Mercoledì, 02 Agosto 2017 15:16

Nuova osservazione della Nova Scuti 2017 da parte della SSV UAI - Report osservativo del 28 luglio

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

La Nova Sct 2017 (ASASSN-17hx) e' stata scoperta il 23 giugno 2017 dalla "All Sky Automated Survey for SuperNovae" alle coordinate RA = 18:31:45.918 DEC = -14:18:55.57 con una magnitudine 12.5 V. Ad oggi (fine luglio) la Nova ha una luminosità vicina ad 8.5 V e pare aver raggiunto il suo massimo di luminosita', giudicando dall'andamento della curva di luce dei dati AAVSSO (figura 2). Lo spettro della nova e' stato riosservato da Lorenzo Franco (gruppo SSV-UAI) la notte del 28 luglio da Roma con uno spettrografo Alpy 600 montato su un telescopio da 20 cm.

Complessivamente sono stati acquisiti 18 spettri da 300 secondi. Rispetto alla precedente osservazione del 4 luglio, lo spettro e' notevolmente cambiato, adesso si osserva la presenza del continuo spettrale con righe caratterizzate dal profilo P - Cygni (contemporanea presenza di una riga di emissione ed una riga di assorbimento spostata verso il blu). Dalla differenza in Angstrom tra il minimo ed il massimo di queste righe e' possibile stimare la velocità di espansione del guscio (circa -550 km/sec).

Lo spettro della nova e' stato inserito nel database degli spettri all'ARAS (Astronomical Ring for Access to Spectroscopy)

 

Fig. 1: Nova Scuti 2017 - Spettro del 28 luglio 2017. I dettagli mostrano il profilo P - Cygni di alcune righe.

 

< <

Fig. 2: Curva di luce - Dati AAVSO

Letto 347 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti
TOP