ATTENZIONE - L'INCONTRO DI STASERA PURTROPPO E' RIMANDATO CAUSA GUASTO DOVUTO AL MALTEMPO DI IERI... IN UMBRIA PIOGGIA E RAFFICHE DI VENTO.
La costellazione di Pegaso sarà illustrata il primo lunedì di novembre (vedrete immagini stupende di galassie lontane lontane...)

Ci scusiamo per l'accaduto.

 

 

Lunedì 5 ottobre collegatevi con Internet , e potrete collegarvi al telescopio remoto UAI – #2 ASTRA/Skylive (un SC da 25 cm/6.3 su montatura Avalon M-uno, http://telescopioremoto.uai.it) per un fantastico viaggio in diretta, nello spazio e nel tempo. Andremo a esplorare la Costellazione di Pegaso. Dalle 21:30 alle 22:30, con la voce del Vicepresidente UAI, Giorgio Bianciardi e le splendide immagini – inedite – fatte dai soci di ASTRA-Skylive. La serata fa parte del Calendario UAI  2015

Iniziando dalla mitologia della costellazione, per poi partire dalle stelle a noi piu’ vicine, a poche decine di anni luce dalla Terra, e quindi proiettarsi attraverso la Galassia a scoprire panorami di stelle giganti, di stelle doppie e di ammassi stellari, per poi giungere alle numerosissime galassie della costellazione a centinaia di milioni di anni luce dalla Terra. Le immagini che vedremo, in diretta in caso di bel tempo, altrimenti con immagini di repertorio fatte con i tele remoti ASTRA/Skylive, saranno commentate in audio, costruendo il viaggio attraverso gli oggetti deep-sky della costellazione.

Potrete collegarvi con IL POTENTE PORTALE DIVULGATIVO DI ASTRONOMIAMO di Stefano Capretti: (www.astronomiamo.it). Iscrizione gratuita: http://www.astronomiamo.it/RegistrazioneUtente.aspx

FATE PARTE della comunità di ASTRA/Skylive: https://www.facebook.com/groups/127716650039/?fref=nf

 

Pegaso1

Quintetto di Stephan nel Pegaso. Tele 1 ASTRA. Mattia Spagnol & Massimo Orgiazzi .

Ricordiamo come ASTRA/Skylive ospiti telescopi remoti in tutta Italia. Il collegamento e il download delle immagini è completamente gratuito per tutti gli astrofili che richiedano la password personale. Un piccolo abbonamento (15 euro/mese o 120 euro/anno), abilita l’utente al controllo completo, in piena autonomia e senza limite di orario, in modo condiviso, di tutti i telescopi. Di gran lunga il sistema più economico del mondo per fotografare in remoto. Forti sconti per il tempo riservato ai soci UAI e per i docenti delle Scuole.


Giorgio Bianciardi

Pubblicato in UAI NEWS

Pubblicati su Nuovo Orione di questo mese i primi dati forniti da Hera Luce sull’adeguamento degli impianti di illuminazione realizzati a Fumone e San Cesareo nel rispetto della L.R 23/2000, del Reg. Att. 8/05 del Lazio e del protocollo d’intesa sottoscritto dall’UAI e l’IDA Italiana con questo importante gestore.

I controlli sulla corretta applicazione di questo accordo, effettuati dall’Osservatorio Astronomico di Campo Catino nel Lazio, danno conferma della sua utilità e delle motivazioni che hanno spinto l’UAI a firmarlo così come viene spiegato ampiamente nell’articolo.  

IL NuovoOrione

 

IL NuovoOrione-2

Pubblicato in UAI NEWS

locandina F-CHROME



F-CHROMA (Flare CHRomospheres: Observations, Models and Archives; http://www.fchroma.org) è un progetto di ricerca finanziato dall'Unione Europea mirato allo studio dei brillamenti solari (flare). Vi partecipano sette Università ed Istituti di Ricerca europei, tra cui INAF e Università di Catania.

