Giovedì, 26 Aprile 2018 00:00

Osservatorio del Chianti, dal 4 al 6 maggio il Congresso dell’Unione Astrofili Italiani

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

osservatorio polifunzionale chianti

Sarà l’Osservatorio Polifunzionale del Chianti, nel Comune di Barberino Val d’Elsa (FI), a organizzare e a ospitare quest’anno, dal 4 al 6 maggio, il 51º Congresso dell’Unione Astrofili Italiani (UAI): il più importante appuntamento degli appassionati di astronomia in Italia. “Il Congresso - spiega il Presidente dell’UAI Mario Di Sora - è ormai dal 1968 il più atteso e privilegiato momento di incontro, condivisione e socializzazione della comunità degli astrofili, delle associazioni, degli osservatori, dei planetari e dei musei a tema astronomico-scientifico che si riconoscono nella UAI. Ma vuole rappresentare anche un’occasione di grande efficacia divulgativa e promozionale per l’attività astrofila, in grado di offrire spunti e stimoli per coltivare questa passione sana e stimolante, soprattutto pensando ai più giovani”.

Ricco e articolato il programma del Congresso, rinnovato rispetto agli anni precedenti. Previste due sessioni scientifiche che riassumeranno i migliori risultati “targati” UAI per mezzo di relazioni invitate a cura delle Commissioni UAI di Didattica, Divulgazione, Inquinamento Luminoso, Ricerca e Strumentazione, una sessione dedicata alle Delegazioni UAI e in particolare al processo di riforma che quest’anno entra nella fase esecutiva e una sessione assembleare plenaria, dove verranno presentate e discusse le relazioni gestionali e amministrative sull’attività dell’Unione. In programma anche gli eventi pubblici di grande interesse e valore. Tra questi, l'attesa consegna, il venerdì sera, del Premio Lacchini all'Astrofisica Patrizia Caraveo, e il sabato sera dei premi Falorni, Ruggeri e Astroiniziative.

Non mancheranno poi le occasioni di incontro con le scuole di ogni ordine e grado del territorio. Previsto, il venerdì mattina, un convegno a cura di esperti dedicato all’approfondimento di temi di grande rilevanza scientifica. L'attività didattica avrà la finalità di avvicinare i giovani all’affascinante mondo dell’astronomia e, in generale, della scienza, come sottolinea Luca Orrù, segretario dell’UAI: “Crediamo che l’astronomia, con il suo carico di storia millenaria e di fascino universale, sia lo strumento ideale per veicolare la cultura e la passione per la scienza, ancora troppo poco diffusa nel nostro Paese, da valorizzare e accrescere”. Offerta inoltre agli studenti e a tutti i partecipanti al Congresso una mostra fotografica di astronomia di sicuro impatto emozionale.

Previsto inoltre, al termine della prima giornata congressuale, uno Star Party presso l’Osservatorio Del Chianti. I partecipanti avranno la possibilità fare osservazioni con il telescopio Marcon da 80 cm di diametro, il più grande della Toscana. L’Osservatorio, situato all’interno del Parco Botanico del Chianti, si configura come location d’eccezione per l’osservazione astronomica. L’area è infatti caratterizzata dalla completa assenza di ostacoli naturali e artificiali, dall’elevazione sul livello del mare di 450 metri, da un moderato livello di inquinamento luminoso, praticamente assente in direzione sud, da un bassissimo livello di inquinamento acustico e dalla presenza di un’ampia area verde. Nella giornata conclusiva del Congresso si terrà invece un Solar Party.

A corollario degli eventi scientifici e divulgativi ci saranno infine gli eventi sociali e le attività turistico – culturali rivolte sia ai soci che ai loro accompagnatori. Tra i tanti eventi in programma, la visita alla Villa “Il Gioiello” a Firenze, celebre per essere stata l’ultima dimora dello scienziato Galileo Galilei, scomparso nel 1642. “Il Congresso dell’Unione Astrofili Italiani si conferma quindi, anche quest’anno, come la migliore occasione per scoprire, riscoprire o approfondire la passione per l’osservazione del cielo e per la scienza”, conclude Orrù.

N.B. Il Museo Galileo concederà l'entrata con biglietto scontato ai partecipanti nei giorni del Congresso.

