Meeting corpi minori 2019

Le condizioni meteo non certo favorevoli hanno ostacolato non poco le osservazioni in questi bimestre. E' continuata la campagna osservativa dell'asteroide Gault che improvvisamente ha mostrato due code da vera cometa. L'attività si è concentrata anche sull'osservazione dell'asteroide (1453) Fennia con varie sezioni fotometriche ottenute da più osservatori al fine di determinarne il periodo di rotazione. Luca Buzzi riporta che è riuscito a misurare l'asteroide 2013 PF67 che aveva una luminosità di mag. 21.8 G, davvero notevole. Giovanni Battista Casalnuovo, riporta la curva di luce ottenuta sull'asteroide (2602) Moore.

Pubblicate sulla rivista Minor Planet Bulletin alcune curve di luce ottenute dagli osservatori italiani.

Nei giorni 6-7 Aprile presso il prestigioso Osservatorio Astronomico di Capodimonte si è svolta la VI edizione del Meeting Corpi Minori dell' UAI – Asteroidi Comete Meteore (il programma completo è consultabile sul sito dell'UAI), momento di fondamentale importanza per condividere i risultati ottenuti e programmarne dei nuovi. Nel corso della manifestazione Lorenzo Franco è stato insignito del premio MARTINO NICOLINI. Per il resoconto completo del meeting si rimanda alla pagina della Sezione Comete.

Sono in corso campagne osservative fotometriche consultabili sul sito della Sezione Asteroidi.

Fig. 1 – Foto di gruppo del VI Meeting Corpi Minori dell' UAI


RESOCONTO GENNAIO FEBBRAIO 2019

104 - San Marcello Pistoiese

Osservatori: Paolo Bacci, Martina Maestripieri

Strumentazione: Newton 0,60-m F/4 + CCD

23 MPEC: 2019-E27, 2019-E28, 2019-E29, 2019-E32, 2019-E44, 2019-E46, 2019-E47, 2019-E48, 2019-E53, 2019-E64, 2019-E65, 2019-E75, 2019-E94, 2019-F28, 2019-F129, 2019-F133, 2019-F145, 2019-F152, 2019-G01, 2019-G124, 2019-H29, 2019-H40, 2019-H41.

Altri Asteroidi NEA osservati: 2019 FV1, 2019 GM4

Altri Asterodi osservati: (6478) Gault

Comete: -

Curve di luce: (1453) Fennia (2 sessioni), (6478) Gault (4 sessioni)

Occultazioni: -

160

Osservatorio di Castelmartini

Osservatori

E. Prosperi, S. Prosperi, M. Jaeger, W. Vollmann

Strumentazione

0.35-m f/10 Schmidt-Cassegrain + CCD (1.14"/pixel)

MPEC

35 MPEC di cui NEOCP (10):

MPEC 2019-H41 : 2019 HD

MPEC 2019-H29 : COMET C/2019 F2 (ATLAS)

MPEC 2019-G195: 2019 GN20

MPEC 2019-G194: 2019 GM20

MPEC 2019-G66 : 2019 GW1

MPEC 2019-F143: 2019 FK1

MPEC 2019-F133: 2019 FC1

MPEC 2019-F107: 2019 FO

MPEC 2019-F75 : 2019 FL

MPEC 2019-E75 : 2019 EU1

Asteroidi

211 osservazioni, 45 NEA's + Unusual's

Curve di Luce

 

Occultazioni

 

Altro

Comete (12):

21P/Giacobini-Zinner, 38P/Stephan-Oterma, 46P/Wirtanen, 59P/Kearns-Kwee, 60P/Tsuchinshan, 64P/Swift-Gehrels, 123P/West-Hartley, 164P/Christensen, 171P/Spahr, C/2015O1(PANSTARRS), C/2016N6(PANSTARRS), C2018Y1(Iwamoto),

Note osservative

Sessioni di osservazione: 11 (alcune solo parziali)

marzo 7

aprile 4

203

Osservatorio GiaGa Obs.

Osservatori

Galli Gianni – Foglia Sergio

Strumentazione

Schmidt-Cassegrain C14 focale 2.050 mm f/5.76 con CCD Moravian G2-3200

MPEC

n. 22 MPEC nuovi NEO + 2 MPEC per nuove comete:

2019 DR1, DS1,EF,ED,EG,ET,EM1,EW1,EZ1,FH,FL,FS,FT,FU,FV,FW, FA1, FB1,FC1, FK1, FN1, FD1, C/2019 F1, C/2019 F2

Asteroidi

 

Curve di Luce

n. 2 curve di luce di (1453) Fennia il 23 ed il 30 marzo 2019

Occultazioni

nessuna

Altro

 

Note osservative

Osservatorio con strumentazione ancora in fase di prova/collaudo

204 - Osservatorio Astronomico Schiaparelli

Osservatore L. Buzzi

Strumentazione: 0.84-m f/3.5 + CCD - FOV 42' x 42'

Numero notti osservative: 13

Misurazioni inviate: 521

Asteroidi NEO: 91

dei quali NEOCP: 33 (con altrettante circolari)

Nuove designazioni inviate: 0

Comete: 1

Oggetti particolari:

Ultime due notti su (06478) Gault

2013 PF67 di mag. 21.8 G

A29 OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI SANTA MARIA A MONTE (TAVOLAIA OBSERVATORY ) 

osservazioni effettuate

bimestre MARZO -APRILE 2019

FOTOMETRIA CCD CURVE DI LUCE

ASTEROIDE (1453) FENNIA

22 marzo 2019 n. 49 immagini da 120 sec

23 marzo 2019 n. 72 immagini da 120 sec

31 marzo 2019 n. 66 immagini da 100 sec

Telescopio utilizzato : Newton 400 mm F/5 (modificato, senza specchio deviatore) + CCD DTA Discovery plus Kaf 260 512 x 512 FOV 17,6 x 17,6 arcmin risoluzione 2.06"/pixel con ruota porta filtri ( filtro fotometrico R e filtro clear )

Riprese : Mauro Bachini , Giacomo Succi

ASTEROIDE (6478) GAULT

Riprese per studio morfologia della coda di polveri

- 03 marzo 2019 n. 63 immagini da 40 sec

(stazione astronomica BS-CR Mpc K47 Santa Maria a Monte , Telescopio Newton 250 mm F/5.2 + CCD Dta Discovery 1600 , risoluzione 1,35 "/pixel Riprese : Mauro Bachini

- 23 marzo 2019 n. 20 immagini da 120 sec

- 29 marzo 2019 n. 30 immagini da 300 sec filtro Rc

- 30 marzo 2019 n. 20 immagini da 180 sec

- 15 aprile 2019 n. 15 immagini da 120 sec

Telescopio utilizzato : Newton 400 mm F/5 (modificato, senza specchio deviatore) + CCD DTA Discovery plus Kaf 260 512 x 512 FOV 17,6 x 17,6 arcmin risoluzione 2.06"/pixel con ruota porta filtri ( filtro fotometrico R e filtro clear )

Riprese :Mauro Bachini , Giacomo Succi

Pubblicazione su "THE MINOR PLANET BULLETIN"

BULLETIN OF THE MINOR PLANETS SECTION OF THE ASSOCIATION OF LUNAR AND PLANETARY OBSERVERS VOLUME 46, NUMBER 2, A.D. 2019 APRIL-JUNE : collaborazione per determinazione del periodo e curva di luce di 3157 Novikov

( immagini riprese a dicembre 2018)

K38, M57 Observatory, Saltrio

0.30-m f/5.5, Ritchey-Chretien Telescopio

ccd Sbig STT1603ME, 1536x1024 ccd,pixel

2.2"/pixel, Fov 28.5'x 19' campionamento,risoluzione

unfilter filtri utilizzati

PCCP: C/2019 F1 (ATLAS-Africano) [MPEC 2019-G124] Comet

C/2019 F2 (ATLAS) [MPEC 2019-H29] Comet

NEOCP:

2019 EM1 [MPEC 2019-E64] Aten

2019 EQ [MPEC 2019-E44] Apollo

2019 EF2 [MPEC 2019-E94] Apollo

2019 FH [MPEC 2019-F56] Apollo

2019 FD [MPEC 2019-F45] Aten

2019 FL [MPEC 2019-F75] Amor

2019 FT [MPEC 2019-F120] Apollo

2019 FU [MPEC 2019-F121] Apollo

2019 FW [MPEC 2019-F123] Amor

2019 FD1 [MPEC 2019-G01] Apollo

2019 FK1 [MPEC 2019-F143] Apollo

2019 FC1 [MPEC 2019-F132] Apollo

NEA osservati:

2019 FB2, 2019 FD, 2019 CN4, 2019 BF4, 2019 EA2, 2019 CL2, 2019 CD5,

NEO sconosciuto/unknown: 2019.03.01 C03WRL1 = A10cfDE

MB: 2019 EA, osservato (6478)Gault mostra una seconda coda.