Dal 19 al 27 settembre prossimi, F-CHROMA organizza una campagna per l'osservazione ad alta risoluzione di flare solari, che vede coinvolti diversi dei principali Osservatori e strumenti sia da Terra che dallo spazio, tra cui CRISP@SST, IBIS@DST e IRIS (vedi link in nota). Questi strumenti forniscono dati spettrali preziosissimi, in particolare per quel che riguarda il problema della deposizione dell'energia nella "bassa" atmosfera solare, ma hanno campi di vista molto limitati (tra 1 e 2 minuti d'arco). L'acquisizione di immagini di contesto risulta quindi fondamentale per una completa comprensione del fenomeno.

F-CHROMA intende quindi richiedere la collaborazione degli astrofili a questa campagna osservativa. L'intervallo primario di osservazione è 13:00-17:00 UT, e il target verrà scelto e comunicato in genere con 1 giorno di anticipo. Sono particolarmente apprezzate serie temporali ad alta cadenza, sia di Sole intero che di regioni attive, in luce bianca e monocromatica, acquisite con filtri ben calibrati.

Informazioni dettagliate su come partecipare e come osservare (fate particolare attenzione alla parte sulla calibrazione!) sono disponibili a: http://fchroma.astro.uni.wroc.pl/index.php/f-hunters.html.

Per coadiuvare la partecipazione degli astrofili, abbiamo creato il gruppo Facebook "A CACCIA DI FLARE CON F-CHROMA", dove contiamo di dare informazioni aggiuntive e (a breve) le traduzioni in italiano dei documenti principali.

Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/721823634614116/

Altri link utili:

CRISP: http://www.solarphysics.kva.se/crisp.html

IBIS: http://www.arcetri.astro.it/science/solar/ibis

IRIS: https://iris.lmsal.com/

Pubblicato in UAI NEWS

 

scuola estivaL’Unione Astrofili Italiani (UAI), Ente accreditato alla formazione ed aggiornamento professionale del personale della Scuola, propone a tutti gli Insegnanti di ogni grado e livello, con il patrocinio ed il sostegno del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, nell’ambito della legge 6/2000, la Scuola Estiva di Astronomia UAI per il perfezionamento delle metodologie didattiche della scienza, che si svolgerà presso l’Osservatorio Astronomico di Campo Catino (FR) dal 13 al 16 Luglio 2015 e di cui si riporta di seguito il programma e le informazioni logistiche per la partecipazione.

La Scuola Estiva si inserisce nel quadro del progetto del più ampio progetto “Rosad 2.0: Il Cielo in una Scuola, obiettivo giovani”, che ha l’obiettivo di sviluppare un articolato programma di diffusione della cultura scientifico/astronomica tra i giovani, individuando come target preferenziale la fascia di età 11-13 anni e di coinvolgere una selezione di istituti scolastici presenti nei territori di riferimento dalle articolazioni territoriali della UAI e degli Osservatori Astronomici che parteciperanno al progetto.

Di seguito il programma di dettaglio della Scuola:

Data

Ora

Attività

lunedì 13 luglio

15:00

Benvenuto e registrazione partecipanti

 

16:00

Presentazione della Scuola Estiva e del progetto "Il Cielo in una Scuola"

 

16:30

In Aula: A quale età si può iniziare di astronomia ? E come farlo ?

 

18:00

Coffee-break

 

18:30

In Aula: Lotta contro l'inquinamento luminoso: il primo passo per poter osservare

 

20:00

Cena

 

21:30

Laboratorio: facciamo una mappa sull'inquinamento luminoso

     

martedì 14 luglio

9:00

In aula: Il Sole e le ombre

 

10:30

Coffee-break

 

11:00

Laboratorio: disegniamo un orologio solare

 

12:00

Laboratorio: osserviamo il Sole al telescopio

 

13:00

Pranzo

 

15:00

In aula: Il Sole osservato nelle varie lunghezze d'onda - la spettroelioscopia

 

16:30

Coffee-break

 

17:00

In aula: la Meteorologia Spaziale e l'osservazione della Terra dallo Spazio

 

19:00

Sessione di discussione ed auto-valutazione

 

20:00

Cena

 

21:30

Laboratorio: Osservazioni del profondo cielo - Osservatorio di Campo Catino

     

mercoledì 15 luglio

9:30

In Aula: La danza dei pianeti

 

11:00

Coffee-break

 

11:30

In Aula: il planetario (reale e "virtuale"), un eccezionale strumento didattico

 

