780px-Moonwatch2011

L’ International Observe the Moon Night (InOMN) - http://observethemoonnight.org/ - è una iniziativa promossa a livello mondiale da numerose organizzazioni, enti di ricerca, associazioni, scienziati, educatori.

Nel team promotore della InOMN sono coinvolte numerose importanti istituzioni: Astronomical Society of the Pacific & the NASA Night Sky Network, EU-Universe Awareness, Lunar and Planetary Institute, NASA Lunar Science Institute per citarne alcune (l'elenco completo è consultabile su http://www.lpi.usra.edu/observe_the_moon_night/about-inomn-team/ ).


In Italia da alcuni anni l’appuntamento è promosso da INAF - Istituto Nazionale di Astrofisica – e UAI - Unione Astrofili Italiani.

Come ormai consuetudine, lo star party internazionale sarà un’occasione per organizzare osservazioni al telescopio dedicate alla Luna e per approfondire temi quali la genesi e le caratteristiche fisiche, le missioni spaziali passate e in programmazione, la mitologia, la storia delle osservazioni, la poesia, la musica e le diverse espressioni artistiche ispirate al nostro satellite naturale.

L’UAI invita le associazioni astrofili locali ad aderire all'iniziativa organizzando presso le proprie sedi attività divulgative e postazioni osservative dedicate all'osservazione della Luna: un Moonwatch Party per ogni associazione partecipante !

La data proposta per il 2017 è sabato 28 ottobre. La fase lunare sarà poco oltre il Primo Quarto.

 800px-Adesioni InOMN - europa

Come si nota da questa mappa, ricavata dal sito della InOmn 2016, che riportava tutte le iniziative geolocalizzate per le quali gli organizzatori avevano comunicato la propria adesione, l’Italia è stato il paese europeo con la partecipazione più numerosa. In tutto il mondo gli eventi sono stati 611 in 59 paesi diversi, come dichiarato sulla pagina http://www.lpi.usra.edu/observe_the_moon_night/past-future-events/ .
Sarebbe un ottimo risultato poter confermare anche quest’anno una partecipazione così massiccia, che possa evidenziare ancora di più come l’astronomia amatoriale italiana sia tra le più attive nel campo della divulgazione e dell’organizzazione delle manifestazioni aperte al pubblico.
Contiamo quindi anche per il 2017 nella collaborazione delle associazioni di astrofili su tutto il territorio nazionale !

Saremo lieti di ricevere la comunicazione delle adesioni e le vostre foto della Luna e dei Moonwatch Party con il pubblico, che pubblicheremo su una apposita galleria fotografica sul sito della Commissione Divulgazione UAI !

Commissione Divugazione UAI

divulgazione@uai.it


La locandina da personalizzare :
- http://www.lpi.usra.edu/observe_the_moon_night/wp-content/uploads/2015/05/InOMNflyer2017.pdf


COME REGISTRARE IL PROPRIO EVENTO


In occasione di questo ed altri importanti eventi l’UAI conferma il proprio impegno a darne massima diffusione attraverso comunicati stampa, newsletter, segnalazioni sui social networks e attraverso le UAInews pubblicate sulla homepage www.uai.it.

In particolare si invitano le associazioni ad usufruire dei servizi offerti dal portale “La Rete degli Astrofili Italiani”  : nei paragrafi successivi sono riportate istruzioni e indicazioni per creare le schede delle associazioni e degli eventi sul sito www.reteastrofili.it.


E’ inoltre necessario registrare gli appuntamenti anche sul sito internazionale : http://www.lpi.usra.edu/observe_the_moon_night/register-your-event/ .
Infine, è gradita la comunicazione della propria adesione via mail all’indirizzo divulgazione@uai.it.

L’INAF dedica all'evento una pagina Facebook :
https://www.facebook.com/lanottedellaluna


Informazioni aggiornate sulla InOMN 2017 saranno pubblicate sulla pagina web del sito UAI dedicate al Moonwatch 2016 a cura della Commissione Divulgazione UAI.
Il logo InOMN è disponibile per il download alla pagina http://www.lpi.usra.edu/observe_the_moon_night/event-materials/ .

Come sempre auspichiamo un'ampia partecipazione da parte degli astrofili italiani e ci auguriamo di replicare il successo delle edizioni precedenti.

Cieli sereni !

