Giovedì, 31 Gennaio 2019 17:46

Cielo del mese di febbraio 2019

Cielo del mese



ll Cielo del Mese UAI e'
 uno strumento utile e sempre aggiornato a disposizione di tutti gli appassionati, sia p
er imparare a muovere i primi passi dell’osservazione astronomica ad occhio nudo o con l'aiuto del binocolo e del 

 

 

IN EVIDENZA
OCCULTAZIONE DI SATURNO DA PARTE DELLA LUNA

 

 

PER PRIMA COSA IL CIELO SERENO: il meteo e il seeing

SOLE: La durata del giorno aumenta di 1 ora e 11 minuti dall'inizio del mese.

LUNA : Luna Nuova il 4 febbraio. La Luna Piena del 19 febbraio sarà anche la Superluna più grande del 2019.

Tabella delle fasi lunari e diagramma di librazione 


Passi sulla Luna: Schickard

 

LE MAREE Igrafici che esprimono le variazioni del livello del mare dovute alla marea astronomica. I grafici sono relativi ai principali porti italiani (17 località).

PIANETI

Mercurio: poco dopo il tramonto del Sole
Venere: al mattino presto prima del sorgere del Sole
Marte: rimane visibile ad ovest nelle prime ore della notte
Giove: al mattino presto, prima dell’alba
Saturno: Il 2 febbraio Saturno sarà occultato dalla Luna (v. paragrafo “congiunzioni”).
Urano:  il pianeta è ancora osservabile nelle prime ore della notte
Nettuno: il pianeta è ormai praticamente inosservabile
Plutone: il pianeta è ormai praticamente inosservabile

CONGIUNZIONI

Luna - Saturno : la Luna occulta Saturno il 2 febbraio ore 06:25)
Luna - Mercurio : la sera del 5 febbraio
Luna - Marte : La sera del 10 febbraio 
Venere - Saturno : al mattino presto del 18 febbraio
Luna - Giove : nelle ultime ore della notte tra il 26 e il 27 febbraio

COSTELLAZIONI


OSSERVARE LA STAZIONE SPAZIALE :
gli orari dei passaggi dalle varie località italiane


OSSERVARE LA STAZIONE SPAZIALE CINESE TIANGONG 2  NB:  La Tiangong 2  il cui lancio è avvenuto il 15 settembre del 2017, ha sostituito la Tiangong 1 ormai dismessa.


UNA NUOVA PAGINA MOLTO INTERESSANTE
Quante sono le costellazioni zodiacali
12, 13 o ... molte di più ? Scoprilo cliccando qui. 

OSSERVIAMO LE STELLE DOPPIE AL TELESCOPIODelta Orionis


OSSERVARE GLI IRIDIUM FLARES
:
tutti gli orari per individuarli


METEORE
 
a cura di Enrico Stomeo


COMETE DEL MESE
 
a cura di Adriano Valvasori


ASTEROIDI E PIANETI NANI
 
a cura di Carlo Muccini 

PER CONSULTARE LA VERSIONE COMPLETA DEL CIELO DEL MESE DI FEBBRAIO 2019

Pubblicato in UAI NEWS

Occultazione Tritone 6 ottobre

Alcune informazioni su una importante occultazione stellare visibile in una lunga striscia che va dagli USA all'Europa. Si tratta di un'occultazione che avverrà intorno alle 01h50m (ora civile) del 6 ottobre prossimo.

Visibile da tutta l'Italia (tempi più precisi a livello locale ottenibili a richiesta) interessa una stella di magnitudine 12.4 star (UCAC4 410-143659) nell'Aquario. La stella verrà occultata per un periodo più o meno lungo (secondo le varie postazioni nella nostra penisola si può andare dai 2 ai 2.7 minuti (sic)) dal satellite principale di Nettuno: Tritone.

Ma non è tanto l'occultazione (pure interessante in se) ma quanto accadrà all'inizio ed alla fine: cioè se la tenue atmosfera di Tritone, già osservata in altre due occultazioni negli ultimi decenni, ha subito trasformazioni. La sparizione e riapparizione dovrebbe infatti prendere alcuni secondi ed essere con relativa facilità misurabile con immagini abbastanza veloci.