13:00

Pranzo

 

15:00

Laboratorio: preparare una tesina in Astronomia (focus sul sistema solare)

 

17:00

Sessione di discussione, presentazione ed auto-valutazione

 

20:00

Cena

 

21:30

Laboratorio: Osservazioni del sistema solare - Osservatorio di Campo Catino

     

giovedì 16 luglio

9:30

Le distanze in Astronomia: la storia di una incredibile avventura scientifica

 

11:00

Coffee-break

 

11:30

Laboratorio: misuriamo le distanze di alcuni oggetti con il metodo della parallasse

 

13:30

Pranzo

 

15:00

Chiusura della Scuola, discussione finale, questionari di valutazione e consegna attestati

Modalità di partecipazione

La partecipazione alla Scuola sarà gratuita per tutti gli Insegnanti (limite di partecipanti fissato a 40) e COMPRENDE l’iscrizione GRATUITA per un anno alla Unione Astrofili Italiani.

L’iscrizione è obbligatoria: ogni insegnante può prenotarsi entro il 30 Giugno 2015 inviando ad amministrazione@uai.it la scheda di iscrizione disponibile in fondo alla pagina. Riceverà successivamente una conferma di accettazione della prenotazione.

I partecipanti alla Scuola potranno godere di prezzi convenzionati per i partecipanti con l’Hotel Eden di Campo Catino.

Per la pensione completa (3 notti e 6 pasti):

  • 165 Euro (a persona, in camera doppia)

  • 180 Euro (a persona, in camera singola)

A valle della conferma della prenotazione alla Scuola si dovrà procedere a contattare l’Hotel Eden di Campo Catino per la conferma dell’alloggio:

Pubblicato in UAI NEWS

Una consuetudine ormai dal 1968, un appuntamento inderogabile per tutti gli appassionati di astronomia e scienza in Italia, un’occasione di condivisione di esperienze tra le associazioni, gli osservatori, i planetari e i musei a tema astronomico-scientifico sul territorio

Scadenza al 30 Aprile 2015 per inviare le relazioni

 

A partire da Giovedi 7 Maggio e fino a tutta Domenica 10 Maggio 2015 si svolgerà il XLVIII Congresso dell’UAI (Unione Astrofili Italiani) nella splendida cornice della Città di Maddaloni in provincia di Caserta a cura dell’Unione Maddalonese Amici del Cielo – UMAC.

Suddiviso in diversi momenti, il programma del Congresso, promette quest’anno di essere ancora più ricco di esperienze e iniziative volte ad approfondire la passione per l’osservazione del cielo e dei suoi fenomeni scientifici.

Nello specifico ci saranno delle sessioni scientifico - culturali, che ospiteranno i lavori realizzati dagli astrofili e dai professionisti partecipanti al Congresso, nei diversi settori di attività dell’UAI, compresi la didattica e gli eventi pubblici, ma non mancheranno eventi divulgativi e di condivisione con il pubblico più vasto ed anche eventi sociali, rivolti ai soci ed ai loro accompagnatori, tra i quali visite ed escursioni alle località, eventi di interesse storico, culturale e scientifico del territorio.

Per i non soci interessati a partecipare alle sessioni congressuali è prevista  una quota di 10 euro, da versare all’atto dell’iscrizione direttamente presso la segreteria del Congresso.

Gli eventi pubblici sono aperti e gratuiti per tutti.

I form per la registrazione e la trasmissione delle relazioni (scadenza 30 Aprile per invio relazioni e 3 Maggio per la registrazione), sono disponibili sul sito web:

http://www.uai.it/astrofilia/congressouai/congresso-uai-2015.html

Per maggiori informazioni, anche sulla logistica, sono on-line le pagine del congresso:

http://www.uai.it/astrofilia/congressouai/congresso-uai-2015.html

 

Il programma di dettaglio

Giovedì 7 maggio 2015

18.00:        conferenza inaugurale - Melania Del Santo, INAF-PA

                                  Liceo Nino Cortese – Maddaloni (CE)

19.30:        spettacolo di benvenuto sotto la cupola del Planetario - Planetario di Caserta

 

Venerdì 8 maggio 2015

9.00           convegno pubblico sulla didattica dell’astronomia e della scienza

                                   Liceo Nino Cortese – Maddaloni (CE)