Commissione Divugazione UAI

Per informazioni :
divulgazione@uai.it
Moonwatch

Pubblicato in UAI NEWS

Veltri MarioCon profondo dispiacere apprendiamo la scomparsa del Prof. Mario Veltri, che negli anni dal 1976 al 1978 è stato presidente dell'Unione Astrofili Italiani. Attualmente era presidente onorario dell’Associazione Marchigiana Astrofili, di cui è stato fondatore, insieme al compianto Paolo Senigalliesi e ad altri, nel 1969, oltre che uno dei principali artefici della fondazione dell’Osservatorio Astronomico di Ancona, inaugurato ufficialmente in occasione del X Congresso dell’Unione Astrofili Italiani del 1976.

In seno all’A.M.A. si è svolta principalmente la sua attività di divulgazione dell’Astronomia e delle Scienze, ma importante è stato anche il suo ruolo nell’Unione Astrofili Italiani, e nella rivista Astronomia UAI.

Laureato in Scienze Nautiche all’Università di Napoli, come docente di navigazione e poi come Preside dell’Istituto Tecnico Nautico “A.Elia” di Ancona, ha dedicato gran parte della sua vita al mondo della scuola. Ha promosso la messa in funzione, presso il suddetto Istituto, del primo planetario delle Marche, per la divulgazione dell’Astronomia, disciplina a lui tanto cara.

Uomo molto colto e dal carattere mite, modesto e riservato, ha dato un contributo anche in altri campi della sapere: cultore di Storia generale e locale, è stato Segretario dell’Accademia Marchigiana di Scienze, Lettere ed Arti, membro della Deputazione di Storia Patria per le Marche, del Centro Nazionale Studi Leopardiani e del Centro Internazionale di Studi sul Mito.

Si è anche impegnato all’interno del Panathlon Club di Ancona per la diffusione dei sani valori dello sport.

Il 4 maggio del 2014 è stata assegnata dal Comune di Ancona la civica benemerenza per l’impegno profuso nella divulgazione scientifica, con particolare riferimento all’astronomia.



20070922-SR002

Il prof. Mario Veltri (secondo da sinistra) durante una sessione del Congresso UAI a Faenza nel 2007, quarantennale della fondazione dell'Unione

Pubblicato in UAI NEWS

Si è tenuta sabato primo luglio alle 18.30 la cerimonia di inaugurazione e presentazione del nuovo telescopio R-C da 80 cm in forza all’OPC situato in località Montecorboli a S. Donato in Poggio.

Lo strumento, con tubo ed ottica MARCON su montatura equatoriale, è stato messo a disposizione dall’Osservatorio Astronomico di Torino e sarà il più grande operante in Toscana.


cupolaOPC

Di fronte ad oltre 150 persone, che hanno sfidato il caldo di mezzo pomeriggio, hanno preso la parola, introdotti dal prof. Emanuele Pace Responsabile scientifico della specola, i sindaci di Tavernelle e Barberino, primi finanziatori dell’opera, il Presidente del Museo di Storia Naturale di Firenze, Mario Di Martino dell’INAF Torino ed il Presidente UAI Mario Di Sora che ha portato il saluto dell’Unione.

Dopo gli interventi di rito i partecipanti hanno visitato la struttura che comprende anche una moderna sala meteo (CEDaM), ampi locali con esposizione di pubblicazioni e sussidi di tipo didattico ed una batteria di ottimi telescopi di tipo divulgativo.

L’OPC è indubbiamente un bellissimo Osservatorio che andrà ad arricchire l’offerta di cultura scientifica nella zona del Chianti e, più in generale, in Toscana regione di grandi tradizioni astrofile.

Il Presidente UAI Mario Di Sora ha invitato lo staff dell’OPC a valutare l’opportunità di organizzare uno dei prossimi congressi dell’Unione al fine di far meglio conoscere, in campo nazionale, questo nuovo e promettente centro di osservazione celeste.


I
MMAGINI DALL'INAUGURAZIONE

 

teleOPC

 

interventi OPC

Pubblicato in ASTRO NEWS

 

osservatorio-astronomico

L'UAI - Unione Astrofili Italiani presentata su Raitre, nella trasmissione "Spaziolibero"

Programma dell'Accesso a cura di Rai Parlamento. Riprese dall'Osservatorio astronomico Franco Fuligni di Rocca di Papa, sede dell'UAI.