LC Curve di Luce: (359)Georgia, (1453)Fennia

K41 Vegaquattro Astronomical Observatory

Valter Luna

SC 0,3m f/3,36 – FOV 23’x15’ – 1,84”/Px

2019 E18 – 2019 E49 – 2019 E75 – 2019 E94 – 2019 E95 – 2019 F120

– 2019 G66 – 2019 G116 - 2019 G124 – 2019 H88 - 2019 J08

2019 CD5 – 2012 DF31 (PRIORITY LIST) 2019 FY (FUAP-UAI) – 2-

7-8-11-19-43050-88080-92089-146330-187016-285856

49P Arend-Rigaux – P/60 Tsuchinshan – 149P Mueller – C/2016 R2

Panstarrs

2019 GD5 mi è stato riportato come MPS 986756 anziché MPEC

K63

G. pascoli Observatory

Osservatori

Roberto Bacci

Strumentazione

0.40-m f 3,2 , QHY22 CCD

MPEC

31

MPEC 2019-H95 : 2019 HW3

MPEC 2019-H93 : 2019 HU3

MPEC 2019-H88 : 2019 HP3

MPEC 2019-H87 : 2019 HO3

MPEC 2019-H86 : 2019 HN3

MPEC 2019-H35 : 2019 GK21

MPEC 2019-H29 : COMET

MPEC 2019-H04 :

MPEC 2019-G195: 2019 GN20

MPEC 2019-G194: 2019 GM20

MPEC 2019-G164: 2019 GG19

MPEC 2019-G149:

MPEC 2019-G134: 2019 GQ5

MPEC 2019-G124: COMET

MPEC 2019-G121: 2019 GN4

MPEC 2019-G117: 2019 GM4

MPEC 2019-G66 : 2019 GW1

MPEC 2019-G09 : 2019 FR2

MPEC 2019-G01 : 2019 FD1

MPEC 2019-F145: 2019 FN1

MPEC 2019-F143: 2019 FK1

MPEC 2019-F142: 2019 FJ1

MPEC 2019-F141: 2019 FH1

MPEC 2019-F133: 2019 FC1

MPEC 2019-F107: 2019 FO

MPEC 2019-F76

MPEC 2019-F75 : 2019 FL

MPEC 2019-E94 : 2019 EF2

MPEC 2019-E88 : 2019 EC2

MPEC 2019-E75 : 2019 EU1

MPEC 2019-E34 : 2019 ED

Asteroidi

2004VD17 2014HC177, 2019 CH (FUAP program)

Curve di Luce

(1453) Fennia

Occultazioni

Nessuna

Comete

C/2019 F2 (ATLAS) OMET C/2019 F1 (ATLAS-Africano)

Note osservative

Varie serate a riprendere 6478 Gault ,

Confermato NEOCP 2019 GM4 (MPEC 2019-G117)

L19 Osservatorio Felsina AAB, Montepastore

Osservatore: Adriano Valvasori, Catia Caselli, Pierluigi Punzo

Strumentazione: 0.305-m f/5.6; Schmidt-Cassegrain

Campionamento: 2.17"/pixel; Fov 28.9'x 18.6'; CCD 1536x1024

PCCP: n°2

C/2019 F1 (ATLAS-Africano) [MPEC 2019-G124]

C/2019 H1 (NEOWISE) [MPEC 2019-J24]

NEOCP: n°2

2019 FC1 [MPEC 2019-F133]

2019 HD [MPEC 2019-H41]

Asteroidi:

2019AP3 (FUAP)

2019HC (FUAP)

Comete: n°1

60/P

Curve di luce: n°0

xxx

Osservatorio FSO - Filzi School Observatory (assegnazione codice richiesta)

Osservatori

Giovanni Battista Casalnuovo, Benedetto Chinaglia

Strumentazione

0.355-m f/8; focale 2822 mm; Ritchey-Chretien CCD QHY9 3358x2536 pixel 5,4 micron, risoluzione (bin4) 1.56"/pixel; Fov 21.0'x 16.0' Filtro R

MPEC

 

Asteroidi

 

Curve di Luce

1453 Fennia (target UAI), (2602) Moore, (1239) Queteleta, (2542) Calpurnia, (3446) Combes, (6076) Plavec

Occultazioni

Nessuna

Altro

 

Note osservative

(1239) Queteleta, (2542) Calpurnia, (3446) Combes, (6076) Plavec, abbadondonati per curva con scarsa ampiezza (minore di 0.05 mag.)

(2602) Moore: curva conclusa da pubblicare su MPB

Paolo Bacci – Responsabile Sezione Asteroidi.

Pubblicato in UAI NEWS

flyby 1999 KW4

In occasione del passaggio ravvicinato dell'asteroide 1999 KW4 la Sezione di Ricerca Asteroidi dell'UAI organizza una diretta dall'Osservatorio Astronomico di San Marcello Pistoiese durante la quale, dopo una breve introduzione, verranno mostrate in diretta le immagini del corpo celeste durante il suo fly-by con la Terra.

L'asteroide scoperto il 20/05/1999 dal telescopio professionale Linear (USA) un NEA classificato come PHA (potenzialmente pericoloso), con un diametro stimato 1,3 km. Ha un periodo di rotazione di 2,7 h ed è accompagnato da un satellite che ruota intorno al corpo primario in 17,4 h confermato da osservazioni radar, con un diametro di circa 0,5 km.

Il 25 maggio l'asteroide si è trovato a circa 0,03 UA dalla Terra ( ~4 488 000 Km) raggiungendo una luminosità di 12,5 Mag., quindi visibile anche con strumenti modesti.

Dal 27 Maggio è visibile in Italia poco dopo il tramonto, basso sull'orizzonte nella costellazione dell'Hydra e del Sestante.

La diretta avrà inizio alle ore 22:00 sulla Pagina Facebook "Asteroid Search" https://www.facebook.com/AsteroidSearch/

QUI ULTERIORI NOTIZIE SULLA NATURA E SCOPERTA DELL'ASTEROIDE 1999 KW4

https://www.uai.it/pubblicazioni/uainews/11-uainews/9308-66391-1999-kw4-il-flyby-dell-asteroide-binario.html

Pubblicato in UAI NEWS

Il primo bimestre del 2019, grazie alle condizioni meteo favorevoli, ha permesso di ottenere interessanti risultati sia nell'attività astrometriche che fotometriche.

Indubbiamente l'asteroide del momento è (6478) Gault che improvvisamente ha mostrato un 'estesa coda e che ci ha sorpreso con l'apparizione di una seconda coda !!! Attualmente la Sezione sta monitorando l'evolversi morfologico dello “strano “ sasso.

Un altro bel colpo lo hanno realizzato Luca Buzzi e Giorgio Bay, osservando un oggetto presente nella NEOCP, visibile poco dopo il tramonto, che è risultato essere un Atira. Al momento sono classificati solo 19 di questi oggetti.

É uscito il numero 46-2 del Minor Planet Bulletin nel quale è presente l'articolo a firma di Lorenzo Franco, Alessandro Marchini, Roberto Bacci e Albino Carbognani, relativo alla curva di luce del NEA 2018 RC, che è risultato essere un Tumbling !!! Davvero un bel colpo.

Si ricorda che nei giorni 6-7 Aprile presso il prestigioso Osservatorio Astronomico di Capodimonte si svolgerà la VI edizione del Meeting Corpi Minori dell' UAI – Asteroidi Comete Meteore. Il programma completo è consultabile sul sito dell'UAI.

Sono in corso campagne osservative fotometriche consultabili sul sito della Sezione Asteroidi.

Fig. 1 – Curva di luce asteroide NEA2008RC

RESOCONTO GENNAIO FEBBRAIO 2019

104 - San Marcello Pistoiese

Osservatori: Paolo Bacci, Martina Maestripieri

Strumentazione: Newton 0,60-m F/4 + CCD

  • 57 MPEC:

2019-A11, 2019-A13, 2019-A15, 2019-A18, 2019-A27, 2019-A51, 2019-A71, 2019-A78, 2019-A79, 2019-A82, 2019-A84, 2019-A89, 2019-A96, 2019-A107, 2019-A109, 2019-A116, 2019-A126, 2019-A130, 2019-A134, 2019-A136, 2019-A154, 2019-A163, 2019-A164, 2019-A183, 2019-A186, 2019-A190, 2019-A208, 2019-A227, 2019-A229, 2019-A252, 2019-B87, 2019-B97, 2019-B99, 2019-B100, 2019-B107, 2019-B109, 2019-B110, 2019-B111, 2019-B125, 2019-C65, 2019-C73, 2019-C82, 2019-C93, 2019-C106, 2019-C121, 2019-C142, 2019-C143, 2019-C144, 2019-C145, 2019-C154, 2019-D48, 2019-D49, 2019-D50, 2019-D51, 2019-D64, 2019-D66, 2019-D67.

