Venerdì, 07 Settembre 2007 10:14

Osservatorio di Remanzacco: trovati sei nuovi asteroidi in due ore!

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Osservatorio di Remanzacco: trovati sei nuovi asteroidi in due ore!
dagli astrofili dell'Associazione Friulana di Astronomia e Meteorologia rn
Gli astrofili dell'Associazione Friulana di Astronomia e Meteorologia (AFAM) di Remanzacco (UD) hanno scoperto lo scorso 11 Settembre ben sei nuovi asteroidi.

L'eccezionalita' dell'evento consiste proprio nel numero dei nuovi oggetti trovati pressoche' simultaneamente, e nel fatto che essi si trovavano raggruppati molto vicino tra di loro, nella costellazione zodiacale dei Pesci. Dalle analisi finora compiute risulta che i sei corpi celesti recentemente scoperti nella specola friulana hanno un diametro variabile tra 500 m e 3 Km, e si trovano a distanze tra i 120 ed i 220 milioni di Km dalla Terra, qundi all'interno della fascia principale degli asteroidi. Il telescopio da 0,45m di diametro della specola di Remanzacco ha individuato questi pianetini nel corso di una ricerca finalizzata allo studio della cometa P/1998 VS24 (LINEAR), che non si osservava dal 1999; nonostante la notte fosse molto limpida grazie ad un temporale che si era abbattuto sulla pianura friulana nel corso del pomeriggio, la cometa e' risultata troppo debole per essere rilevata dalla camera CCD montata sul telescopio principale dell'osservatorio di Remanzacco. Tuttavia gli astrofili friulani hanno avuto la bella sorpresa di scorgere sulle loro immagini (ottenute nell'arco di un paio d'ore) ben sei oggetti celesti in movimento, che non risultavano presenti nel database del Minor Planet Center.


foto di uno dei nuovi asteroidi scoperti a Remanzacco mentre si muove lentamente tra le stelle della costellazione dei Pesci


animazione dello stesso

Dopo aver seguito per alcune notti il loro lento movimento tra le stelle, le osservazioni prodotte dalla specola di Remanzacco sono state inviate al centro di raccolta dati del Minor Planet Center di Cambridge (USA), che coordina a livello mondiale lo studio di asteroidi e comete.

A distanza di alcune ore, dagli Stati Uniti e' giunta la conferma che si trattava effettivamente di sei nuovi pianetini, che hanno ricevuto la denominazione di: 2007 RL14, 2007 RM14, 2007 RN14, 2007 RQ14, 2007 RZ14 e 2007 RF15. Data la loro distanza, si tratta di oggetti relativamente deboli (il piu' brillante di essi non supera la 19.ma magnitudine stellare) quindi e' necessario uno strumento di discreta potenza e camera CCD per poterli individuare. Tuttavia gli osservatori astronomici professionali "LINEAR" e "Mount Lemmon Sky Survey", dislocati nei deserti dell'Arizona e del New Mexico, hanno confermato l'esistenza di questi nuovi corpi celesti, effettuando loro stessi delle misurazioni astrometriche che hanno contribuito alla definizione dell'orbita dei nuovi asteroidi.


L'eccezionale trasparenza del cielo friulano dell'11 Settembre ha sicuramente contribuito ad aumentare la sensibilita' dei nostri strumenti -afferma il presidente dell'AFAM Giovanni Sostero- a cio' si va ad aggiungere il fatto che nelle settimane precedenti la nostra scoperta i grandi osservatori astronomici statunitensi (i piu' attivi del mondo per la caccia agli asteroidi) sono rimasti bloccati a causa del maltempo,e quindi non hanno potuto batterci sul tempo, come accade di solito, grazie alla loro strumentazione ben piu' performante"-.

Ricordiamo che lo scorso mese di Marzo l'osservatorio di Remanzacco ricevette il prestigioso premio internazionale della Planetary Society dedicato alla memoria dell'astronomo "Eugene Shoemaker", proprio grazie alle ricerche effettuate dagli astrofili friulani nel campo delle comete e degli asteroidi. Dall'inizio dell'anno ad oggi, i i lavori astrometrici degli astrofili dell'AFAM per lo studio di asteroidi e comete sono stati pubblicati su una sessantina di circolari IAU e MPEC, contribuendo cosi' all'identificazione di una quindicina di nuove comete ed una quarantina di asteroidi tipo "Near Earth" od "Unusual" scoperti dai principali osservatori mondiali.

Gli astrofili di Remanzacco ( nella fotografia) ritengono che un ulteriore impulso all'attivita' di ricerca astronomica derivera' dalla prossima entrata in funzione del nuovo osservatorio sul Monte Matajur, attualmente in fase di ultimazione a cura della locale Comunita' Montana.
AFAM-Remanzacco




Links
Il sito degli astrofili dell'AFAM

Letto 507 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti
TOP