Pubblicato in UAI NEWS

Il 2 giugno, alle ore 9.50 circa su RAI 3, il Presidente Mario Di Sora presenterà l’Unione Astrofili Italiani, nel corso del programma Spazio Aperto condotto dalla giornalista Raffaella De Pascale di RAI Parlamento e realizzato presso l’Osservatorio Franco Fuligni di Rocca di Papa, sede dell’UAI.

16473564 10211980257532006 4953487543034896367 n

Il servizio, intitolato il ruolo degli astrofili per la ricerca e divulgazione scientifica, è stato girato nel mese di maggio e per la prima volta un programma della RAI nazionale punta i riflettori sugli astronomi non professionisti cercando di far capire quanto sia importante il loro ruolo sia nel campo della ricerca che in quelli della divulgazione, della didattica ed anche della lotta all’inquinamento luminoso.

Come noto gli astrofili da sempre hanno dato un grande contributo al progresso dell’Astronomia come scienza tanto da aver conseguito scoperte in diversi campi di studio (asteroidi, stelle variabili e super-novae, comete ed oggi anche pianeti extra-solari).

Non dimentichiamo che molti grandi astronomi sono stati dilettanti per tutta la vita come Lord Rosse, Olbers, Bayer, Herschel e Lowell, ovvero hanno iniziato come tali per poi divenire scienziati di rango nel caso di Hubble, Tombaugh e Humason.

Dopo il Presidente UAI Mario Di Sora interverrà Luca Orrù che, oltre ad essere il Segretario UAI, è anche Direttore dell’Osservatorio di Rocca di Papa.

Completeranno esposizione Maurizio Scardella che parlerà delle tecniche di ricerca utilizzate dagli astrofili per le loro attività e Giovanni Isopi il più giovane dei ricercatori dell’Osservatorio di Campo Catino studente in fisica.

 

L'OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI ROCCA DI PAPA SEDE DELL'UAI - UNIONE ASTROFILI ITALIANI

osservatorio-astronomico

 

petizioneata

Pubblicato in UAI NEWS
Mercoledì, 24 Maggio 2017 20:55

Il Cielo di Roma 2017 - II edizione

Locandina tutti i loghi CdR

 

“Il Cielo di Roma 2017” è la seconda edizione, una tre giorni di immersione nella scienza e nella natura nella città di Roma, nel Parco Regionale dell’Appia Antica, con un nutrito programma di attività per il pubblico, incentrata sui temi dell’osservazione del cielo notturno in tutte le sue sfumature.

Durante la manifestazione sarà possibile osservare il sole e i pianeti con potenti telescopi, ascoltare i rapaci notturni, partecipare a laboratori didattici sui meteoriti, registrare gli ultrasuoni emessi dai pipistrelli al tramonto, vedere gli ultimi modelli delle attrezzature astronomiche presentati dai principali operatori del settore, effettuare esperimenti di fisica, ascoltare conferenze sulle onde gravitazionali, visitare una mostra sulla biodiversità e la citizen science,partecipare alla raccolta dati su specie rare nel parco insieme ai ricercatori, informarsi sull’inquinamento luminoso e molto altro.

L’evento è indirizzato a favorire la partecipazione del pubblico, che troverà la possibilità di passare una giornata attiva nella quale approfondire la conoscenza del territorio del Parco, della sua flora e fauna e del cielo notturno in tutte le sue manifestazioni.

L’Edizione 2016 della manifestazione “Il Cielo di Roma” ha visto un ottimo successo di pubblico con oltre 2000 presenze in tre giorni, alle diverse attività previste dal programma, che hanno portato alla decisione di replicare l’evento anche nel 2017.

Le foto si riferiscono all’Edizione 2016 e danno un idea della potenzialità dell’evento per il pubblico.

PROGRAMMA

“Il Cielo di Roma 2017” include diverse attività:

BIOBLITZ “NATURA IN CITTA”

Una serie di attività per l’osservazione della natura in città e lo sviluppo di attività di Citizen Science (presentazione della APP di progetto CSMON-­-LIFE).

Escursioni guidate nel Parco per gruppi. Osservazione delle specie di fauna e di flora, partecipazione ai censimenti del progetto CSMON-­-LIFE e prova dell’utilizzo dell’APP CSMON-­-LIFE.