Altri Asteroidi NEA osservati: 2019 AQ2, 2019 AV2, 2019 AY3, 2004 XP14, 2019 AQ3, 2007 YU56, 2019 BG1, 2019 BD1, 2019 AA10, 2013 CW33, 2012 BC124

Altri Asteroidi osservati: (6478) Gault, 2014 WF202, (364264) Martymartina

Comete:

46/P, 38/P, 59/P

Curve di luce: (359) Georgia (1 sessione)

Occultazioni:

(804) Hispania (POSITIVA),

(276) Adelheid (NEGATIVA)

107 Cavezzo

Osservatori: Roberto Bonomi, Mauro Facchini, Paolo Negrelli, Giulio Corradini, Daniele Losi

Newton reflector 40cm f/5.5 + CCD, FOV 42’x 33’, risoluzione 1.68‘’/pixel

MPEC N°4: 2019 AR3, 2019 AZ2, 2019 BG1, 2019 CT1

Osservati 21 asteroidi di cui 9 NEA.

160 Castelmartini

Observers E. Prosperi, S. Prosperi, M. Jaeger, W.Vollmann

0.35-m f/10 Schmidt-Cassegrain + CCD (1.14"/pixel) UCAC-4

60 MPEC di

cui NEOCP (17):

MPEC 2019-D60 : 2019 DV

MPEC 2019-D51 : 2019 DP

MPEC 2019-D49

: 2019 DN

MPEC 2019-D01 : COMET C/2018 Y1 (Iwamoto)

MPEC 2019-C159 : 2019 CS5

MPEC 2019-C65 : 2019 CT1

MPEC 2019-B100 : 2019 BW1

MPEC 2019-B97 : 2019 BU1

MPEC 2019-B87 : 2019 BJ1

MPEC 2019-A116 : 2019 AD5

MPEC 2019-A89 : 2019 AR3

MPEC 2019-A79 : 2019 AJ3

MPEC 2019-A71 : 2019 AZ2

MPEC 2019-A68 : 2019 AV2

MPEC2019-A64 : 2019 AR2

MPEC 2019-A27 : 2019 AB

MPEC 2019-A11 : 2018 YR2

MPEC 2019-A10 : 2018 YP2

Asteroidi NEO (1047 osservazioni, 123 NEA's + Unusual's)

Comete

(17): 78P/Gehrels, 29P/Schwassmann-Wachmann, 64P/Swift-Gehrels, 46P/Wirtanen,

171P/Spahr, 59P/Kearns-Kwee, 38P/Stephan-Oterma, 247P/LINEAR, 164P/Christensen,

123P/West-Hartley, C/2015O1(PANSTARRS), 49P/Arend-Rigaux, 137P/Shoemaker-Levy,

240P/NEAT, P/2019A3(PANSTARRS), C2018Y1(Iwamoto), C/2017T2(PANSTARRS),

60P/Tsuchinshan, C/2018L2(ATLAS).

203 GIAGA OBS.

Osservatori Gianni Galli e Sergio Foglia

STRUMENTAZIONE: Schmidt-Cassegrain (C14) 0,36m F/7,50, SBIG ST8XME FOV 17,7' X 11,8' risoluzione 1,39"/pixel (binning 2X2)

OSSERVAZIONI DI ASTEROIDI nel periodo: gennaio - febbraio 2019 OSSERVAZIONE DI NEOCP con misure contenute nelle circolari MPEC: n. 29 OSSERVAZIONI DI NEO: n. 5

OSSERVAZIONI DI ALTRI OGGETTI:

FOTOMETRIA DI ASTEROIDI: n. 4 notti di osservazione dell'asteroide Arlon (1717)

OCCULTAZIONI ASTEROIDALI: nessuna

MISURE DI POSIZIONI DI COMETE: nessuna

204 - Osservatorio Astronomico Schiaparelli

Osservatore L. Buzzi

Strumentazione: 0.84-m f/3.5 + CCD - FOV 42' x 42'

Numero notti osservative: 20

Misurazioni inviate: 863

Asteroidi NEO: 194

dei quali NEOCP: 78 (con altrettante circolari)

Nuove designazioni inviate: 4

Comete: 3

Oggetti particolari:

3 notti su 2019 AQ3

9 notti su (06478) Gault

A29 OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI SANTA MARIA A MONTE (TAVOLAIA OBSERVATORY )

FOTOMETRIA CCD CURVE DI LUCE

ASTEROIDE (1717) ARLON

05 febbraio 2019 n. 70 immagini da 180 sec

ASTEROIDE (359) GEORGIA

23 febbraio 2019 n. 35 immagini da 180 sec

24 febbraio 2019 n. 32 immagini da 180 sec

Telescopio utilizzato : Newton 400 mm F/5 (modificato, senza specchio deviatore) + CCD DTA Discovery plus Kaf 260 512 x 512 FOV 17,6 x 17,6 arcmin risoluzione 2.06"/pixel con ruota porta filtri ( filtro fotometrico R e filtro clear )

Riprese :Bachini Mauro , Giacomo Succi

Occultazioni asteroidali

Occultazione asteroidale 804 (HISPANIA) del 03 GENNAIO 2019

stella occultata UCAC4 675.034697

occultazione negativa

strumentazione utilizzata per le riprese dell'occultazione :

Newton 400 mm F/5 (modificato, senza specchio deviatore) + CCD DTA Discovery plus Kaf 260 512 x 512 FOV 17,6 x 17,6 arcmin risoluzione 2.06"/pixel con ruota porta filtri ( filtro clear ) binning 2 DRIFT SCAN

riprese : MAURO BACHINI, FABRIZIO MANCINI, MARIO MASUCCI

Occultazione asteroidale (5638) DEIKOON del 23 febbraio 2019

stella occultata TYC 0269-00614-1 occultazione negativa

strumentazione utilizzata per le riprese dell'occultazione :

A) Newton 400 mm F/5 (modificato, senza specchio deviatore) + CCD DTA Discovery plus Kaf 260 512 x 512 FOV 17,6 x 17,6 arcmin risoluzione 2.06"/pixel con ruota porta filtri ( filtro clear )

407 frames di 0.4 sec

B) Rifrattore guida 150 f/8 + ASI 178 exp 1 sec FILMATO FORMATO SER CON ANALISI CON sOFTWARE "tANGRA"

riprese : MAURO BACHINI, MARIO MASUCCI, ELIA DAL CANTO

B66 Osservatorio di Casasco

Strumentazione Ritchey-Chretien 0,40 m f/7,3 CCD Sbig ST9-E - FOV 12' x 12' - risoluzione 1.41"/pixel -

MPEC ottenute nessuna

Curve di luce nessuna

Occultazioni nessuna

Misure inviate 46 (10 asteroidi, 4 comete):

2019 AR2 (FUAP-NEO-APOLLO);

2018 XV (FUAP-NEO-APOLLO);

2019 AV2 (FUAP-NEO-APOLLO-PHA);

2018 TC3 (FUAP-NEO-AMOR);

1620 (NEO-APOLLO-PHA);

2018 VB9 (FUAP-NEO-AMOR);

2016 AZ8 (NEO-APOLLO-PHA);

433 (NEO-AMOR)

1862 (NEO-APOLLO-PHA)

2000 AF6 (NEO- ATEN -PHA)

64P (JUPITER FAMILY COMET)

38P (HALLEY TYPE COMET)

46P (JUPITER FAMILY COMET)

C/2018 Y1 (COMET)