15.00         Sessione Sistema Solare – Chairman: Simone Silvestro, INAF OA Capodimonte

                                   Convitto Giordano Bruno - Maddaloni (CE)

16.00         visita culturale alla “Reggia di Caserta astronomica” - Reggia di Caserta

18.30         Lectio Magistralis - Massimo Della Valle,DirettoreINAF - Osservatorio di Capodimonte

                                   Convitto Giordano Bruno - Maddaloni (CE)

21.00         Notte Stellata UAI: star party pubblico e per astrofili

                                   Piazzale di ingresso della Reggia di Caserta, con spegnimento pubblica illuminazione

 

Sabato 9 maggio 2015

09.30         Sessione Didattica & Divulgazione – Chairman: Maria Teresa Fulco, INAF OA Capodimonte

10.30         Sessione Associazionismo Astrofilo – Chairman: Michele Maddaloni, Presidente UMAC

11.30         Sessione Strumentazione – Chairman: Pietro Schipani, INAF OA Capodimonte

                                   Convitto Giordano Bruno - Maddaloni (CE)

10.30         visita culturale alla “Maddaloni storia & arte” - Partenza dal Convitto Giordano Bruno - Maddaloni (CE)

15.00         Assemblea dei Soci dell’Unione Astrofili Italiani

18.00         Premiazioni: Premio Falorni, Premio Ruggeri, Premio Astroiniziative, Premio Stella UAI

19.00         Premio Lacchini assegnato a Corrado Lamberti e Lectio Magistralis

20.30         Cena sociale -  Convitto Giordano Bruno - Maddaloni (CE)

 

Domenica 10 maggio 2015

09.30         Sessione Inquinamento Luminoso – Chairman: [TBD]

10.30         Sessione Variabilità e sistemi stellari – Chairman: Giovanni Busarello, INAF OA Capodimonte

                                   Convitto Giordano Bruno - Maddaloni (CE)

10.00         visita culturale ai “Ponti della Valle di Vanvitelli” - Partenza dal Convitto Giordano Bruno - Maddaloni (CE)

13.00         Aperitivo di commiato  -  Convitto Giordano Bruno - Maddaloni (CE)

 


 

Il messaggio di invito a partecipare del Presidente UAI

 

Cari Soci,

quest’anno il 48° Congresso UAI si terrà a Maddaloni, in provincia di Caserta, dal 7 al 10 Maggio in collaborazione e con il supporto degli agli amici astrofili dell’UMAC (Unione Maddalonese Amici del Cielo).

La centralità geografica del luogo prescelto, unitamente alle numerose bellezze naturali e monumentali presenti in zona, rendono particolarmente attraente la possibilità di partecipare ai lavori della massima assise annuale dell’Unione.

Dal ricco programma, sia del congresso che delle attività turistico-culturali, tra cui la ben nota meta della Reggia di Caserta, si evince la grande opportunità per trascorrere tre giorni immersi in una piacevole esperienza di approfondimento scientifico unita a momenti di svago.

Con riferimento al programma mi piace evidenziare la serie di conferenze di prima sera a partire da quella di Giovedi 7 con Melania Del Santo dell’INAF di Palermo mentre Venerdi 8 ci sarà la Lectio Magistralis  di Massimo Della Valle Direttore INAF-Osservatorio di Capodimonte e sabato, per il conferimento del Premio Lacchini, quella dell’amico e grande divulgatore Corrado Lamberti insignito quest’anno del massimo riconoscimento dell’UAI.

Sarà quindi l’occasione per conoscere i traguardi scientifici raggiunti sia dai singoli astrofili, che porteranno il loro contributo al Congresso, che dalla stessa UAI nell’interesse di tutti gli affiliati

Vi invito, come sempre e con grande piacere, ad intervenire, singoli soci o associazioni, per rendere sempre più valido e proficuo l’evento più importante che l’Unione organizza annualmente.

Per aspera ad astra!