Nell’ambito del Progetto Europeo CSMON-­-LIFE, la Direzione Ambiente e Sistemi Naturali e il Parco Regionale Appia Antica organizzano una serie di attività per l’osservazione della natura in città e lo sviluppo di attività di citizen science: il “BioBlitz”. Un BioBlitz è un evento di citizen science ovvero di "partecipazione diretta del pubblico nella ricerca scientifica". Non occorre essere esperti e professionisti del settore per partecipare! E' proprio questa l'occasione per segnare l'incontro tra naturalisti e biologi esperti con cittadini appassionati, curiosi, famiglie e studenti anche alle prime armi.

Cercheremo di scoprire ed identificare insieme il maggior numero possibile di specie di piante, animali e microrganismi presenti nel Parco Regionale dell’Appia Antica. La partecipazione è libera e gratuita (salvo che ad alcuni laboratori). Ciascun gruppo formato, guidato da uno o più esperti, si metterà aelencare uccelli, libellule, licheni, alberi, muschi e tutti gli organismi che possono essere ritrovati negli ecosistemi del Parco. Alla fine delle escursioni, ci ritroveremo tutti insieme nel campo base allestito pressola Sede dell'Ente (Via Appia Antica 42, Roma)perconsegnarelenostre schede di segnalazione e classificare i risultati.

Attività naturalistiche previste nei tre giorni:

Osservazioni naturalistiche diurne (passeggiate nel Parco); Osservazione dei Pipistrelli anche con BatDetector (Associazione Tutela Pipistrelli); Osservazione dei rapaci notturni “Notte dei Gufi”(CHM LIPU Ostia ); Osservazione Falene (Farfalle Notturne) ed altri insetti notturni con lampade per insetti; …

In collaborazione con Myosotis Soc. Coop.

CONFERENZE E SEMINARI DI ASTRONOMIA E DI ASTROFISICA

Un ampio programma di conferenze scientifiche divulgative (a cura di INAF-­-Osservatorio Astronomico di Roma, Accademia delle Stelle, ARA, Virtual Telescope, Università Roma Tre, ecc….) con temi che spaziano dall’archeoastronomia alla storia del tempo in astrofisica, dai restauri dei telescopi storici dell’Osservatorio Vaticano alle meridiane ed orologi solari, dal Pendolo di Focault di Padre Angelo Secchi alla spettroscopia telescopica.Le conferenze sono previste il 2 Giugno pomeriggio e sera, il 3 Giugno mattina e pomeriggio, il 4 Giugno mattina (vedi programma dettagliato a parte).

Seminari tecnici per astrofili (a cura delle associazioni astrofili).

Presentazione di novità di telescopi e articoli per l’astronomia (a cura dei produttori e distributori del settore).

ASTROROMA 2017 – AREA ESPOSITIVA ASTRONOMIA

Mostra con stand delle associazioni di astrofili attivi nella Regione Lazio, e di telescopi grazie a operatori commerciali attivi nel settore dell’astronomia, di enti coinvolti avario titolo nell’osservazione del cielo.

ESPOSITORI (ASSOCIAZIONI DI ASTROFILI)

• UAI – Osservatorio di Campocatino • Accademia delle Stelle • Virtual Telescope Project • ARA (Associazione Romana Astrofili) • ATA (Associazione Tuscolana di Astronomia) • Gruppo Astrofili Monti Lepini (Osservatorio di Gorga) • Associazione Hipparcos • Polvere di Stelle (Blog) • ASTRIS • Associazione Future is Now • CRAD M44 – Osservatorio di Roiate

MOSTRA “La Scienza dei Cittadini - Natura in Città”

Exibit sul progetto europeo CSMON-­-LIFE (Citizen Science Monitoring), mostra fotografica sugli animali e le piante delle aree protette del Lazio, ….), materiali sull’astronomia romana e sull’osservazione del cielo.

BIKE-­-BIOBLITZ

Sabato 3 alle 10.30 si terrà il “Bioblitz in bicicletta”, con Vivere da Sportivi e AICS. I partecipanti potranno avere una guida naturalistica su due ruote, che li condurrà alla scoperta della biodiversità del Parco (possibilità di noleggiare biciclette in loco al Punto Informazioni). Appuntamento al Centro Visitatori del Parco (Cartiera Latina, Via Appia Antica, 42). Informazioni: Katia Rossi katia.rossi7@gmail.com.