K38: Osservatorio: M57 Observatory

Osservatore: Giorgio Baj

Strumentazione: 0.30-m f/5.5; Ritchey-Chretien

Campionamento: 2.2"/pixel; Fov 28.5'x 19'; CCD 1536x1024

PCCP: n°2

P/2019 A2 (ATLAS) [MPEC 2019-A126] Comet

P/2019 A4 (PANSTARRS) [MPEC 2019-B44] Comet

NEOCP: n°25

2019 AM3 [MPEC 2019-A84] Apollo

2019 AZ2 [MPEC 2019-A71] Apollo

2019 AR3 [MPEC 2019-A89] Aten

2019 AD5 [MPEC 2019-A116] Apollo

2019 AQ3 [MPEC 2019-A88] Atira (da record: a 0.58; Q 0.77)

2019 AD5 [MPEC 2019-A116] Apollo

2019 AO7 [MPEC 2019-A154] Apollo

2019 AA9 [MPEC 2019-A183] Apollo

2016 PT8 [MPEC 2018-A208] Apollo

2019 AO12 [MPEC 2019-B21] Aten

2019 BE1 [MPEC 2019-B79] Apollo

2019 BG1 [MPEC 2019-B77] Apollo

2019 BQ4 [MPEC 2019-B154] Apollo

2019 CE5 [MPEC 2019-C142] Amor

2019 CO5 [MPEC 2019-C154] Apollo

2019 CS5 [MPEC 2019-C159] Apollo

2019 CY5 [MPEC 2019-D12] Apollo

2019 DA [MPEC 2019-D11] Aten

2019 DP [MPEC 2019-D51] Apollo

2019 DN [MPEC 2019-D49] Amor

2019 DB [MPEC 2019-D32] Apollo

2019 DM [MPEC 2019-D48] Apollo

2019 DT [MPEC 2019-D58] Apollo

2019 DV [MPEC 2019-D60] Aten

2019 DQ1 [MPEC 2019-E14] Amor

Asteroide (6478) Gault; Main Belt (mosta una coda)

2019 BT Main Belt

2019 EA Main Belt

Asteroidi NEA osservati: n°12

2003 NW1;2004 XP14;2018 VB9;2019 AU;2019 AR2;2018 XV;2019 AA9;2019 AV2;2019 BW1;2016 AZ8;2019 CJ;2019 BV.

Comete: n°3

38P/Stephan-Oterma; 46P/Wirtanen; C/2018 Y1 (Iwamoto)

Curve di luce: n°2

(1717) Arlon;(359) Georgia;

K63 G. Pascoli Observatory

Osservatore: Roberto Bacci

Strumntazione: 0.4m Newton + CCD

Nr. 18 Neocp Misurati

Nr. 21 Circolari MPC

MPEC 2019-D51 : 2019 DP

MPEC 2019-D50 : 2019 DO

MPEC 2019-D49 : 2019 DN

MPEC 2019-D48 : 2019 DM

MPEC 2019-D11 : 2019 DA

MPEC 2019-C159: 2019 CS5

MPEC 2019-C143: 2019 CF5

MPEC 2019-C142: 2019 CE5

MPEC 2019-C120: 2019 CH4

MPEC 2019-A231: 2019 AM10

MPEC 2019-A227: 2019 AH10

MPEC 2019-A208: 2016 PT8

MPEC 2019-A183: 2019 AA9

MPEC 2019-A163: 2019 AK7

MPEC 2019-A154: 2019 AO7

MPEC 2019-A134: 2019 AN6

MPEC 2019-A131: DAILY ORBIT UPDATE (2019 JAN. 9 UT

MPEC 2019-A116: 2019 AD5

MPEC 2019-A111: DAILY ORBIT UPDATE (2019 JAN. 7 UT)

Nr. 2 Comete

MPEC 2019-D01 : COMET C/2018 Y1

MPEC 2019-D01 : COMET C/2018 Y1

MPEC 2019-A131: DAILY ORBIT UPDATE (2019 JAN. 9 UT

Nr. 1 Sessione fotometrica su asteroide Arlon (5 scartate per nubi in transito )

K73 - Gravina in Puglia

Osservatori:Franco Taccogna

Strumentazione:Schmidt-Cassegrain C6 (1500/1000) portato a F/2.56 oppure Newton 200/1000 F/5 + ASI 120 MM

Comete/ osservazioni:

C_2018 Y1 (Iwamoto) / 9

Asteroidi/ osservazioni:

NEO:

(433) Eros /24

(1620) Geographos /12

(5131) 1990 BG / 6

(18736) 1998 NU / 12

(523604) 2004 QB17 / 2

Main Belt:

(5965) Polyxena / 2

Totale osservazioni: 67

NOTE:

Ogni osservazione inviata è la somma di 10 o 15 foto in alcun casi 20 per un totale di 719 riprese.

Il mese di gennaio è stato completamente sfavorevole per ogni attività astronomica.

K96 – Savelli Observatory

L19

Osservatorio Felsina AAB, Montepastore

Osservatore: Adriano Valvasori, Catia Caselli, Pierluigi Punzo

Strumentazione: 0.305-m f/5.6; Schmidt-Cassegrain

Campionamento: 2.17"/pixel; Fov 28.9'x 18.6'; CCD 1536x1024

PCCP: n°1

P/2019 A2 (ATLAS) [MPEC 2019-A126]

NEOCP: n°0

Asteroidi:

(6478) Gault

Asteroidi NEA osservati: n°0

Comete: n°3

38P/Stephan-Oterma

64P/Swift-Gehrels

C/2018 Y1 (Iwamoto)

Curve di luce: n°2

(1717) Arlon

(359) Georgia

XXX - Filzi School Observatory (assegnazione codice richiesta):

G. B. Casalnuovo, B. Chinaglia

Strumentazione: 0.355-m f/8; focale 2822 mm; Ritchey-Chretien

Campionamento: 1.56"/pixel; Fov 21.0'x 16.0'; CCD QHY9 3358x2536 pixel 5,4 micron (osservazioni a bin 4 21.6 micron)

Osservati 6 asteroidi (fotometria con filtro R)

(1188) Gothlandia 10-01 11-01 14-01 19-01

(1717) Arlon 23-01 26-01 28-01 29-01 (target UAI)

(359) Georgia 05-02 06-02 13-02 14-02 (target UAI)

(16058) 1999 JP75 16-02 22-02 non completato, ampiezza inferiore a 0.1 mag

(1453) Fennia 24-02 (target UAI)

(16578) Essjayess 27-02

Pubblicato in UAI NEWS

Il primo importante risultato del bimestre Maggio-Giugno 2018 è stato indubbiamente l'articolo pubblicato sul Minor Planet Bulletin Volume 45, Numero 3, A.D. 2018 Luglio-Settembre, relativo alle curve di luce degli asteroidi Nerina, Brabantia, Midas e Zichichi promosse dalla campagna osservativa della Sezione Asteroidi dell'UAI e che ha visto la partecipazione di ben 9 osservatori italiani, a dimostrazione che il lavoro di gruppo permette di ottenere importanti risultati scientifici.

asteroidi maggio-giugno 2018-plot

Figura 1. Una delle curve di luce pubblicate sul Minor Planet Bulletin

Nei giorni 23 e 24 giugno si è svolto presso l'Osservatorio "Beppe Forti" di Montelupo Fiorentino, il 5° Meeting Corpi Minori - Asteroidi, Comete, Meteore - che ha visto la partecipazione di numerosi astrofili provenienti da tutta Italia con interventi di qualità e spessore, tra i quali quelli degli astronomi Marco Fulle ed Albino Carbognani.

Per quanto riguarda la Sezione Asteroidi, l'intervento di Paolo Bacci, Responsabile della Sezione, è stato incentrato sui principali risultati ottenuti e sulle future attività del gruppo; in particolare è stato richiesto se continuare o meno con la pubblicazione del Report Bimestrale che a suo dire è, di fatto, un archivio storico delle attività svolte.

È stato presentato il nuovo sito della Sezione Asteroidi http://asteroidi.uai.it/it che adesso vede operativo il programma FUAP e viene aggiornato costantemente con le pubblicazioni segnalate dagli astrofili italiani. Inoltre, sono presenti tutti gli osservatori sul territorio nazionale con il relativo link. È stato proposto di valutare un nuovo metodo per la condivisione sia dei dati ottenuti nel corso delle campagne fotometriche sia di file utili ai lavori da svolgere.

Per quanto riguarda invece l'astrometria, è stata richiesta una maggiore collaborazione da parte dei componenti della Sezione, al fine di segnalare in modo celere (in particolare sulla mailing list) asteroidi con una magnitudine inferiore a 19.5 e che necessitano di nuove misure di posizione, per coinvolgere coloro che hanno strumenti e/o condizioni di cielo che non permettono di osservare oggetti meno luminosi.

asteroidi maggio-giugno 2018-meeting

Figura 2. Foto di gruppo del 5° Meeting Corpi Minori (cliccare sull'immagine per un ingrandimento)

In base al regolamento dell'UAI è stata proposta l'idea di effettuare un corso di base on line, diviso in 5/6 lezioni della durata di circa 30-40 minuti l'una. Le lezioni saranno comunque reperibili sul sito; al termine del corso, per coloro che saranno interessati, verrà svolto un piccolo esame tramite un test a risposte multiple. Chi risponderà in modo corretto al maggior numero di domande, potrà mettere in pratica quanto appreso presso uno degli osservatori che ha aderito a tale iniziativa.

