazione di promozione sociale e ha come obiettivi la divulgazione dell’astronomia e delle scienze correlate, lo studio e l’osservazione del cielo stellato. Tutte le nostre attività, destinate sia ai soci che al pubblico comune, sono ad accesso gratuito”, afferma la Presidente dell’Associazione Alessandra Raffaele. La sede dell’Associazione si trova nel cuore della città di Genova e rappresenta il fulcro delle attività divulgative. “Presso la nostra sede organizziamo in tutti i venerdì sera dell’anno delle conferenze a cura di esperti, dedicate all’approfondimento di tematiche astronomiche sempre diverse”, prosegue Raffaele. “Presso la nostra sede svolgiamo anche i corsi di astronomia per adulti e ragazzi e un corso di astrofotografia, molto gradito al pubblico”.

Alcuni membri dell’Associazione durante uno Star Party, da sinistra: Attilio Belmonte, Segretario – Alessandra Raffaele, Presidente – Luigi Pizzimenti, Vice Presidente

L’Associazione svolge un’intensa attività divulgativa su tutto il territorio della provincia di Genova, in collaborazione con numerosi enti pubblici e privati. “Offriamo al pubblico anche serate dedicate all’osservazione del cielo in città, tipicamente sul lungomare di Corso Italia, oppure presso location dove l’inquinamento luminoso è molto ridotto, per esempio sul piazzale del monte Fasce, e in località Cornua – aggiunge – Tali eventi, con periodicità mensile, riscuotono sempre un grande tra il pubblico. In media, nel periodo estivo, ogni evento vede la partecipazione di 100 persone”. Molto partecipate anche le conferenze organizzate presso il Museo di storia naturale “G. Doria”, dal titolo “Astronomia al museo”. Il boom di visitatori è stato registrato in occasione della serata del 27 luglio 2018 dedicata all’osservazione dell’eclissi totale di Luna, “circa 2000 persone hanno preso parte al nostro evento svolto sul monte Fasce”. La grande affluenza del pubblico conferma l’interesse di adulti e bambini per le tematiche scientifiche. “L’Astronomia da strada, cioè l’attività divulgativa con i telescopi svolta sul territorio genovese con lo scopo di avvicinare il pubblico alla scienza è l’attività che più ci caratterizza”, sottolinea la Presidente dell’Associazione.

una serata osservativa sul lungomare di Corso Italia, a Genova: osservare la Luna e i pianeti in città

Polaris è molto attiva anche nel campo della didattica dell’astronomia. L’Associazione offre alle scuole di ogni ordine e grado diverse tipologie di attività: lezioni molto interattive su svariati argomenti scientifici, tra i quali: il Sistema Solare, la vita delle stelle, l’evoluzione dell’Universo, la misura del tempo, le stelle e le costellazioni; laboratori, basati, per esempio, sulla costruzione di semplici strumenti astronomici, e osservazioni del Sole e della Luna al telescopio. Molto stretta la collaborazione con il liceo scientifico “Gian Domenico Cassini” di Genova, dotato di un Osservatorio sul tetto. “Offriamo agli studenti del liceo scientifico corsi extracurricolari di astrofisica da novembre a giugno, curiamo per la scuola un progetto di alternanza scuola – lavoro, organizziamo attività di osservazione del Sole in banda H – alpha abbinate a spiegazioni teoriche sulla nostra stella”, precisa Raffaele.

Tante le attività in programma nei prossimi mesi. Tra queste, lo speciale evento del 16 luglio dedicato all’osservazione dell’eclissi parziale di Luna e destinato sia ai soci che al pubblico comune. La serata osservativa si colloca nell’ambito delle celebrazioni del 50° anniversario della conquista della Luna e del “gigantesco balzo per l’umanità” di Neil Armstrong.

Il futuro dell’Associazione si preannuncia altrettanto roseo. “Vogliamo dedicarci nel prossimo futuro alle attività di ricerca in campo astronomico, perché abbiamo gli strumenti e le professionalità per farlo”, spiega Raffaele. “Ma soprattutto vogliamo intensificare le nostre attività divulgative per raggiungere un pubblico ancora più ampio. Per realizzare questo obiettivo stringeremo una collaborazione più stretta con le istituzioni sia pubbliche che private”.

Fonte: rivista “Nuovo Orione”. Si ringrazia la redazione di “Nuovo Orione” per la gentile concessione a pubblicare l’articolo sul sito UAI.