 

PROGRAMMA

Venerdì 4 maggio 2018

10.00

Conferenza per le Scuole del territorio (trasmessa anche in diretta video)
G. Preti: C'è molto spazio nel quotidiano (ricadute per il cittadino dei programmi spaziali

  Inaugurazione mostra fotografica di astronomia
14.00 Apertura della segreteria del Congresso
17.00 Visita alla cantina Chianti DOCG Casa Emma
18.30 Saluto dei rappresentanti istituzionali
  Consegna del premio Lacchini all'Astrofisica Patrizia Caraveo e Lectio Magistralis
20.00 Cena a buffet
21.30 Notte Stellata UAI: star party pubblico e per astrofili. Per l’occasione l’OPC sarà aperto e si faranno osservazioni con il grande telescopio Marcon
  c/o Osservatorio Polifunzionale del Chianti

 

Sabato 5 maggio 2018

09.30 Apertura lavori congressuali
10.00 - 11.15

 

Sessione associazionismo astrofilo e attuazione riforma UAI

- 10.00: riforma UAI, stato dell'arte e attuazione (Luca Orrù)

- 10.30: i progetti nazionali UAI: risultati raggiunti e prossime opportunità (Luca Orrù)

- 10.50: focus sul progetto "Stelle per Tutti" (Cesare Pagano & AL.)

11.30 - 13.10

 

Sessione scientifica didattica, divulgazione e inquinamento luminoso

- 11.30: risultati attività didattica 2017 e programmi 2018. Focus su Scuole Residenziali e corsi accreditati (Antonietta Guerrieri)

- 12.00: l'attività divulgativa dell'UAI e le campagne nazionali (Paolo Volpini)

- 12.30: l'attività editoriale UAI e le evoluzioni attese (Giorgio Bianciardi)

- 12.50: la lotta all'inquinamento luminoso, stato dell'arte (Mario Di Sora)

 

13.30 Pausa Pranzo
14.30 Sessione plenaria:Assemblea dei Soci
  c/o Osservatorio Polifunzionale del Chianti

18.00 Premiazioni
- Cesare Guaita per il Premio Ruggeri
- Giancarlo Favero per il premio Stella al Merito
- Associazione Ligure Astrofili Polaris  per il Premio Astroiniziative

18.30 Lectio magistralis di Roberto Ragazzoni, direttore dell'Osservatorio di Padova - INAF 
che mostrerà le meraviglie dell’astrofisica moderna attraverso le nuove tecnologie di terra e dallo spazio

  c/o Villa "Il Gioiello" (Casa di Galileo)
20.30 Cena Sociale
  c/o Omero al PIan dè Giullari

 

Domenica 6 maggio 2018

09.30 - 12.50 

Sessione scientifica programmi nazionali di ricerca e tecnologie

9.30: l’attività scientifica della SdR Luna (Antonio Mercatali, Responsabile Sezione di  Ricerca Luna UAI)

10.15: quattro passi nell'Archeoastronomia. Il punto sulla ricerca (Paolo Colona, Responsabile Sezione di Archeoastronomia e Storia dell’Astronomia UAI)

11.00: coffee break

11.20: anelli extrasolari (Claudio Lopresti, Responsabile Sezioni Pianeti Extrasolari e Stelle Variabili UAI)

12.05: asteroidi un anno di scoperte (Paolo Bacci, Responsabile Sezione Asteroidi UAI)

 

13.00 Pranzo a Buffet
14.00 Solar Party
15.30 Saluti e chiusura lavori congressuali
  c/o Osservatorio Polifunzionale del Chianti

 

La partecipazione al congresso è gratuita per i soci UAI e per i soci delle Delegazioni organizzatrici.Per i non soci interessati a partecipare alle sessioni congressuali è prevista  una quota di 10 euro, da versare all’atto dell’iscrizione direttamente presso la segreteria del Congresso.
Gli eventi pubblici sono aperti e gratuiti per tutti.

Tutti i partecipanti al congresso, compresi gli accompagnatori, devono iscriversi al congresso compilando l’apposito form di registrazione on-line, disponibile a questo link .

Il termine per la registrazione è fissato al 30 Aprile 2018.

ULTERIORI INFORMAZIONI SULLE PAGINE DEDICATE AL CONGRESSO

Letto 1093 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti
TOP