È stata suggerita una maggiore attenzione e coinvolgimento nei confronti delle scuole, al fine di appassionare nuove leve a questo settore dell'astronomia.

A tal proposito, ne è stato un esempio l'Asteroid Day svoltosi presso l'Osservatorio Astronomico della Montagna Pistoiese, durante il quale 4 discenti hanno brillantemente relazionato sull'attività da loro svolta e che ha permesso di determinare il periodo di rotazione di due asteroidi.

https://www.youtube.com/watch?v=uKjj3CXDGGM&t=11120s

Nonostante la frequente presenza di nubi, gli osservatori amatoriali hanno comunque ottenuto brillanti risultati, in modo particolare per quanto riguarda l'astrometria, ottenendo un gran numero di misure astrometriche e di circolari MPEC, tanto da essere al 2° posto dopo gli americani in questa attività.

Di seguito si riportano i risultati inviati dagli osservatori:

104 - San Marcello Pistoiese

Osservatori: Paolo Bacci, Martina Maestripieri

Stumentazione: Newton 0,60-m F/4 FOV 29'x15'

27 MPEC: 2018-J63, 2018-J68, 2018-J69, 2018-J72, 2018-J73, 2018-J74,

2018-K47, 2018-K52, 2018-K53, 2018-K59, 2018-K64, 2018-K92,

2018-K93, 2018-K94, 2018-K96, 2018-K102, 2018-K103, 2018-K106,

2018-L35, 2018-M05, 2018-M13, 2018-M21, 2018-M26, 2018-M32, 2018-M34,

2018-M35, 2018-M57

  • Altri asteroidi osservati: 2018 KJ3, 2 asteroidi non NEA dalla NEOCP

  • Occultazione Asteroidale: 2002 MS4 (negativa)

  • Curve di Luce: 3800 Karaysuf (2 sessioni)

160 Castelmartini
E. Prosperi, Via Bartolini 127, I-51030 Castelmartini (PT), Italy
Observers E. Prosperi, S. Prosperi, M. Jaeger, W. Vollmann
0.35-m f/10 Schmidt-Cassegrain + CCD
UCAC-4, PPMXL, Gaia-DR1

10 MPEC:
2018 JK2 = ZJ9D9E9 (May 12.64 UT) [MPEC 2018-J72]
2018 JF2 = A106N2n (May 12.64 UT) [MPEC 2018-J68]
2018 KK = ZK17266 (May 19.77 UT) [MPEC 2018-K27]
2018 KS = ZKA8EFC (May 19.82 UT) [MPEC 2018-K35]
2018 KW2 = ZKAE02C (May 26.60 UT) [MPEC 2018-K93]
2018 LX5 = P10HPJO (June 17.76 UT) [MPEC 2018-M21]
2018 LT6 = A107hhq (June 18.58 UT) [MPEC 2018-M32]
2018 MX6 = ZM26D52 (June 22.97 UT) [MPEC 2018-M84]
2018 MK8 = P10I7hK (June 26.44 UT) [MPEC 2018-M98]
2018 MM8 = ZMB936E (June 27.02 UT) [MPEC 2018-M101]

Asteroidi (885 osservazioni, 82 NEA's + Unusual's):
1999 FN19; 2011 GA62; 2015 BR514; 2015 KJ19; 2015 XK1; 2016 JP; 2017 YE5; 2018 BY2; 2018 FQ5; 2018 GY1; 2018 JF2; 2018 JK2; 2018 JE5; 2018 KK; 2018 KS; 2018 KF1; 2018 KM1; 2018 KW2; 2018LD3; 2018LF5; 2018 LN4; 2018 LX5; 2018 LT6; 2018MB7; 2018 MK8; 2018 MM8; 2018 MX6;
(433); (719); (1627); (2061); (3122); (6569); (7889); (8037); (9856); (13553); (14402); (15745); (16834); (16960); (25916); (36183); (37336); (65996); (66251); (66391); (68347); (68950); (85628); (85989); (115052); (138847); (139289); (139345); (141484); (152637); (153957); (162168): (163243); (172034); (184990); (194126); (212359); (220839); (283729); (306918); (337084); (374851); (388945); (398188); (415029); (441987); (444193); (450648); (455550); (467309); (469737); (475967); (498548); (518463);

K38 - Osservatorio: M57 Observatory

Osservatore: Giorgio Baj

Strumentazione: 0.30-m f/5.5; Ritchey-Chretien; CCD 1536x1024; Campionamento 2.2"/pixel; Fov 28.5'x 19'

06.30 2018 MG7

06.30 (68347) 2001 KB67

06.29 2018LF5

06.29 2018 MB7

06.26 2018 MM8

06.26 (283729) 2002 UX

06.22 2018 MX6 = ZM26D52 [MPEC 2018-M84]

06.22 2018 MY6

06.22 (139345) 2001 KA67

06.18 (467309) 1996 AW1

06.18 (66391) 1999 KW4

06.18 21P(Giacobini-Zinner)

06.14 2018 LO5 = P10HM79 [MPEC 2018-M13]

06.14 C/2018 C2 (Lemmon)

06.14 2018GA5

06.08 (139345) 2001 KA67

06.08 (68347) 2001 KB67

06.08 (66391) 1999 KW4

06.06 2018 KJ3

06.05 2018 LK = A1075Tq [MPEC 2018-L13]

06.04 2018 LJ = ZL1ECBE [MPEC 2018-L10]

06.04 2018 LN = P20HAV7 [MPEC 2018-L16]

06.01 2018 JE1

05.31 2018 EJ4

05.24 2018 EJ4

05.24 2018 BY2

K41 Vegaquattro Astronomical Observatory

Osservatore: Valter Luna

Strumentazione: SC 0,3m f/3.36, FOV 23x15, risoluzione 1,84”/pixel.

NEO CONFIRM - MPEC

2018 JE5

2018 KK

2018 KJ3

331P/GIBBS

2018 LO5

TNO – Astrometria

28978 (Ixion)

50000 (Quaoar)

90568

307261

K63 G. Pascoli Observatory
Osservatore:Roberto Bacci
Strumentazione: Newton 0,40 m f 3.2 + CCD

9 Nea Misurati
8 Circolari MPEC
2018KN,2018KF1,2018KL1,2018KM1,2018KV,2018LG1,2018EJ4,2018LT6,2018EJ4

K73 Gravina in Puglia,

Osservatore: Franco Taccogna

Strumentazione: Newton 200/1000 + ASI 120MM

Totale misure inviate 95

ASTEROIDI:

2015 DP155 PHA 3 misure, stack di osserv. 30

2018 HV2 NEA 5 misure, stack di osserv. 85

(158) Koronis Main Belt 5 misure, stack di osserv. 50

(1627) Ivar NEA 14 misure, stack di osserv. 140

(3800) Karayusuf Mars-crosser 11 misure, stack di osserv. 130

(25916) NEA 3 misure, stack di osserv. 36

(66391) PHA 13 misure, stack di osserv. 130

(138847) NEA 3 misure, stack di osserv. 40

(164121) PHA 17 misure, stack di osserv. 269

(220839) PHA 19 misure, stack di osserv.e 286

Totale osservazioni 1233

Non sempre il cielo è stato ottimale per un cielo urbano e spesso coperto.

Pubblicato in UAI NEWS

Sull'ultimo numero del Minor Planet Bulletin (44-4) è stato pubblicato un articolo frutto della collaborazione nell'ambito della Sezione Asteroidi UAI. L'intento della collaborazione era quello di sperimentare sul campo le tecniche della fotometria asteroidale. Il supporto dei membri più esperti ha permesso di chiarire i dubbi ed affinare le tecniche di ripresa e di analisi. Per questa prima collaborazione sono stati selezionati degli asteroidi di fascia principale con periodi di rotazione noti ed inferiori a 4 ore.

A questa collaborazione hanno partecipato: Giorgio Baj, Vito Tinella, Mauro Bachini, Giacomo Succi, Giovanni Battista Casalnuovo, Paolo Bacci ed infine Lorenzo Franco per l'analisi e la stesura del testo dell'articolo.