A posteriori sarà possibile ricostruire la densità ai vari livelli di altezza dell'atmosfera stessa. Requisito essenziale è un'alta precisione sui tempi delle diverse osservazioni (possibili con CCD, videocamere). Il solo "inconveniente" sarà la vicinanza, in quel momento, di Tritone al suo pianeta ( circa 11") che richiederà particolare attenzione e l'uso di un duplicatore di focale o simili.
Informazioni più ampie (e in continuo aggiornamento) alla pagina http://www.iota-es.de/triton-05102017.html
Come si vede dall'immagine allegata ci sono già 35 postazioni resesi disponibili in Europa, ma risulta ampiamente scoperta la parte sud del satellite (ovvero la nostra penisola...da cui si potrebbe osservare anche un piccolo flash atmosferico a centro occultazione). La mappa indica con le linee blu gli estremi della sagoma d iTRitone, con la linea verde il modo del centro della sua ombra. I singoli telescopi indicano i diversi osservatori resisi al momento disponibili.
Chi necessiti di informazioni, non esiti a contattare gam@astrofilimassesi.it

Pubblicato in UAI NEWS

La notte tra il 4 e il 5 febbraio la Luna al Primo Quarto inizia ad attraversare la costellazione del Toro, dove si riconoscono le Pleiadi e le Iadi.
La sera successiva la Luna completa il percorso nella costellazione, fino ad occultare la stella più luminosa del Toro, la rossa Aldebaran. (vedi mappa del 04/02)

Orario dell’occultazione di Aldebaran da parte della Luna per Roma
5 Febbraio 23h 21m 51s Aldebaran scompare
6 Febbraio 00h 9m 4s Aldebaran ricompare

La mappa (dal sito Divulgazione.uai.it Cielo del mese di febbraio 2017 ) per le 21:30 e per Roma. 


800px-Cdm 20170205 2130 OccultazioneAldebaran

Pubblicato in UAI NEWS

Le serate attorno al prossimo equinozio (ed alla Luna piena di marzo, da cui la Pasqua particolarmente bassa di quest'anno) ospiterà uno spettacolo inconsueto.
Si tratta della cometa P/2016 BA (Pann-STARRS).
A partire dalla pagina https://it.wikipedia.org/wiki/P/2016_BA14_Pan-STARRS (ed ai link finali contenuti nella pagina stessa) è possibile ottenere una serie di informazioni (effemeridi comprese) su questo oggetto notevole almeno sotto 3 aspetti:
a) è stato scoperto circa 3 mesi fa, e da meno di 2 mesi si sa che non è un asteroide (come era inizialmente apparso) ma una cometa.
b) ha un'orbita con Perielio ed Afelio similissimi alla P/252 Linear, e con periodo di rivoluzione differente di poco più di un mese;probabilmente entrambe derivano dalla frammentazione di un nucleo cometario preesistente avvicinatosi troppo a Giove od a una sua luna, verosimilmente ad inizio del XX secolo.
c) sarà al Perielio (come la sua "gemella") il 15 marzo (la Linear sarà visibile dall'emisfero australe, la BA14 da noi). Il successivo 22 marzo transiterà a 0,024 UA dalla Terra (3,4 milioni di km) divenendo così una delle comete arrivate più vicine alla Terra negli ultimi 2000 anni (sicuramente la più vicina dai tempi della Lexell, del 1770). La cometa dovrebbe raggiungere al suo massimo la mag 13 e si muoverà "velocemente" nel cielo.
d) genererà verosimilmente un piccolo sciame meteorico (visibile ahimè bene dall'emisfero australe).
Proprio per il suo rapido moto apparente nel cielo, darà origine a decine di occultazioni con probabilità relativamente elevate (per essere una cometa).
Durante esse potrebbe essere possibile determinare il diametro del nucleo cometario, la presenza e densità della chioma.
Per calcolare le occultazioni osservabili da una determinata località occorre scaricare il programma (free) Occultwatcher di Hristo Pavlov (http://www.hristopavlov.net/OccultWatcher/publish.htm), per poi "personalizzarlo" con le coordinate del proprio punto osservativo. E' un programma che permette il calcolo di tutte le occultazioni asteroidali, cometarie, dei satelliti planetari ecc. a livello planetario, nonché ricavare le cartine per rintracciare gli oggetti coinvolti in ciascun evento, vedere i risultati degli altri osservatori ecc. Se interessati solo ai fenomeni di questa cometa è sufficiente spuntare (alla voce "Prediction Feeds" della configurazione) la sola voce Comet occultations (global).
A titolo di esempio per Massa sono previste 18 occultazioni (nel periodo 18-26 marzo) con stelle più luminose della magnitudine 12. Fra cui una con una stella di 9,4 ed una con una stella di 11,3 in cui il centro d'ombra (centro dell'ombra del nucleo cometario) è previsto passare a 6 km dal centro di Massa (il che da una probabilità complessiva di poter osservare tale occultazione pari al 7,2%; una probabilità "mostruosa" per una cometa (se si tiene conto che l'incertezza sulle loro orbite difficilmente dà una probabilità superiore al 2%).

