Mercoledì, 29 Marzo 2017 13:14

19° Seminario di Archeoastronomia a Genova - 1 e 2 aprile 2017 e sito web SdR Archeoastronomia UAI

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

http://www.uai.it/archeoastronomia/wp-content/uploads/2017/03/Genova1.jpg

La SdR Archeoastronomia e Storia dell'Astronomia UAI (il cui responsabile è l'astrofisico Paolo Colona) parteciperà al 19° Seminario di Archeoastronomia a Genova nei giorni 1 e 2 aprile organizzato dall'Associazione Ligure per lo Svilupppo degli Studi Archeoastronomici (ALSSA).

Il programma è il seguente:

Sabato 01 aprile 2017 – sessione mattutina

9,15 Apertura del Seminario

9,20 Prolusione – Resoconto delle attività A.L.S.S.A. Relatore: Giuseppe Veneziano − Osservatorio Astronomico di Genova

9,30 Verifiche archeoastronomiche sull’allineamento della struttura sommitale di Monte Caggio (Imperia) e nuovi dati emersi da ricognizioni effettuate sul crinale dei Termini di Perinaldo/Bajardo. Relatori: Henry De Santis − Archeoastronomia Ligustica, Giulio Montinari – Soprintendenza per i Beni Archeologici della Liguria

10,05 Variazioni climatiche e previsioni dell’attività solare Relatore: Stefano Zottele − Osservatorio Astronomico di Genova

10,45 Palermo città orientata. Il simbolismo astronomico della strada del Cassaro dalle origini fenicie alla rifondazione cinquecentesca. Relatore: Alessandro Di Bennardo – Università di Palermo

11,25 Luni romana: ipotesi su un tempio dedicato alla Luna, divenuto poi basilica paleo-cristiana. Relatore: Enrico Calzolari – Associazione Ligure per lo Sviluppo degli Studi Archeoastronomici

12,05 Presentazione del libro: Le pietre perdute. Viaggio mito-archeologico alla ricerca del megalitismo in Piemonte. Relatore: Piero Barale – Società Astronomica Italiana

12,25 Pausa per il pranzo

Sabato 01 aprile 2017 - Sessione pomeridiana

15,20 Astronomia didattico-laboratoriale: gli strumenti degli antichi. Relatore: Luigi Torlai – Ass. Tages (Pitigliano), Società Italiana di Archeoastronomia

15,55 Un osservatorio astronomico preistorico in Albania. Relatore: Giovanni Nocentini

16,30 Un precursore dell’archeoastronomia: William Stukeley a Stonehenge. Relatore: Alessio Miglietta – Osservatorio Astronomico di Genova

17,05 L’eremo di Sant’Elia a Curinga (Catanzaro). Relatori: Marina De Franceschini – Archeologa, Giuseppe Veneziano – Osservatorio Astronomico di Genova
con il contributo di Salvatore Mongiardo e Cesare Cesareo

17,40 L’orientazione astronomica dei Massi Avelli del territorio comasco: riflessioni intorno a un argomento ancora avvolto nel mistero. Relatore: Marisa Uberti – Duepassinelmistero, Ass. Ligure Sviluppo Studi Archeoastronomici

18,15 Archeoastronomia moderna: ambiti, metodi e obiettivi. Relatore: Paolo Colona

18,50 La Pietra della Berlina a Vinadio (Cuneo). Relatore: Luigi Felolo − Istituto Internazionale di Studi Liguri

19,10 Chiusura della sessione pomeridiana

Domenica 02 aprile 2017

9,15 Apertura del Seminario

9,30 L’uovo cosmico di Hildegarde von Bingen. Relatore: Luciana De Rose – Università della Calabria (Cosenza)

10,05 L’eclisse totale di Sole del 1239 sul bassorilievo della pieve di Cortemilia (Cuneo) – Ulteriori conferme e nuova ipotesi. Relatore: Giuseppe Veneziano − Osservatorio Astronomico di Genova

11,00 La triplice congiunzione Giove-Saturno del 12895 a.C. Relatore: Mario Codebò – Archeoastronomia Ligustica

11,30 Aggiornamenti sull’interpretazione archeoastronomica della Stella di Betlemme. Relatore: Alessandro Veronesi – Associazione astrofili “Polaris”

12,00 Il software VSOP87 (Variations Séculaires des Orbites Planetairès). Relatore: Mario Codebò, Agostino Frosini – Archeoastronomia Ligustica

12,30 Chiusura dei lavori

Attività post-Seminario

Nel pomeriggio di domenica 2 aprile, dopo la conclusione del seminario ALSSA, su richiesta di alcuni ed in presenza di un numero sufficiente di partecipanti, sarà effettuata una visita al menhir di Cian da Munega ai Piani d’Invrea di Varazze (SV) e, condizioni meteo permettendo, sarà eseguita una misurazione archeoastronomica del suo orientamento.
Dopo pranzo al sacco presso l’Università Popolare Sestrese, il viaggio, della durata di circa 30 minuti, sarà effettuato con i mezzi propri di ciascuno dal casello autostradale di Genova-Aeroporto al casello autostradale di Varazze, in prossimità del quale è ubicato il menhir (l’unico della Liguria ad avere restituito materiali, che lo datano aĺl’Età del Ferro).

Per altre informazioni:  http://www.alssa.it/

Comunichiamo che è online al seguente indirizzo il nuovo sito web della SdR Archeoastronomia e Storia dell'Astronomia UAI: http://www.uai.it/archeoastronomia/: vi invitiamo a consultarlo per avere maggiori informazioni, oltre che sul seminario di cui sopra, anche sulle altre attività della SdR.

Letto 588 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti
TOP