Possiamo considerare estremamente positivo questo primo "tangibile" risultato che sicuramente invoglierà altri astrofili della sezione ad intraprendere questo interessante e poco esplorato settore della ricerca asteroidale.

 

sez asteroidi bulletin

Pubblicato in UAI NEWS

Nel periodo Marzo-Aprile 2017 gli astrofili italiani hanno ottenuto importanti risultati nell'osservazione degli asteroidi, in modo significativo nell'astrometria di oggetti presenti nella pagine NEOCP del Minor Planet Center e nel follow-up di NEA (Near Earth Asteroid).

Di particolare interesse, sopratutto mediatico, è stato il passaggio ravvicinato dell'asteroide 2014 JO25 nelle notti del 19-20 Aprile. Alcune delle immagini ottenute dagli osservatori italiani sono state pubblicate sul sito dell' UAI nella sezione divulgazione. Sono state ottenute molte misure di posizione (pubblicate sul sito del NEODyS). Alcuni osservatori hanno osservato l'asteroide per alcune ore con l'intento di ottenere la curva di luce, al momento i dati sono ancora in elaborazione. Le “immagini” radar ottenute dal radio-telescopio di Goldstone mostrano una forma che ricorda la cometa 67P.

La campagna osservativa proposta dalla Sezione ha permesso di ottenere, con la collaborazione di vari osservatori, la curva di luce completa degli asteroidi: (1022) Olympiada, (1338) Duponta, (1602) Indiana, (2501) Lohja.
Nell'immagine 1 si nota la differenza di aspetto della curva di luce ottenuta dagli astrofili italiani nel 2017, e quella ottenuta da altri osservatori nel 2008.

asteroidi marzo aprile 2017

Fig. 1 Curve di luce dell'asteroide (1022) Olympiada ottenute nel 2008( in verde) e nel 2017 (in rosso) dagli astrofili italiani


Inoltre, sono stati osservati 6 oggetti della lista FUAP progetto dell'UAI.

Alcuni osservatori si sono cimentati nell'osservazione di oggetti TNO (Trans-Neptunian Object) riuscendo a effettuare misure astrometriche.

Purtroppo al momento non sono ancora reperibili sul sito del Minor Planet Center i nuovi dati relativi alle misure di asteroidi e comete effettuati dagli osservatori, pertanto non siamo in grado di effettuare un report aggiornato.

Si segnala inoltre l'intervista al Prof. Andrea Milani Dipartimento di Matematica dell'Università di Pisa e all'astronomo Fabrizio Bernardi (scopritore di Apophis e di una Cometa) e Amministratore di SpaceDys
reperibile all'URL https://youtu.be/dqfKZR42o-Y nella quale forniscono utili consigli agli astrofili.
( Si ringrazia Domenico Antonacci Presidente dell'ACA – Associazione Cascinese Astrofili – per aver organizzato l'incontro tra astrofili e professionisti).

Il gruppo di discussione asteroid UAI ( AsteroidUAI@yahoogroups.com), recentemente istituito, conta attualmente 52 iscritti.

Sul sito della Sezione (http://asteroidi.uai.it/) è disponibile la “Scheda Osservatorio” con la quale stiamo cercando di censire gli osservatori che si occupano dello studio dei pianetini. Al momento abbiamo ricevute 26 schede.

Di seguito il riassunto dei risultati ottenuti dagli osservatori italiani inviateci alla mail asteroidi@uai.it

104 - San Marcello Pistoiese, Osservatori: Paolo Bacci, Martina Maestripieri
Strumentazione: Newton 0,60-m F/4, FOV 35'x35', risoluzione 2”/pixel
MPEC: 56 - (di cui una relativa ad nuova cometa ed una di misure sulle comete)
Asteroidi : 62 NEA, 232 misure di NEA (tra cui 2014 JO25 passato a meno di 2 ml di km dalla Terra), 1 virtual impactor.
2003BD44, 2009HS2, 2014JO25, 2014NZ64, 2017DS109, 2017EA3, 2017ED4, 2017EE23, 2017EE3, 2017EE4, 2017EF, 2017EF3, 2017EH4, 2017EJ, 2017ER22, 2017ES22, 2017EZ2, 2017FB102, 2017FC101, 2017FH, 2017FK, 2017FL101, 2017FM128, 2017FM2, 2017FO101, 2017FP127, 2017FP128, 2017FQ, 2017FQ101, 2017FR101, 2017FR128, 2017FS101, 2017FT101, 2017FT102, 2017FT128, 2017FU101, 2017FV101, 2017FX101, 2017FY101, 2017GB8, 2017GM4, 2017GS4, 2017GT4, 2017GT5, 2017GU4, 2017HA5, 2017HC1, 2017HD49, 2017HF1, 2017HG1, 2017HH1, 2017HH2, 2017HJ2, 2017HO3, 2017HP3, 2017HQ3, 2017HT49, 2017HU2, 2017HU49, 2017HV2, 2017HW4, 2017HY3, 2017HY4, 2017HZ49.
Curve di luce: NEOCP P10ZSBY ( 2017 DS109), 3 sessioni su 143404, 4 sessioni su San Marcello (dati
in elaborazione), 2 sessioni su 2014 JO25.
TNO: due sessioni su 2012 BW154 (non trovato)

107 Cavezzo Osservatori: Roberto Bonomi, Mauro Facchini
Strumentazione: Newton reflector 40cm f/5.5 +CCD, FOV 28’ x 21’, risoluzione 1,51 ‘’/pixel
MPEC: 3 - ( 2017 FP128, 2017 GM8, 2017 HU2 )
Asteroidi : 34 di cui 24 NEA (9 numerati, 15 non numerati) per un totale di 150 posizioni astrometriche
Soddisfazione per l’astrometria del TNO (136108) HAUMEA ripreso il 04/09/2017 e il 04/12/2017
Tutte le osservazioni sono state effettuate con filtro Rc fotometrico

203 GIAGA – Osservatori Gianni Galli
Strumentazione: Schmidt-Cassegrain (C11) 0,28m F/6,86, SBIG ST8XME con FOV 24,7' X 16,4' e risoluzione 1,93" X 1,93" (binning 2)
MPEC: 7 - (2017 FL101, 2017 FT101, 2017 GU4, 2017 GT4, 2017 GB8, 2017 HF, 2017 HB1)
Asteroidi: N. 8 misure di 4 asteroidi, di cui 2 NEO
Occultazioni: osservazione dell'occultazione di TYC 0282-00632-1 da parte di (952) Caia del 8/4/2017 ora U.T. 00.05.06 max durata 5,5" e delta magn. 2,9: esito negativo.

204 Osservatorio Astronomico Schiaparelli Osservatore: Luca Buzzi
Strumentazione: Telescopio 0.60-m f/4.64 + SBIG ST10-XME, Campo 18’ x 12’ @ 1.5”/pixel (bin 3x3)
MPEC: 35 - NEOCP 37 - ( 2017 EZ2 ,2017 EH3 ,2017 ET2 ,2017 EY2 ,2017 EA3 ,2017 EF3 ,2017 ED4 ,2017 EE4 ,2017 ET22 ,2017 EQ22 ,2017 FH ,2017 EE23 ,2017 FQ ,2017 FS ,2017 FD1 ,2017 FT101 ,2017 FY101 ,2017 FL101 ,2017 FO101 ,2017 GM7 ,2017 GS6 ,2017 GG6 ,2017 GR6,C/2017 G3 ,2017 GK7 ,2017 GL7 ,2017 GO7 ,2017 HB1 ,2017 HY ,2017 HH2 ,2017 HG2 ,2017 HU2 ,2017 HV2 ,2017 HO3 ,2017 HW4 ,2017 HY4 ,2017 HA5)
Follow-Up NEA: 88 ( K12D32R,K17E00K,K17E01H,K17E00N,K17D36A,K17E02X,K17E03E,K17C32R,K17DA9B,K17D37Y,K17D38E,K17D34W,K17DA8Z,K17E00C,K17E04E,m3656,K17E00U,K17E04H,K17F00K,K17E03K,K17D38C,K17E04G,K17E00L,K17F63R,K17F91R,K17FA1R,K17F91S,K17F01E,K17F64P,K17G04U,K17FA1H,K17FC8Q,K17G04K,K17G04M,K17G04O,K17G04T,K03O00V,K17F03E,K16GD5H,K17C00S,K17F00V,K17F64X,K17B85G,K17C01H,K17E03B,K17D71A,m4795,l4179,K10U00D,K17FA1S,K17A05C,K17G05T,K17F03H,K17F63K,K17F63O,K17F01L,K14J25O,K17F90W,K17F00T,K17F00Y,K05GC0B,K12H08N,K17FC8G,K17H00D,K17G08B,K17G06V,K17F90J,K17G06W,K17H00U,K17H01F,K17H01K,K05G59O,K16J00P,K17G04M,K11G62L,K17H01A,K17H01F,K17H01H,K17G06T,K17H03P,K17H03U,K17H03T,K16X02H,K17D2014 JO2535S,K17FC8E,K16G06U,K17H01C,K17H00H)

