Domenica, 17 Dicembre 2017 13:20

Venerdì 15 dicembre 2017, presentati gli Atti del XXI Seminario Nazionale di Gnomonica di Valdobbiadene. Ospite d'eccezione Piero Benvenuti, Segretario generale IAU

Scritto da  UAI - Unione Astrofili italiani
Vota questo articolo
(2 Voti)

Venerdì 15 dicembre 2017, all’Auditorium Celestino Piva di Valdobbiadene, sono stati presentati gli Atti del XXI Seminario Nazionale di Gnomonica tenutosi nella cittadina trevigiana il 24-25-26 marzo 2017. Gli Atti, un ricco volume di 232 pagine, contengono le 34 memorie che 30 relatori avevano esposto nei tre giorni della manifestazione.

Dopo il saluti del Sindaco Luciano Fregonese e dell’Assessore alla Cultura Martina Bertelle, Giancarlo Cunial e i coristi del Teatro Orazero di Vittorio Veneto hanno introdotto la figura di San Venanzio Fortunato, originario di Valdobbiadene, che la Chiesa celebra proprio il 15 dicembre.

Giuseppe De Donà, responsabile della Sezione Quadranti Solari dell’UAI, che ha curato l’impaginazione degli Atti, li ha poi presentati ufficialmente alla platea. In una breve esposizione si è congratulato con gli organizzatori e amministratori per la riuscitissima manifestazione che nella primavera del 2017 aveva portato a Valdobbiadene i 120 iscritti al Seminario e un altro centinaio di accompagnatori.

E’ seguita l’intervista di Alessio Magoga, direttore dell’Azione di Vittorio Veneto, a Piero Benvenuti, illustre ospite della serata. Benvenuti è professore emerito di Astrofisica all’Università di Padova dove ha tenuto corsi di Storia dell’Astronomia e di Astronomia per matematici. E’ stato responsabile scientifico per l'Agenzia Spaziale Europea dei progetti RIE (International Ultraviolet Explorer) e HST (Hubble Space Telescope). E' stato Presidente dell'Istituto Nazionale di Astrofisica e membro del Consiglio di Amministrazione dell'ASI (Agenzia. Spaziale Italiana).

Nel 2015 è stato nominato Segretario Generale dell'Unione Astronomica Internazionale (IAU), carica che ricopre tuttora. Si interessa attivamente del dialogo tra. Scienza e Teologia. È docente del Corso "Creazione ed evoluzione” presso la Facoltà Teologica del Triveneto di Padova. Nel 2011 è stato nominato da S.S. Benedetto XV!, Consultore del Pontificio Consiglio della Cultura.

Durante l’intervista il professor Benvenuti ha parlato a lungo della gnomonica e della sua importanza didattica e storica anche in questi tempi di dominio del Web. Con una meridiana si possono capire i movimenti della Terra intorno al Sole, le anomalie del suo moto dovuto all’orbita ellittica che comporta una durata del giorno che non è mai uguale a quella del giorno prima e del giorno dopo. Ha poi parlato delle recenti conferme riguardanti le onde gravitazionali previste nella teoria di Albert Einsten. In modo semplice ed elegante ha spiegato quale è la loro origine. Infine, tornando alla gnomonica, ha fatto un importante collegamento con l’inquinamento luminoso: “Le troppe luci ci hanno rubato in modo clamoroso l’osservazione notturna della volta celeste. Di giorno possiamo ancora vedere bene la nostra stella, il Sole. Osserviamo la sua ombra, facciamola vedere ai nostri studenti piantando, se possibile, uno gnomone in ogni edificio scolastico”

Dopo l’intervista Giuseppe De Donà ha consegnato al professor Benvenuti una copia degli Atti del XXI Seminario e, a nome del Presidente Mario Di Sora e di tutto il CD dell’Unione Astrofili Italiani, ha consegnato una copia dell’Almanacco Astronomico 2018 che De Donà con l’aiuto dei suoi collaboratori ha concluso da pochi giorni e che sta per essere spedito a tutti i soci.  

La serata è proseguita con gli interventi di Elsa Stocco e Giuseppe Flora che hanno rievocato la figura dell’Abate Giovanni Follador (1785-1863) illustre matematico e gnomonista di Valdobbiadene .
Follador costruì nel 1862 la grande meridiana a tempo medio locale sulla facciata del campanile della piazza, distrutta durante la Prima Guerra Mondiale, poi ricostruita da Giovanni Flora nel 1998. Il Sindaco ha annunciato che nel 2018 la piazza del Follo in località Santo Stefano sarà intitolata a Giovanni Follador.



PIero Benvenuti, Segretario Generate dell'Unione Astronomica Internazionale (IAU) e Giuseppe De Donà, autore dell'Almanacco UAI

 

 

Piero Benvenuti e Giuseppe De Donà

Piero Benvenuti e Giuseppe De Donà in due momenti durante la  consegna degli Atti e dell'Almanacco UAI 2018


 

FOTOGRAFIA DI GRUPPO DEI PARTECIPANTI AL SEMINARIO DI GNOMONICA DI VALDOBBIADENE

 

Foto di gruppo a Valdobbiadene

 

Letto 430 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti
TOP