Mario Di Sora (presidente UAI)

 


 

XLVIII CONGRESSO UAI – UMAC – Maddaloni 7 – 10 Maggio 2015

Terra di Lavoro, Terra di Stelle

di Michele Maddaloni

Quest’anno come sede del Congresso annuale dell’UAI è stata sceltala città di Maddaloni, cittadina a due passi da Caserta e a un tiro di schioppo da Napoli; organizzato dall’UMAC, un’associazione di astrofili fondata nel lontano 1997 in occasione del passaggio della cometa Hale-Bopp. Maddaloni è una cittadina che si trova ai margini della pianura campana, una distesa verdeggiante che si estende dal basso Lazio fino alle pendici del Vesuvio, bagnato dal mare delle sirene a ovest e delimitato a levante dai monti del Sannio, conosciuta fin dall’Antichità col nome di Campania e successivamente di Terra di Lavoro. Troppo spesso, soprattutto negli ultimi tempi, la nostra bella terra è conosciuta più per fatti negativi di cronaca nera che per le sue reali eccellenze; e in quest’occasione così importante, di livello nazionale, è nostro obiettivo quello di presentare la Terra di Lavoro come Terra di Stelle e di bellezze inestimabili per il loro valore artistico e storico. Tutti i coloro che interverranno avranno infatti la possibilità di visitare alcuni tra i più bei siti artistici e storici d’Italia, e del mondo. Si comincia dal Planetario di Caserta, il più grande e tecnologicamente avanzato di tutto il Sud Italia; quindi sarà la volta di una visita alla Reggia di Caserta, il più bel palazzo del mondo, dove verrà proposto un “percorso astronomico”, un viaggio tra storia, arte, mitologia e, ovviamente, astronomia. I Musei civico e archeologico, rappresentano un fiore all’occhiello per la provincia di Caserta.  Infine sarà la volta dell’acquedotto Vanvitelliano, conosciuti come i “Ponti della Valle” nei pressi dei quali sorge un ossario dedicato ai garibaldini ivi caduti durante la battaglia del Volturno, durante il Risorgimento, quando i ponti furono teatro dei cruenti scontri tra soldati Borbonici e Piemontesi. Il tutto senza dimenticare la suggestiva cornice maddalonese entro la quale verranno svolti i lavori del congresso: la città del castello longobardo e delle tre torri, oltre allo storico complesso del Convitto Nazionale “G. Bruno”, all’interno del quale è ospitata, tra le altre opere, la tela più grande d’Europa. Maddaloni, Terra di Lavoro, Campania. Terra di stelle!

Pubblicato in UAI NEWS

logo UAI trsp

 

Cari Soci, 

l’Assemblea Ordinaria 2015 dei Soci UAI, si svolgerà, contestualmente al Congresso Nazionale 2015, il prossimo Sabato 9 Maggio 2015, presso il Convitto Nazionale Statale “G. Bruno” a Maddaloni (CE), alle ore 13.30 in prima convocazione e alle ore 15.00 in seconda convocazione.

L’ordine del giorno fissato per l’assemblea è il seguente:

  • Apertura dei lavori a cura del Presidente UAI
  • Nomina del Presidente e del Segretario della AdS
  • Approvazione dell’ordine del giorno e accertamento della validità dell’Assemblea
  • Relazione morale del Presidente UAI
  • Illustrazione del Bilancio consuntivo 2014 e preventivo 2015
  • Relazione del Collegio Sindacale
  • Relazioni dei Coordinatori delle Sezioni di Ricerca e delle Commissioni
  • Relazione della Commissione Riforma UAI ed eventuali proposte di delibera
  • Nomina di nuovi Responsabili di Sezioni e Commissioni
  • Individuazione sede congressuale 2016
  • Discussione, mozioni e votazioni sulle Relazioni
  • Varie ed eventuali

Si ricorda che, a norma dell’art. 10 dello Statuto UAI: “Ogni Socio ha diritto ad un solo voto. Ogni Socio può farsi rappresentare per delega da altro Socio dell’UAI; non è ammessa più di una delega per latore.”
Si ricorda altresì che il voto per le elezioni degli organi sociali deve essere personale.

Si ricorda altresì che, a norma dell’art. 7 del Regolamento Generale UAI: “Le Delegazioni, le Associazioni, i Gruppi e gli Enti hanno diritto a un voto ciascuno ma hanno la facoltà di farsi rappresentare da una Delegazione ufficiale, composta da una o più persone, allo scopo di sottoporre problemi o proposte di interesse generale.”