OSSERVAZIONI ASTRONOMICHE DIURNE E NOTTURNE

Osservazioni solari diurne -  2 giugno (Pomeriggio), 3 giugno, 4 giugno (Mattina e pomeriggio)

Osservazioni del Sole con telescopi attraverso appositi filtri in sicurezza, sia in luce bianca per vedere le macchie solari e la granulazione della superficie, che in luce di Idrogeno (H-­-alpha) che permette la visione di protuberanze, flares solari, brillamenti, ecc… (a cura di Unitronitalia Instruments, Accademia delle Stelle, ARA, Gruppo Astrofili Monti Lepini, …)

Attività di osservazione del cielo notturno , in particolare delle montagne, crateri e canyons sulla Luna (il primo quarto è il 1 giugno), dei pianeti in particolare Giove nella tarda serata Saturno.

Attività gratuite

EMOZIONI AL PLANETARIO – PLANETARIO-­-LAB

Una delle attività che hanno avuto maggiore successo di pubblico nell’Edizione 2016, con tutti i turni previsti ampiamente esauriti, è stato il Planetario-­-Lab gestito da Speak Science per l’Università Roma 3.
Lezioni di astronomia in un planetario professionale con cupola di 7 metri per bambini ed adulti (a cura di Università Roma Tre -­-Speak Science)

Sabato 3 giugno (mattina e pomeriggio)
Domenica 4 giugno (mattina)
Attività gratuita – Richiesta prenotazione su:

https://www.eventbrite.it/e/biglietti-­-il-­-cielo-­-di-­-roma-­-2017-­-seconda-­-edizione34618326346

Coordinamento: Dott.ssa Ilaria De Angelis (Università Roma Tre)

LABORATORI DIDATTICIPER RAGAZZIEBAMBINI(Gratuiti)

Sabato 3 e Domenica 4 giugno

Laboratorio Meteoriti(a cura di Università Roma Tre–Speak Science)
Laboratorio didattico:Costruiamo una Meridiana (Dr.PaoloColona,astrofisico,Accademia delleStelle)
Laboratori naturalistici (Cooperativa Myosotis):
Caccia di Alieni: Piante Vs. Insetti
(Venerdì 2 pomeriggio e Sabato 3 mattina e pomeriggio)
Identikit Animale
(Sabato 3 Mattina e pomeriggio e Domenica 4 mattina)

Le attività dei laboratori sono gratuite –Richiesta prenotazione su:

https://www.eventbrite.it/e/biglietti-­-il-­-cielo-­-di-­-roma-­-2017-­-seconda-­-edizione-­-34618326346

EVENTO SPECIALE

Crociera nel Cielo Profondo: l’Universo dal Deserto dell’Arizona

Domenica 4 Giugno, Ore 12:00

Sala Conferenze

Escursione nel cielo notturno grazie alle riprese ottenute dal Virtual Telescope con il telescopio del Tenagra Observatories situato nell’Arizona Meridionale, a sud di Tucson, che permetterà ai partecipanti di vedere galassie, nebulose, ammassi ed altri oggetti del cielo profondo grazie alla guida del Dott. Gianluca Masi, Astrofisico, responsabile del “Virtual Telescope”

Sabato 3 Giugno 2017, Ore 20:30

CONFERENZA-­-CONCERTO “Cosmic Odyssey”

(Team Virtual Telescope Project:Gianluca Masi, EmanueleBrizioli, FabrizioMeloni)

Uno dei momenti più riusciti dell’edizione 2016

INGRESSOGRATUITO ad esaurimento posti

ILCIELODI ROMA2017–SECONDAEDIZIONE

ORARI: Venerdi 2 giugno 2017:Ore12,00-­-24,00(continuato)
Sabato3giugno2017: Ore9,30-­-24,00 (continuato)
Domenica 4giugno2017:Ore9,30-­-17,00(continuato)

COME ARRIVARE

Linea Bus 118 Colosseo, direzione Appia (Fermata Appia Antica/Domine Quo Vadis)
Linea Bus714daTermini, direzione EUR (Fermata Circonvallazione Ostiense, poi attraversare di fronte il Parco -­-5minutia piedi).

