Martedì, 08 Gennaio 2019 11:06

L’impegno dell’Unione Astrofili Italiani per una cultura astronomica senza barriere

Scritto da  Comunicazione UAI
Vota questo articolo
(0 Voti)

ImmagineRendere l’astronomia un patrimonio accessibile a tutti, offrendo anche alle persone con disabilità la possibilità, normalmente preclusa, di provare l’emozione della scoperta del cielo. Con questa finalità è nato nel 2016 il progetto nazionale “Stelle per tutti”, promosso dall’Unione Astrofili Italiani (UAI) e realizzato con il contributo del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, poi proseguito con la costituzione del gruppo “UAI - Divulgazione inclusiva”. Il gruppo, che include una decina di Associazioni astrofile del territorio nazionale e in costante crescita, ha all’attivo già tante esperienze di divulgazione inclusiva e progetta un primo meeting nazionale a Roma nelle giornate del 2 e 3 marzo 2019.

Da circa 10 anni varie associazioni astrofile hanno realizzato attività e sviluppato competenze nell’ambito della divulgazione inclusiva. Il progetto “Stelle per tutti” ha inteso mettere a fattor comune queste esperienze, segnando l'avvio, a livello nazionale, della Divulgazione Inclusiva come disciplina specifica tra gli astrofili. Il progetto “Stelle per tutti” ha previsto numerose iniziative volte a consentire l’osservazione diretta del cielo e l’approfondimento delle tematiche connesse a persone con disabilità. In particolare, dopo una fase preparatoria di raccolta di best practices si è proceduto alla preparazione di un corso di formazione per operatori nel settore della divulgazione scientifica “inclusiva”. Dopo questo momento formativo sono stati realizzati due corsi residenziali di astronomia per ciechi e ipovedenti, iniziativa del tutto unica nel panorama nazionale e dal forte valore sociale, basata sull'esperienza ormai pluriennale in questo campo dell'Associazione Pontina di Astronomia (APA). I corsi sono stati svolti a Latina dall'APA e a Cuneo dall'Associazione Astrofili Bisalta, in collaborazione con le sezioni locali dell'Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, e continuano a essere proposti con periodicità annuale. Si è poi proceduto alla pianificazione, promozione e realizzazione di un programma nazionale di “Star Party della solidarietà” rivolti alle persone affette da disabilità motoria. Infine a giugno 2017 è stato organizzato un evento nazionale intitolato “Il Cielo, a portata di mano” con eventi serali pubblici presso Osservatori astronomici amatoriali distribuiti su tutto il territorio nazionale.

L’esperienza del progetto “Stelle per tutti” è proseguita con la costituzione del gruppo “UAI – Divulgazione inclusiva”, che riunisce, oltre alle Associazioni astrofile aderenti al progetto iniziale, tutte le Associazioni attive o interessate ad attivarsi in questa nuova disciplina. Missione del gruppo, costituire un riferimento concreto e operativo per la divulgazione inclusiva in campo astronomico in Italia, sia per le associazioni astrofile che per le associazioni di categoria, per gli enti istituzionali, per la stampa e per il pubblico, in modo da facilitarne lo sviluppo tramite la realizzazione e la diffusione di esperienze concrete.

Tante le azioni finora realizzate dal gruppo nell'ambito della divulgazione inclusiva. Sul sito  www.uai.it/stellepertutti, che costituisce lo strumento di collaborazione e comunicazione del gruppo, le persone con disabilità, le associazioni di categoria e gli organi di stampa possono entrare in contatto con la comunità nazionale di astrofili, trovare indicazioni sulle associazioni e sugli eventi per disabili organizzati a livello nazionale e locale, possono inoltre accedere a risorse che consentono di avvicinarsi alla conoscenza dell'Universo, come le pillole di astronomia. Le Associazioni e gli astrofili possono invece avere l'opportunità di condividere best practices, sia per la costruzione di strumentazione che per la definizione di metodologie operative e “attività tipo”, possono apprendere dalle esperienze degli altri, contribuire allo sviluppo della disciplina, entrare in contatto con associazioni di categoria e con esperienze nazionali e internazionali e ricevere assistenza. Ampie pagine del sito contengono materiali utili per organizzare in maniera efficace attività per persone con diverse forme di disabilità, per esempio: dettagliate istruzioni su come modificare telescopi e/o montature per consentire le osservazioni in carrozzina e un'ampia rassegna di strumenti tattili. 

Le Associazioni aderenti al gruppo e attivamente impegnate a promuovere una cultura astronomica senza barriere sono distribuite dal nord al sud Italia. Il gruppo è aperto a chiunque abbia voglia di attivarsi nella divulgazione inclusiva dell'astronomia. I nuovi membri del gruppo si registrano sul sito e possono iniziare a scambiare esperienze e a pubblicare eventi di interesse per disabili. Tra i prossimi impegni del gruppo vi è quello di organizzare nelle giornate del 2 e 3 marzo un meeting a Roma: momento privilegiato di riflessione, di confronto e di crescita. É già pianificata per l’8 giugno anche una Giornata Nazionale della divulgazione inclusiva dell’Astronomia, con serate osservative pubbliche e osservatori aperti anche alle persone con disabilità.

Per maggiori informazioni, per aderire al gruppo e contribuire alla Divulgazione Inclusiva, si rimanda al sito del gruppo (www.uai.it/stellepertutti).

Letto 137 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti
TOP