Roma, 9 Febbraio 2015

Il Presidente UAI
Avv. Mario di Sora

Pubblicato in UAI NEWS

L' Istituto Spezzino Ricerche Astronomiche (IRAS - La Spezia) - L' Associazione Ravennate Astrofili Reytha (ARAR - Ravenna) e l'Unione Astrofili Italiani con il patrocinio della Societa' Astronomica Italiana (S.A.It.) organizzano a Ravenna al Planetario di Ravenna, Viale Santi Baldini 4/a 48100 (coordinate GPS: lat.: 44° 24' 47" Nord - long: 12° 12' 30" Est )

il XXII Convegno Nazionale del GAD (Gruppo Astronomia Digitale)
il VII Meeting Pianeti Extrasolari e
il X Meeting Stelle Variabili (sezioni UAI)

 

(programma provvisorio, aggiornato al 15 settembre 2014)

  • VENERDI' 10 OTTOBRE

Arrivo partecipanti,preparazione sala (18:30), la sera cena di gruppo

 

  • SABATO 11 OTTOBRE

9.00
apertura della Segreteria del Convegno - registrazione partecipanti

10.00 - 10.10
Apertura del Convegno e saluto ai partecipanti - Claudio Lopresti (Iras-GAD-spe-ssv UAI)

10.20 - 10.40
Ammodernamento dell'osservatorio ARAR di Bastia - Salvatore Tomaselli (ARAR)

10.40 - 11.10
L'asteroide binario sincrono Doppler Lorenzo Franco (ssv UAI)

11.10 - 11.40
Esperienze di fotometria in banda media Stromgren) e stretta (OIII e Halpha) - Alessandro Maitan (ARAR-GAD)

11.40 - 12.10
La Croce del Nord: 50 anni e non li dimostra! - Ing. Stelio Montebugnoli (Direttore del Radiotelescopio di Medicina)

12.10 - 12.35
Spettroscopia in alta risoluzione - Massimiliano Mannucci e Nico Montigiani (AAF - GAD)

12.35 - 13.10
Il nuovo telescopio da 60 cm dell'OAC e la sua strumentazione optoelettronica ausiliaria - M.M.M. Santangelo (IRF- OAC-GAD)

13.15
pausa pranzo

  • VII Meeting Nazionale Pianeti Extrasolari e X Meeting Nazionale Stelle Variabili (Sezioni di Ricerca UAI)

 

  • ( Workshop sulla ricerca pianeti extrasolari e stelle variabili) - parte prima

 

14.30-14.45
Prestazioni di una serie di filtri fotometrici interferenziali - Stefano Moretti (ARAR)

14.45-15.15
Il programma exoephem delle sezioni Pianeti Extrasolari e Stelle Variabili - Fabio Salvaggio (GAC-spe-ssv UAI)

15.30-16.00
Principi e strumenti per la fotometria con camere DSLR - Martino Nicolini (OAGM-GAD)

16.00-16.30
Aggiornamento sul programma Detex - Claudio Lopresti (Iras-(GAD-spe-ssv UAI)

 

pausa caffè

16.45 - 19.15

  • Workshop delle Sezioni UAI "Stelle Variabili" e "Pianeti Extrasolari":

 

Mu-Lac: studio fotometrico e spettroscopico al 152 cm dell'osservatorio di Loiano, interventi e dibattito dei partecipanti (introduzione di Riccardo Papini)

 

  • Meeting Sezione Stelle Variabili e Pianeti Extrasolari


20.30
cena sociale

  • DOMENICA 12 OTTOBRE

  • VII Meeting Nazionale Pianeti Extrasolari e X Meeting Nazionale Stelle Variabili (Sezioni di Ricerca UAI)

 

  • ( Workshop sulla ricerca pianeti extrasolari e stelle variabili) - parte seconda

 

9.30 - 9.55
Imaging tramite l'uso dei filtri a banda stretta nei cieli suburbani Cristina Cellini (Oss. Mazzotti)

9.55- 10.15
Il pianeta extrasolare Wasp 57-b: anomalie temporali e correzione dei dati - Claudio Lopresti (Iras-GAD-spe-ssv UAI)