La durata delle singole occultazioni dipende dalla velocità angolare relativa della cometa in quel momento. La media è sul secondo.
C'è poi da considerare che così "vicina" al Sole la cometa dovrebbe aver sviluppato una piccola chioma e quindi generare una sparizione non istantanea, dato che il nucleo sarà verosimilmente "avvolto" da una discreta chioma di alcuni km di "spessore".

Buone osservazioni.
Pietro Baruffetti - GAM

 

P 2016 BA 14 Pann-STARRS

Posizione di cometa, Terra, Marte e orbite pianeti interni al momento del massimo avvicinamento della cometa alla Terra.
Visione dalla verticale del piano dell'Eclittica.

Pubblicato in UAI NEWS
Lunedì, 01 Dicembre 2008 22:14

Occultazione Venere-Luna

L'occultazione di Venere da parte della Luna - Immagini

Il maltempo non ha favorito l'osservazione del fenomeno in gran parte dell'Italia. Alcune immagini delle varie fasi dell'occultazione da varie parti d'Italia

______________________________________________________

Immagine di Gaetano Scuoppo da Salerno. Ripresa  effettuata con  Canon 400d

_______________________

 Immagine di Marco Meniero - Reflex Canon Eos 5D - 300mm f/4. Sito di ripresa: Civitavecchia (RM) Ora: 1825LT - Sito: www.meniero.it

Foto
      di Marco Meniero

 Occultazione Luna-Venere su TVN
Occultazione Luna-Venere su TVN
____________________________________


 Immagine di Paolo Bonavoglia - ripresa con Tamron SP 500 catadiottrico - Olimpus Digital Camera E-330  - Tempo d'esposizione: 1/19 sec. - Sensibilità ISO: 250

Immagine di Paolo Bonavoglia

___________________________________________


Immagine di Toni Scarmato: rifrattore da 8 cm e camera CCd con filtro Rc per diminuire l'intensità luminosa.

Occultazione Luna Venere

Immagine di Toni Scarmato

___________________________________

Immagine di Danilo Pivato (sito: www.danilopivato.com)

Immagine di Danilo
      Pivato


____________________________________

Immagini di Massimo La Volpe di Senigallia - EOS 40D con ob. 400mm 1600asa

sequenza

________________________________


Immagini di Maria Patrizia Rossitto - Barcellona Pozzo di Gotto (Messina)

inizio occultazione

prima dell'occultazione

Occultazione Venere Luna

________________________________________

Immagine di Nico Lonetti da Cosenza (suo sito)

Occultazione
      Luna Venere

_____________________________________


Immagine di Francesco Azzarita - Bari

Occultazione Luna Venere


___________________________________________




Immagini di Salvatore Facondini - riprese da San Clemente (RN) con fotocamera digitale reflex e zoom 80/200 2,8 2,8

 postazione per la ripresa

Occultazione Luna venere

Occultazione Luna Venere

Occultazione Luna Venere

In basso a sx la rocca di Montefiore Conca (RN

________________________________________


Astrofili piombinesi

 Luna Venere e Giove
Immagine ripresa con Pentax

Occultazione Luna Venere

Immagine ripresa con APO Astrophysics Ambedue a 400 ISO con tempi da 1/3 di sec a 2 sec
_____________________________________________

- Ezio - 5 immagini su un totale di 92 scatti con fotocamera Panasonic FZ18.
Apertura 4,2, iso 100, focale 82,8. Formato originale Raw aperto e “sgrezzato” con UFRaw e “sminuzzato” e ridotto con GIMP


Occultazione Luna Venere


nuvole

Occultazione Luna Venere


Occultazione
      Luna Venere


Occultazione Luna Venere


_______________________________________


Domenico Tria
da Gioia del Colle (Bari).