160 Castelmartini Osservatore: Enrico Prosperi
Strumentazione: 0.35-m f/10 Schmidt-Cassegrain
MPEC: 33
Asteroidi: 243 oggetti misurati tra comete e asteroidi e NEOCP
NOTA: Non è stato possibile inserire tutte le osservazioni ottenute dal Prosperi per motivi di spazio, questo osservatorio ormai da anni è il primo in Italia come numero di misure astrometriche, svolgendo davvero un notevole lavoro


A29 Santa Maria a Monte Osservatori: Mauro Bachini, Giacomo Succi, Elia Dal Canto
Strumentazione: 0.40-m Netwon f/5 FOC 23x23 risoluzione 1.34”/pixel
MPEC: 6 - 2017 DV108, 2017 EZ2, 2017 EZ3, 2017 FL101, 41P
Asteroidi: 2014 JO25
Curva di Luce: 1022 Olympiada 2 sessioni; 1602 una sessione, 1338 2 sessioni, 2501, 3 sessioni,

B66 Osservatorio di Casasco – Osservatore : Walter Borghini
Strumentazione: Ritchey-Chretien 0,40 m f/7,3 - CCD Sbig ST9-E - FOV 12'x12' - risoluzione 1.41"/pixel.
Osservati 9 asteroidi:
4 sono nella lista FUAP: 2017 AC5, 2017 BL5, 2017 DM7, 2017 DQ91;
4 sono PHA: 2002 VU94, 2002 CE, 2001 HZ7, 2003 BD44 è transitato a soli 0,055 U.A. ;
1 è un NEO: 2007 RV17
Totale 23 misurazioni nelle notti del 3, 23, 28, 29 aprile.

C77 Bernezzo Observatory Osservatore: Andrea Mantero
Strumentazione: 0.25-m newton f/4
MPEC: 15

K38 "Osservatorio M57" Saltrio (Va), Osservatore: Giorgio Baj,
Strumentazione: 0.30-m f/8 Ritchey-Chretien + CCD, campionamento 1.73"/pixel, Fov 21'x 14'
MPEC: 5 - [2017 EC, 2017 DS109, 2017 FQ128, 2017 GM4, C/2017G3 (PANSTARRS)]
NEOCP: 2 - (2017 BZ30, 2001 HJ30)
In remoto da Siding Spring - Australia, 1 circolare MPEC con cod:Q62. C/2017 E3 (PANSTARRS)
In remoto da : Auberry California USA - cod:U69 Comet C/2017 E5 (misure inviate ma arrivate in ritardo per ottenere la MPEC)
Fatta astrometria da liste del FUAP + NEO Earth Close Approaches, 2017 FU64, 2017 AC5, 2017 DG36, 2017 BZ30, 2008 EZ5, 2008 DE.
Curve di luce: 1022,1602,2501,136108 (campagna osservativa UAI)
Seguito l'evoluzione della cometa 41P con astrometria e tentativo fotometrico.

K41 Vegaquattro Astronomical Observatory, Osservatore: Valter Luna,
Strumentazione: SC 0,3m f/3.36, FOV 23x15, risoluzione 1,84”/pixel.
MPEC : 1 - (2017 HU49)
Osservati 5 asteroidi per un totale di 176 misure
TNO: 136108 (Haumea) e 136472 (Makemake) per un totale di 11 misure
Osservata 1 cometa per un totale di 85 misure

K51 Osservatorio del Celado, Riccardo Furgoni, Giancarlo Favero,
Strumentazione: Newton 0,80m F/4, FOV 16.4'x10.7', risoluzione 1.31”/pixel.
MPEC : 23 - (2017 DK109, 2017 DN109, 2017 E022, 2017 ER22, 2017 ET22, 2017 FH, 2017 FL101, 2017 FN101, 2017 FQ101, 2017 FR101, 2017 FS101, 2017 FT101, 2017 FW101, 2017 FX101, 2017 FM102, COMET C/2017 E5, COMET C/2017 F1, 2017 HG1, 2017 HJ1, 2017 HF1, 2017 HH1, COMET C/2017 G3, 2017 HU2).
Abbiamo ottenuto 3 CBET (n. 4379, 4380, 4386) relative alle comete C/2017 E5 (Lemmon), C/2017 F1 (Lemmon), C/2017 G3 (Panstarrs).

K63 Castelvecchio Pascoli Osservatore: Roberto Bacci
Strumentazione: 0.30-m Netwon
MPEC: 12 - 2017 DA38, 2017 FQ127, 2017 FO128, 2017 FQ128, 2017 FP128, 2017 GM4, 2017 GU4, 2017 GB8, 2017 HH, 2017 HJ, C2017 G3 (PANSTARRS)
Asteroidi: 43 misure di NEA

K65 N.A.R.O. Nicolini Astronomical Robotic Observatory, Osservatore: Tinella Vito
Strumentazione: Meade 16" ACF 0,40-m F/7, FOV 11,5x11,5, risoluzione 1,37”/pixel.
MPEC :6 (2017-F14, 2017-F16, 2017-F24, 2017-F174, 2017-H15, 2017-J27 ), più 1 MPEC (MPEC 2017-H42 _ COMET C_2017 G3 PANSTARRS).
Osservati 12 asteroidi di cui 5 NEO, 5 Main-Belt di cui 2 le misure astrometriche non sono andate a buon fine (1988 RH9 - 2016 UJ57), 1 PHA (2017 CS) e 3 Mars-Cross per un totale di 32 misure astrometriche.
Ha partecipato alla campagna osservativa degli asteroidi UAI 1022, 1602 e 2501, ottenendo le relative curve di luce grazie al prezioso aiuto di Paolo Bacci e Giorgio Baj.

K73 Gravina in Puglia (BA) Osservatore: Franco Taccogna
Strumentazione :
Asteroidi: 339 misure - (82) Alkmene. PHA (5604), NEA (11398), PHA (90075), PHA (143404), 41P/Tuttle-Giacobini-Kresak
Curva di Luce: (1022) Olympiada, (1338) Duponta, (1602) Indiana, (2501) Lohja.

Paolo Bacci Gianni Galli – responsabili SdR Asteroidi
mail asteroidi@uai.it Mail List AsteroidUAI@yahoogroups.com

Pubblicato in UAI NEWS

Resoconto gen-feb 2017


L'attività svolta dagli osservatori amatoriali italiani nei primi due mesi del 2017 ha permesso di ottenere interessanti risultati nella ricerca e studio degli asteroidi.

Una delle principali novità della SdR Asteroidi dell' UAI – Unione Astrofili Italiani – è stata l'attivazione della mail list “Asteroid_UAI” (asteroiduai-subscribe@yahoogroups.com ), nella quale vengono condivise le conoscenze degli astrofili in questo settore. In particolare è stato attivato un servizio che giornalmente segnala agli iscritti la presenza nella pagina NEOCP del Minor Planet Center di asteroidi particolarmente luminosi.  

Piero Baruffetti del GAM - Gruppo Astrofili Massesi -  segnala l'occultazione asteroidale del Pianeta Nano (136108) Haumea, per il giorno 21 gennaio con inizio alle ore 02:56 UT. 

Dalle effemeridi la durata dell'evento era prevista in 112 sec. con un drop di 0.8 mag., per cui sono state effettuate pose brevi tra 10 e 15 secondi per ciascuna immagine al fine di poter rilevare il calo di luminosità.

La campagna osservativa proposta dall'astronomo Jose Luis Ortiz (Instituto di Astrofisica de Andalucia, Granada) – scopritore di Haumea – viene raccolta da diversi osservatori italiani, tra cui San Marcello (104) Paolo Bacci, Martina Maestripieri, Leonardo Mazzei Luca Nerli; Astronomical Observatory of the Aosta Valley Autonomous Region (OAVdA) (B04), Albino Carbognani; Astronomical Center Mauro Bachini, Gicomo Succi, Fabio Martinelli; Castelvecchio Pascoli (K63) Roberto Bacci.

I dati raccolti dagli osservatori, sono stati inviati all' Astronomo Albino Carbognani che dopo averli esaminati li ha successivamente inviati ad Ortiz il quale ha confermato che almeno in un caso è stato registrato l'evento.  