10.15-11.00
Elementi di spettroscopia amatoriale (workshop con esempi pratici di acquisizione e riduzione dei dati) - Lorenzo Franco (ssv UAI)

11.00
pausa caffè

11.15 - 11.40
Oltre i colori: immagini dall'astronomia a raggi X - Dott. Piero Ranalli (Università di Bologna)

11.40 - 12.10
titolo da definire - Marco Bagaglia (Università di Perugia-AAU-GAD)

12.10 -12.30
4 articoli pubblicati sul MPB con 4 curve di luce - Riccardo Papini (spe-ssv UAI)

12.30 -13.10
Remotizzazione e automazione di osservatori astronomici amatoriali: esperienze a confronto - Mauro Graziani (ARAR-GAD)

13,15
pranzo

15.30-17.00 

eventuali relazioni di astronomia digitale

fine lavori

 

COME ARRIVARE -  ALBERGHI

http://www.astronomiadigitale.com/gad22/come_arrivare_2014.htm

 

Riferimenti per le relazioni al Convegno:

Riferimenti organizzativi per la logistica:

Pubblicato in UAI NEWS
Lunedì, 28 Luglio 2014 21:31

31 luglio 2014 - Occhi al cielo

 

Giovedì 31 luglio 2014, a partire dalle ore 21.30, nuovo appuntamento con l'aggiornamento astronomico on line, una serata pubblica da seguire in diretta streaming e gratuitamente, a cura dal portale AstronomiAmo con patrocinio Unione Astrofili Italiani e partner ASTRA-Skylive.

La serata fa parte del Calendario UAI 2014.

Durante la serata verranno analizzate e raccontate le principali notizie divulgate nella sfera astronomica durante il mese di Luglio 2014 e verrà proposta una anticipazione del cielo di Agosto 2014 attraverso il planetario, con un occhio di riguardo per le meteore  Perseidi.
Prima della serata, verrà mandata in onda - dalle ore 21 - la replica della quarta puntata del corso radiofonico di astronomia organizzato da AstronomiAmo e dai partner di RVS Catania.

Per partecipare è sufficiente registrarsi (http://www.astronomiamo.it/RegistrazioneUtente.aspx) e collegarsi al portale AstronomiAmo a partire dalle ore 21.00 per trovare, sulla Home, il link alla serata (http://www.astronomiamo.it/), oppure accedere al portale ASTRA-Skylive e seguire la diretta tramite il software scaricabile SkylivePRO o tramite il clientWeb (http://www.skylive.it/)."

Pubblicato in ASTRO NEWS

brand-white


I crateri lunari, gli anelli di Saturno, la nebulosa di Orione, la galassia di Andromeda … osservarli con i propri occhi non è così difficile.

Non è indispensabile accedere a strutture professionali o intraprendere impegnativi percorsi di studio.
Per provare la vertigine di viaggiare con lo sguardo nel sistema solare, nella Via Lattea e oltre è sufficiente contattare una delle centinaia di associazioni astrofili attive sul territorio nazionale.
Da questa estate partecipare ad una esperienza di osservazione del cielo notturno è ancora più facile, grazie al nuovo portale della "Rete degli Astrofili Italiani" - www.reteastrofili.it – nato da un progetto della UAI (Unione Astrofili Italiani).
Rete Astrofili è strutturato per poter fornire molteplici tipologie di informazioni. Con pochi clic sulla mappa interattiva, o attraverso i motori di ricerca interni, è possibile individuare le strutture più vicine a casa propria dedicate all'astronomia amatoriale: associazioni, osservatori astronomici, planetari.
Sulla sezione "Astroiniziative" si possono invece consultare le schede dedicate alle iniziative pubbliche dedicate all'astronomia: serate osservative, mostre, convegni, corsi, ecc.

Il portale è attivo da questo mese di luglio e la sua piena operatività sarà raggiunta attraverso la collaborazione con le associazioni locali che sono invitate dall'UAI a collaborare curando l'aggiornamento delle pagine descrittive delle proprie strutture e inserendo i programmi delle prossime iniziative.
Un work in progress che al momento ha consentito di pubblicare le descrizioni di oltre un centinaio di eventi e di circa 80 enti tra associazioni e osservatori. Numeri destinati a crescere prossimamente, considerato che da un primo censimento effettuato dalla UAI sono state individuate oltre 400 organizzazioni attive.

