Martedì, 18 Settembre 2018 19:52

L’Unione Astrofili Italiani partecipa alla Notte Europea dei Ricercatori

Scritto da  UAI - Unione Astrofili italiani
Vota questo articolo
(0 Voti)

Notte europea dei ricercatori 2018-1

In arrivo la 13ª edizione della Notte Europea dei ricercatori, la più importante manifestazione di comunicazione scientifica in Europa. L’Unione Astrofili Italiani(UAI), da sempre in prima linea nel campo della promozione e diffusione della cultura scientifica, vi aderisce e nella notte di venerdì 28 settembre organizza tante prestigiose iniziative lungo tutta la penisola. In totale sono ben dieci le Delegazioni territoriali dell’UAI coinvolte nell’organizzazione di eventi all'insegna della scoperta della scienza e della ricerca degli astrofili. La Notte europea dei ricercatori è promossa dalla Commissione europea ed è coordinata, in Italia, dall'Associazione Frascati Scienza.

Scopo della manifestazione, avvicinare i cittadini al mondo della scienza e della ricercae, in particolare, incentivarli a partecipare alla ricerca scientifica, come risulta chiaro dal tema della nuova edizione e valido per il biennio 2018-2019: BE a citizEn Scientist”, abbreviato in BEES. Si prende spunto proprio dalle laboriose api e dalla loro società, dove il contributo fornito da ogni singolo componente risulta importante per il benessere dell’intera collettività. Tutti i cittadini sono invitati quindi a farsi fautori di scoperte scientifiche, al fianco dei ricercatori, e a vivere la scienza da protagonisti oltre ad esserne fruitori.

Lo sanno bene gli astrofili che con le loro attività di ricerca amatoriale apportano un grande e valido contributo all’avanzamento delle conoscenze scientifiche. Proprio la ricerca degli astrofili sarà la protagonista indiscussa dell’evento organizzato dall’Associazione Tuscolana di Astronomia (ATA), Delegazione UAI della provincia di Roma, il 28 settembreal Parco astronomico “Livio Gratton” di Rocca di Papa. Gli esperti dell’Associazione illustreranno tutti gli ambiti di attività di ricerca dell’ATA e offriranno al pubblico osservazioni guidate degli oggetti celesti visibili. La ricerca condotta dagli astrofili sarà al centro anche dell’evento organizzato dall’ATA il 28 e 29 settembre presso Piazza Marconi a Frascati, dove verrà allestita una postazione divulgativa collegata in remoto con la stazione di ricerca del Parco astronomico di Rocca di Papa. Infine presso la sede dell'Agenzia Spaziale Europea di Frascati verranno allestiti sia i telescopi che il Planetario digitale itinerante per condurre il pubblico in un emozionante viaggio alla scoperta del nostro Universo.

Tante altre iniziative “targate” UAI animeranno la Notte Europea dei Ricercatori nel Lazio. Il Gruppo Astrofili Monte Lepini, altra Delegazione UAI della provincia di Roma, organizzerà il 28 settembre presso l’Osservatorio di Gorga un Astroshow, in cui grazie a un modello del Sistema Solare sarà possibile comprendere le scale delle distanze e delle dimensioni dei pianeti. Si passerà poi dal modello alla realtà e quindi all’osservazione di tutti i pianeti visibili al telescopio. Emozionanti osservazioni astronomiche saranno offerte anche dall’Associazione Astronomica Frusinate e saranno abbinate venerdì 28 settembre a una conferenza sul Sistema Solare presso il Liceo classico Turriziani di Frosinone e sabato 29 settembre alla visita all’Osservatorio astronomico di Campo Catino a Guarcino (FR), gestito dall’Associazione, durante la quale verranno illustrate le ricerche che vi vengono svolte, in particolare nel campo della ricerca dei pianeti extrasolari.

In Toscana l'Unione Astrofili Senesi offrirà al pubblico venerdì 28 settembre una serie di incontri scientifici presso l'Osservatorio Astronomico Provinciale di Montarrenti (Sovicille, Siena) sul tema della ricerca della vita nell'Universo. A fare da relatore sarà il Dott. Giorgio Bianciardi, ricercatore e docente presso l’Università degli Studi di Siena. Previste anche osservazioni del cielo con i telescopi dell'Osservatorio. L’Associazione Astrofili di Piombino organizzerà invece il 28 settembre presso l’Osservatorio Astronomico di Punta Falcone a Piombino (LI) una serata osservativa e una mostra di pannelli illustrativi sul Sistema Solare, con la partecipazione del Dott. Ruggero Stanga del Dipartimento di fisica e astronomia dell'Università di Firenze/Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN).

Anche il sud Italia pullula di iniziative organizzate dalle Delegazioni dell'UAI. A Nuoro, presso l’ex mercato civico, l’Associazione Astronomica Nuorese offrirà il 28 settembre laboratori e giochi dedicati alla scoperta dell'elettromagnetismo e dell'elettrostatica e osservazioni dei corpi celesti al telescopio. In provincia di Potenza, invece, l'Associazione Teerum Valgemon Aesai organizzerà presso il Planetario e Osservatorio astronomico di Anzi sia venerdì 28 settembre che sabato 29 settembre seminari sulle missioni spaziali e sulle nuove frontiere della ricerca astronomica e, in particolare, sull'esplorazione di Marte e della Luna e osservazioni ai telescopi di questi corpi celesti. Per finire, a Scicli (RG), presso Villa Penna, il Centro Ibleo Studi Astronomici Pleiades il 28 settembre proporrà “A spasso per il Sistema Solare”: un appassionante viaggio alla scoperta del Sole, dei Pianeti e di tutti i corpi principali del nostro Sistema Solare, con la possibilità di osservarli sotto la guida di ricercatori professionisti e astrofili.

Il Sistema Solare verrà esplorato nei minimi dettagli anche presso l'Osservatorio Astronomico di Monteromano (RA), gestito dal Gruppo Astrofili Anatares, in occasione dell'evento in programma sabato 29 settembre. Verranno esposti anche i risultati delle più importanti missioni condotte da sonde interplanetarie negli ultimi anni. La serata sarà arricchita dalle osservazioni ai telescopi di tutti gli oggetti celesti visibili, in particolare di Marte, Saturno e Giove. Da segnalare infine, non da ultima, la conferenza “Le stelle binarie interagenti” organizzata il 29 settembre dall'Associazione Astronomica Euganea presso la Sala consiliare “Casa dei Carraresi” del Comune di Due Carrare (PD). Scopo dell'evento, avvicinare i partecipanti alla fenomenologia delle stelle binarie interagenti presentando in modo chiaro e comprensibile alcuni dei principali fenomeni fisici di cui sono sede. Verranno inoltre illustrate semplici metodologie osservative, sia visuali che fotografiche, grazie alle quali i partecipanti potranno effettuare delle interessanti osservazioni con una semplice strumentazione.

Letto 204 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti
TOP