Il 29 gennaio il team guidato da M. Bachini, composto da G. Succi e E. Del Canto, dall'osservatorio di Santa Maria a Monte (A29), utilizzando il telescopio da 0.40-m f/5, hanno rilevato l'occultazione asteroidale di (51) Nemausa con esito positivo.

 res gen-feb 2017

Fig. 1 – Occultazione dell' Asteroide (51) Nemausa ripreso dall'osservatorio A29 Santa Maria a Monte (PI).

Nella stessa notte dall'osservatorio di San Marcello è stato determinato il periodo di rotazione dell'asteroide 2017 BJ30 in 0.0871 (circa 5 minuti), con un'ampiezza di 0,89 magnitudine, quando ancora era nella pagina NEOCP del MPC.

La curva di luce è stata rielaborata da A. Carbognani.

 res gen-feb 2017-1

Fig. 2 -  Curva di luce dell'asteroide 2017 BJ30 ottenuta dall'osservatorio (104) San Marcello.


In data 26/02/2017 alle ore 23:20, in quasi tutta l'Italia era visibile l'occultazione  asteroidale con protagonista l'asteroide (387) Aquitania ed una stella di magnitudine 12,3 in Bootes.3.

L'evento ancora una volta è stato ripreso dall'Osservatorio di Santa Maria a Monte (A29) utilizzando il telescopio Newton 400 F/5 + CCD ELectra DTA 4710 , questa volta usato in binning 2, il team composto da M. Bachini, G. Succi, E. Del Canto, hanno registrato un calo di luminosità sulla stella target per circa 10 secondi ( i dati sono ancora in elaborazione).

Non appena le condizioni meteo in Italia sono favorevoli gli osservatori amatoriali italiani diventano protagonisti nello studio degli asteroidi ed in particolar modo nel follow-up dei NEOCP. 

Gianni Galli co-responsabile della SdR Asteroidi dall'osservatorio GiaGa Observatory (203) utilizzando il telescopio da  0.28-m f/6.8 Schmidt-Cassegrain  è presente in 11 circolari MPCP osservando gli asteroidi 2017 DB, 2017 DF, 2017 DB , 2017 DE, 2017 CF32, 2017 BZ5, 2017 BW, 2017 BT, 2017 AG5, 2017 AT4,  2017 AS4.

Enrico Prosperi, che detiene il maggior numero di osservazioni di asteroidi in Italia effettuate dal proprio osservatorio di Castelmartini (160)  0.35-m f/10 Schmidt-Cassegrain, è presente in 18 MPEC del MPC.

Dall'osservatorio G. Pascoli Observatory (K63) 0.30-m f/4 Newtonian Roberto Bacci ha ottenuto 13 MPEC.

Andrea Mantero utilizzando il proprio telescopio  0.25-m f/4 reflector da  Bernezzo Observatory (C77) risulta presente in 10 MPEC.

Roberto Bonomi con il telescopio  0.4-m f/5.5 reflector di Cavezzo (107) è riuscito a osservare due nuovi NEA. 

Grande soddisfazione per l'osservatorio Santa Maria a Monte (A29) che utilizzando il telescopio 0.40-m f/5 reflector, M. Bachini, G. Succi per la prima volta sono presenti in 4 MEPC.

Dal M57 Observatory, Saltrio (K38) Giorgio Baj utilizzando il telescopio  0.30-m f/8 Ritchey-Chretien, ha ottenuto 10 circolari MPEC.

Vito Tinella da Cesena (K65) con il telescopio 0.40-m f/7 Schmidt-Cassegrain è presente in tre MPEC

L'osservatorio San Defendente (K33)  di Ercole Viano  0.28-m f/10 Schmidt-Cassegrain ha ottenuto due MPC

I più grandi telescopi amatoriali italiani hanno ottenuti i seguenti risultati:

104 San Marcello Pistoiese. P. Bacci, M. Maestripieri, L. Tesi, G. Fagioli.  0.60-m f/4  34 MPEC

204 Schiaparelli Observatory.  L. Buzzi.  0.60-m f/4.64  32 MPEC

587 Sormano.  Observers A. Fumagalli, F. Manca, P. Sicoli, A. Testa.  0.5-m f/6.8 19 MPEC

595 Farra d'Isonzo.  Observers G. Ierman, E. Pettarin, F. Piani.   0.61-m f/4.0  31 MPEC

K51 Osservatorio del Celado, Castello Tesino.  G. Favero, R. Furgoni. 0.80-m f/4  23 MEPC.

Walter Borghini ha effettuato una sessione astrometrica nella quale ha misurato alcuni asteroidi presenti nella pagina FUAP della Sezione Asteroidi dell'UAI ( http://asteroidi.uai.it/)

Di seguito i risultati ottenuti dagli osservatori amatoriali:

tabella re gen-feb 2017

 Fig. 3 - a) Year, b) Code, c) Obs,  d) Num Mps,  e) Unnum Mps,   f) Comets,   g)Num Mps,  
h) Unnum Mps,   i) Comet, l) Naz.;  m) Observatory

 Davvero un inizio dell'anno promettente per gli astrofili italiani.

 

Paolo Bacci e Gianni Galli SdR Asteroidi UAI

Pubblicato in UAI NEWS
Giovedì, 26 Gennaio 2017 16:56

Cambio al vertice della SdR Asteroidi

All’inizio di gennaio Sergio Foglia ha dato le dimissioni da Responsabile della Sezione Asteroidi della UAI; a nome di tutta la UAI ringrazio Sergio per la passione e la competenza dimostrata in questi 20 anni di servizio a favore di tutti gli astrofili italiani e dell’associazione. Chi scrive ha mosso i suoi primi passi nello studio degli asteroidi grazie all’aiuto e all’incoraggiamento di Sergio che sicuramente non fara' mancare anche nei prossimi anni la sua collaborazione alla sezione di ricerca ed a tutti gli appassionati di astronomia.

Al suo posto il Direttivo UAI ha nominato Paolo Bacci che si era dichiarato disponibile ad assumere la funzione di Responsabile della sezione.

Paolo Bacci, nato nel 1968, e' astrofilo da sempre. Si occupa dello studio dei corpi minori del Sistema Solare dal 2006, quando inizia l'attivita' dal suo osservatorio di Capannoli (Codice MPC B09); nel 2007 entra a far parte dell’Associazione Astrofili Alta Valdera (AAAV) dove, con il telescopio da 50 cm di Libbiano (Codice MPC B33), scopre il suo primo asteroide oggi nominato PECCIOLI (331011). Dal 2010 opera dall’Osservatorio Astronomico della Montagna Pistoiese (Codice MPC 104), gestito dal GAMP - Gruppo Astrofili Montagna Pistoiese - utilizzando il telescopio da 60 cm. Nel corso delle varie attivita' (tra le quali astrometria, follow-up di NEA e più recentemente anche follow-up e recovery di TNO) scopre il primo asteroide classificato PHA in Italia (2011 QY39).
Svolge attivita' di fotometria asteroidale (curve di luce) ed in tale occasione sono state individuate 3 nuove stelle variabili.

Il suo sito internet è backman.altervista.org.

Gianni Galli
Giaga Obs. MPC 203
Membro della Sezione Ricerca Asteroidi della UAI

Pubblicato in UAI NEWS

La notte del 15/1/2016 l’Osservatorio Catalina negli USA ha scoperto un nuovo asteroide, denominato 2016 AK193: l’oggetto è un PHA (Potentially Hazardous Object – asteroide potenzialmente pericoloso per la Terra) con MOID (distanza minima con l’orbita terrestre) di 0.0398 AU (circa 5.9 milioni di KM, quasi 20 volte la distanza Terra-Luna), Nella circolare MPEC 2016-B29 pubblicata il 18/1/16 sono riportate le osservazioni di scoperta fatte dal Catalina ed il follow-up (osservazioni di conferma dell’oggetto appena scoperto) effettuato da 14 osservatori sparsi nel Mondo.

 

2016 AK193 crop

 

E’ da sottolineare che ben il 50% di questi osservatori sono situati in Italia, segno della costante ed intensa attività degli astrometristi italiani.

Gli osservatori italiani citati nella circolare sono i seguenti (in ordine di codice osservatorio): 104 San Marcello Pistoiese, 160 Castelmartini, 203 GiaGa Obs., 204 Schiaparelli Obs., 595 Farra d’Isonzo, K38 M57 Obs., K51 Osservatorio del Celado.

Gianni Galli e Sergio Foglia (UAI – Sez. Asteroidi)  

Pubblicato in UAI NEWS
TOP