Il sito servirà a promuovere anche eventi nazionali ed internazionali, che tradizionalmente coinvolgono migliaia di astrofili e un pubblico sempre più vasto. Tra questi le Notti delle Stelle (10-12 agosto), serate osservative pubbliche estive in concomitanza al massimo di attività dello sciame meteorico delle Perseidi (spesso collegate a Calici di Stelle, la nota manifestazione enogastronomica promossa dal Movimento Turismo del Vino e dalla Associazione Nazionale Città del Vino) e la In.O.M.N. International Observe the Moon Night, la notte dedicata all'osservazione della Luna, fissata quest'anno per il 6 settembre.

Reteastrofili.it è nato nell'ambito del progetto ROSAD , "Rete degli Osservatori Astronomici Amatoriali e dei piccoli Planetari per la Divulgazione", realizzato dalla UAI con il contributo del MIUR - Ministero dell'Istruzione Università e Ricerca (legge 6/2000).
ROSAD vuole essere una rete organizzativa ed operativa, strutturata per mettere in contatto tra loro le associazioni di astrofili, anche attraverso strumenti multimediali, web-conferencing, ecc. e allo stesso tempo per costituire una vetrina del variegato e attivissimo mondo dell'astronomia amatoriale a disposizione del pubblico e degli aspiranti astrofili.

Pubblicato in UAI NEWS

Si è svolta, il 14 e 15 giugno scorsi, presso l’Osservatorio "Franco Fuligni" dell’Associazione Tuscolana di Astronomia (ATA), un incontro di Spettroscopia concernente la Spettroscopia a bassa risoluzione in fascio convergente, ovvero quella che si effettua con reticoli di diffrazione o grism (reticoli + prismi) situati sul cammino ottico di un telescopio.

Il Dott. Mario Di Sora, Presidente UAI, ed il Dott. Luca Orrù, Presidente ATA e Segretario UAI, hanno svolto una breve relazione introduttiva sull’importanza dell’iniziativa specifica e, più in generale, sull’esigenza di intensificare l’adozione di iniziative analoghe in futuro, per venire incontro alle esigenze degli astrofili italiani, sempre più interessati agli aspetti dell’astronomia pratica che vadano oltre la mera osservazione visuale od acquisizione di immagini.
Dopo una panoramica di carattere generale , Il Dott. Fulvio Mete, relatore per la Sezione di Spettroscopia UAI, ha illustrato il funzionamento dei reticoli di diffrazione con alcuni esempi pratici, con l’aiuto di piccoli lasers da dimostrazione e fenditure autocostruite.E’ stato anche effettuato l’esperimento di Young sulle doppie fenditure e visualizzata l’immagine di diffrazione risultante.E’stato osservato anche lo spettro di una lampada a basso consumo con uno spettrografo autocostruito.

Si è inoltre effettuata un’ampia illustrazione delle modalità di acquisizione degli spettri stellari e della loro elaborazione, al fine di permettere anche a neofiti dell’astronomia pratica di poter accedere con relativa facilità alla spettroscopia amatoriale.

E’ stato, infine , illustrata ai partecipanti le possibilità di collaborazione con settori professionali dell’astronomia.
Un aspetto particolare di questa iniziativa è stata tuttavia la registrazione di un video in alta risoluzione, ad opera degli amici astrofili del portale web AstronomiAmo dell’incontro per tutta la sua durata.

Tale video è disponibile al link:

http://www.astronomiamo.it/Articolo.aspx?Arg=Conferenza_ATA_UAI_di_Fulvio_Mete_sulla_spettroscopia#sthash.bU9X9Lqx.YYnmKc6m.dpbs


ALCUNE IMMAGINI DEL MEETING

spettroscopia1

La relazione introduttiva di Mario Di Sora, Presidente 

 

spettroscopia2

 

Il saluto di Luca Orrù, Presidente ATA e Segretario UAI

spettroscopia mete

Il Relatore Fulvio Mete illustra gli elementi di uno spettroscopio

Pubblicato in UAI NEWS
Pagina 4 di 7
TOP