Occultazione Luna Venere

Canon EOS 300D, 300 mm, F/5.6, exp. 4 s, ISO 100, 17:37 LT

Canon EOS 300D, 300 mm, F/5.6, exp. 2 s, ISO 100, 18:18 LT



Canon EOS 300D, 300 mm, F/5.6, exp. 3.2 s, ISO 100, 18:18 LT



Canon EOS 300D, 300 mm, F/5.6, exp. 2 s, ISO 200, 18:20 LT
____________________________________________________

Immagine di Nello Ruocco ( http://digilander.libero.it/nellut/  - sito di Astrocampania )

Occultazione Luna Venere

Immagini di Pietro Bitto da Messina - 350/D e rifrattore 150mm/600
La sequenza completa dell'inizio dell'occultazione

inizio occultazione

_______________________________________

Davide Nava - sequenza dell'egresso di Venere dal disco lunare

sequenza completa
      occultazione Luna Venere
cliccare per una versione ingrandita

_____________________________________


Angelo Ferrari - immagini dell'occultazione di Venere realizzate dal gruppo Astrofili monte della Guardia di Casalgrande, Reggio Emilia.
Le foto sono realizzate con un telescopio Konus super 1000 f 8 diam. 120 mm ed una fotocamera digitale Canon EOS 30 D modificata.
Peccato per la forte turbolenza e a tratti anche le nubi. Elaborate con Digital Photo Professional della Canon

Occultazione Luna Venere
ore 17:05  1/15 sec.  200 iso  poi purtroppo le nubi.

Occultazione Luna Venere
  ore 18:26  1/80 sec.  400 iso

Occultazione Luna Venere
ore 18:29  1/80 sec.  400 iso

Occultazione Luna Venere
ore 18:35  1/50 Sec  400 iso.
_____________________________________

Immagini di Enzo Cristina da Siderno Marina (RC) - reflex: canon eos 350d - telescopio: rifrattore skywatcher 80ED
montatura: SP vixen - metodo: fuoco diretto tramite barlow APO 2x, oppure riduttore/spianatore: W.O. 0,8x II
compositazione: singoli fotogrammi- ISO: 100 - tempi: 1/5 – 1/6 di sec.; 10 sec - rapporto d’apertura: F/15, F/6 - filtro: IR-cut
elaborazione: corel photopaint 9.0, registax V4 - orario: 17,31 – 18,07 ora locale (TMEC) - seeing: discreto

Occultazione Luna Venere

Occultazione Luna Venre

Venere Luna Giove

Sequenza Occultazione
cliccare per un'ingrandimento

_____________________________________


Immagini di Domenico Belfiore Canon 350D a fuoco diretto di un newton 200 mm f.4 su HEQ5 Skywatcher

Occultazione Luna Venere

Sequenza
      occultazione

_______________________________________________________________


Immagini di Ottaviano Fera (UAN - Unione Astrofili Napoletani) - fotocamera Canon PowerShot SX100 i.s.

Occultazione Luna Venere

Occultazione con aereo

________________________________________________________________

Immagini di Giuseppe Cosenza www.viaggiarenelpollino.it

Occultazione
      Luna Venere

Occultazione Luna Venere

Occultazione Luna Venere


________________________________________________________________

Immagini di Franco Sofra (Roma) - Fotocamera Canon EOS 40 D

Occultazione
      di Venere
Iinizio dell'uscita di Venere: F.300 - 1/40 sec. - f. 5,6 - 400 ISO

Occultazione Venere
Venere completamente uscita dall'occultazione: F.300 - 1/4 sec. - f. 5,6 - 400 ISO

Occultazione di Venere
Luna, Venere e Giove su Roma: F.150 - 3,2 sec. - f. 5,6 - 400 ISO

_________________________________________________________



Archeoastronomia Ligustica - Immagini riprese da Genova con una semplice macchina digitale.

