Martedì, 18 Settembre 2018 15:02

Scuola di Astronomia dell’ATA, al via all’Agenzia Spaziale Europea di Frascati la XV edizione

Scritto da  ATA - Associazione Tuscolana di Astronomia Livio Gratton
Vota questo articolo
(0 Voti)

Immagine SdA 2018-2019 

L’Associazione Tuscolana di Astronomia “Livio Gratton” (ATA) propone anche quest’anno, dopo il grande successo delle precedenti edizioni, la sua prestigiosa Scuola di Astronomia: un infallibile mix di lezioni teoriche e attività pratiche per avvicinarsi alla conoscenza del nostro Universo e per imparare a osservarlo al telescopio.

L’avvio della Scuola, articolata in corsi, è previsto martedì 16 ottobre presso la sede dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA-ESRIN) di Frascati.

Altra sede delle lezioni, il Parco astronomico “Livio Gratton” di Rocca di Papa, struttura scientifica di eccellenza nel territorio dei Castelli Romani e con strumentazione all’avanguardia. La Scuola di durata annuale è aperta a tutti, anche a chi non possiede alcuna conoscenza in materia. Si parte infatti con il corso base di astronomia, per poi passare al corso teorico avanzato e per finire a quello pratico, che consente di “imparare facendo”.

Le lezioni dei corsi, a loro volta suddivisi in moduli, tra loro complementari ma indipendenti, sono tenute da ricercatori ed esperti del settore con esperienza nel campo dell’educazione scientifica. La scuola rappresenta quindi un’eccellente opportunità di formazione in ambito astronomico ed è valida come corso di aggiornamento professionale per il personale docente, perché inserita nella piattaforma SOFIA del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), per l’acquisizione di crediti formativi scolastici e per arricchire il proprio curriculum.

La Scuola rappresenta inoltre il primo step formativo per diventare operatore dell’ATA e contribuire alla realizzazione di tutte le attività portate avanti dall’Associazione. Gli iscritti alla Scuola potranno conoscere i concetti essenziali dell’astronomia e acquisire le basi per l’osservazione del cielo con il corso base, in programma da ottobre a dicembre.

Con il successivo corso teorico avanzato intitolato “Le stelle e il cosmo” e articolato in tre moduli, che si svolgeranno da gennaio a giugno, sarà possibile invece capire come funzionano l’Universo e i suoi componenti principali, si comprenderà quindi come nascono e muoiono le stelle, come ci si immagina l’evoluzione dell’Universo e quali sono le caratteristiche dei corpi non stellari: pianeti e corpi minori.

Verrà ripercorsa l’affascinante storia dell’esplorazione del Sistema Solare e della ricerca di pianeti extra-solari che possano ospitare la vita, come noi la conosciamo. A chiudere il percorso formativo, il corso pratico “Osservazione e Ricerca amatoriale”, articolato in due moduli in programma da marzo a giugno presso il Parco astronomico “Livio Gratton” di Rocca di Papa, evoluzione del precedente Osservatorio “Franco Fuligni”. La struttura, recentemente inaugurata, include un planetario fisso, un rinnovato parco strumenti e un percorso illustrativo di strumenti astronomici storici, quali: il plinto di Tolomeo, la sfera armillare e il notturlabio, si configura quindi come luogo di eccezione per la didattica della scienza e per l’osservazione astronomica. Sotto la guida degli esperti dell’Associazione, i corsisti potranno imparare a scegliere e a usare il telescopio più adatto in base alle proprie esigenze e obiettivi, a organizzare e gestire una serata osservativa in proprio o a scopo divulgativo, a fotografare oggetti celesti sia a fini estetici che di acquisizione dati e a realizzare vere e proprie attività di ricerca.

La Scuola di astronomia dell’ATA è svolta in collaborazione con l’Unione Astrofili Italiani (UAI) e con il patrocinio del Parco regionale dei Castelli Romani e della Comunità montana dei Castelli Romani e Prenestini.

Letto 137 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti
TOP