Il transiente è stato scoperto da T. Kojima (Japan) il 13 luglio alle coordinate AR: 18 01 01.86, DEC: -29 51 25.8.

A poche ore dalla scoperta Lorenzo Franco (sezione variabili UAI) ha osservato da Roma lo spettro del transiente con un telescopio da 20cm ed uno spettroscopio Alpy600 per verificare se si trattava di una nova nella sua fase iniziale.

Lo spettro osservato è caratterizzato da un continuo molto arrossato e da una evidente riga di assorbimento del sodio (entrambi causati dall'assorbimento interstellare) ma non mostra le righe di emissione tipiche delle novae.

Il successivo Atel #11853 (http://www.astronomerstelegram.org/?read=11853) indica un possibile evento di micro-lente gravitazionale. Questi fenomeni avvengo per gli effetti della gravità quando una stella si antepone tra noi ed una stella più lontana, amplificandone la luminosità come una lente. Osservazioni fotometriche molto fitte possono mettere in evidenza la presenza di un pianeta extrasolare sulla stella che sta attraversando e che si sta comportando come una lente.

Lorenzo Franco (lor_franco@libero.it)

Figura1

 

Figura2

Pubblicato in UAI NEWS
TOP