 

Occultazione Venere-Luna

Occultazione Luna-Venere

__________________________________________________________________



Vincenzo Petraroia ci scrive (e pubblichiamo con  piacere):

Spett.le Redazione, non sono un Astrofilo né un fotografo provetto anche se mi piace fotografare, ma mi affascina l'astronomia e di tanto in tanto visito il vostro sito. Il pomeriggio dell'1 scorso mentre ero in macchina con i miei nipoti,  ho notato una stella presso il bordo in ombra della Luna. Il fenomeno mi ha subito affascinato. Il più piccolo dei nipoti, di 5 anni, cui piace spesso osservare la luna specialmente quando è piena, ha detto che era un'astronave che stava allunando... Non appena ho potuto mi sono fermato per fotografare il fenomeno (di cui al momento non avevo cognizione) con la mia fotocamera digitale una Canon Power Shot A720. Temendo che il fenomeno potesse cessare da un momento all'altro (come poi è avvenuto) ho scattato alcune foto senza pensare a settare la macchina.
Non avendo il treppiede con me mi sono dovuto accontentare di un appoggio di fortuna.
La foto risulta scattata in automatico ISO 800 1/8 F4,8 risoluzione 1600x1200 alle ore 18:18 in quanto non avevo nemmeno aggiornato il cambio dell'ora legale con l'ora solare. Di questa ulteriore svista mi sono reso conto visitando il vostro sito che indicava l'orario di inizio dell'occultamento per Roma alle ore 17:21.

Occultazione Luna-Venere

Occultazione Luna-Venere

____________________________________________________________

E per finire, immagine di Nereo Pelco, da Livorno, dedicata a chi non ha avuto fortuna a causa del maltempo:
il cielo della sera del 2 dicembre, finalmente quasi sgombro da nuvole.

Cielo del 2 dicembre 2008

_________________________________________________________

TORNA SU

Pubblicato in Astro News (Archivio)
Mercoledì, 26 Novembre 2008 19:11

Luna nasconde Venere

1 dicembre 2008 - La Luna nasconde Venere!

in cielo succederà qualcosa di particolare ed emozionante: una sottile falce di Luna occulterà, ovvero nasconderà alla vista, il pianeta Venere!

Normalmente la Luna ed i pianeti si muovono nel cielo seguendo il percorso tracciato dalla linea dell’Eclittica (la linea immaginaria che rappresenta il moto annuo apparente del Sole tra le stelle), ma solo raramente i loro percorsi si sovrappongono l’un l’altro.
In questa occasione accade invece che il nostro satellite naturale venga a percorrere un tratto di cielo che si sovrappone al cammino del pianeta Venere, nascondendolo alla vista.

Vedremo quindi il luminoso pianeta scomparire dietro il disco lunare e ricomparire più tardi dal lato opposto.

La durata dell’occultazione, che si verificherà poco dopo il tramonto del Sole verso sud-ovest, sarà variabile a seconda della località in cui si troverà l’osservatore.

In Italia settentrionale dovremo attendere circa un’ora e 20 minuti per vedere Venere riemergere dal bordo lunare, mentre all’estremità della Sicilia sud-orientale la Luna riuscirà appena a nascondere il pianeta (occultazione radente) e l’occultazione durerà pochi minuti.

Chi avrà la possibilità di osservare il fenomeno con un telescopio potrà apprezzare anche la fase del disco di Venere che sarà illuminato per circa il 70%. Di seguito riportiamo le tabelle con i riferimenti per l’osservazione del fenomeno (dati tratti dall’Almanacco UAI 2008

                   Città        Inizio Occultazione      Fine Occultazione

  Milano           17:08                               18.24

  Roma             17.21                               18.22

  Palermo         17.34                               18.13

L’UAI promuove in questa occasione l’organizzazione di attività divulgative da parte delle associazioni di astrofili locali. Per verificare le associazioni che hanno aderito si consiglia di consultare il Sito Internet AstroIniziative UAI  http://astroiniziative.uai.it

Per scaricare questo comunicato in versione PDF e consultare i precedenti, collegati al sito Internet http://divulgazione.uai.it

Per ulteriori informazioni si invita a visitare il sito www.uai.it   la pagina dedicata all'evento sul sito Divulgazione UAI

 

Pubblicato in Astro News (Archivio)
TOP