DISPONIBILITA DI PARCHEGGI:

Sono disponibili due parcheggi dedicati, uno da c. 50 posti nei pressi della sala espositiva, da utilizzare anche da parte degli espositori ed uno a circa 50 m (per circa altri 50 posti). Per informazionitelefoniche: 06 5168-­-7336 05168-­-7312 05168-­-7396

Email magati@regione.lazio.it



PROGRAMMA IN FORMATO PDF (usare il browser CHROME)

 

 

Pubblicato in UAI NEWS

 

banner5x1000

 

 Il 5xmille non sostituisce l'8xmille (destinato alle confessioni religiose e allo Stato) e non costa nulla per il cittadino contribuente. È una quota di imposte a cui lo Stato rinuncia per destinarla alle organizzazioni no-profit. Trasforma la tua dichiarazione dei redditi in una grande azione di aiuto concreto alla causa della diffusione della cultura scientifica, di cui il nostro paese ha sempre più necessità per garantire la sicurezza del suo futuro.

 
Nella dichiarazione dei redditi 2017 è possibile destinare il 
5xMILLE dell'IRPEF all'Unione Astrofili Italiani.
 
Ecco come puoi fare:
1. Firma nel riquadro dedicato al sostegno del volontariato
2. Riporta il codice fiscale dell' Unione Astrofili Italiani: 00921350252
 
 
 
 
Pubblicato in UAI NEWS

stellepertuttiDopo il successo della edizione centro-sud tenutasi a Latina lo scorso agosto, il progetto “Le Stelle per Tutti” della Unione Astrofili Italiani continua con l’edizione dello stesso Corso residenziale di Astronomia per ciechi e ipovedenti per il centro-nord, che si terrà a Cuneo dal 7 al 9 aprile 2017.

I moti della terra, il giorno e la notte, le stagioni, le eclissi: concetti familiari per chi li vede da una vita. Come farli comprendere veramente a chi non li ha mai visti? È la sfida che alcuni astrofili si sono dati e che hanno superato con successo. Fino ad ora era possibile soddisfare questa esigenza solo con l’ascolto di conferenze, libri parlati e letteratura scientifica in Braille. In questo corso, invece, ogni argomento viene trattato facendo riferimento a strumenti didattici tattili, specifici per l’astronomia, dai più semplici autodescrittivi, ai più importanti che permettono la rappresentazione dinamica di alcuni fenomeni astronomici così come accade nelle 4 dimensioni. Questo corso residenziale infatti è basato su specifica metodologia e apposita strumentazione per far vedere a chi non lo fa con gli occhi, messa a punto nel tempo e collaudata in varie edizioni di questo corso dalla Associazione Pontina di Astronomia, delegazione territoriale della UAI.

Per avere un assaggio del corso è possibile consultare foto (https://www.dropbox.com/sh/h52s4faitmev84m/AAChZ_wk57EE2xHSrzg_C163a?dl=0) e filmato (https://www.youtube.com/watch?v=zxNf1kRxEcg) realizzati in occasione dell’edizione precedente.

Il corso è residenziale, ed è articolato in 4 lezioni da venerdì pomeriggio a domenica mattina. I partecipanti avranno modo di socializzare anche durante le pause e i pasti, nonché durante una visita a “La Fabbrica dei Suoni”.

Il corso è organizzato da Unione Astrofili Italiani in collaborazione con Associazione Pontina di Astronomia (delegazione UAI), Associazione Astrofili Bisalta (delegazione UAI), Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, Liceo G. Peano – Silvio Pellico di Cuneo.

Per informazioni su come iscriversi consultare : (http://www.uai.it/stellepertutti/)

Dove: A Cuneo. Le lezioni si terranno presso il Liceo G. Peano - Silvio Pellico

Quota di partecipazione: 80 euro/persona. Include vitto, alloggio e trasferimenti locali. Non incluso il viaggio da/per Cuneo.

La partecipazione è limitata a 16 persone. È possibile candidarsi per la partecipazione entro e non oltre il 17 marzo 2017 contattando:

Il corso fa parte del progetto "Le Stelle per tutti – La rete degli astrofili, degli osservatori e dei planetari per la solidarietà sociale" (www.uai.it/stellepertutti), predisposto dalla Unione Astrofili Italiani con il fondamentale contributo della delegazione Associazione Pontina di Astronomia e co-finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali nell'ambito della Legge 383/2000, linee di indirizzo 2015.

 

Pubblicato in UAI NEWS
Sabato, 24 Dicembre 2016 14:09

Calendario eventi 2017

calendario eventi 2017

ATTENZIONE: L' EVENTO "14° MEETING NAZIONALE DI RADIOASTRONOMIA AMATORIALE ICARA 2017 SI SVOLGERA' IL 21 - 22 OTTOBRE ANZICHE' IL 28 - 29.

 

Pubblicato in TAB HOMEPAGE

Auguri uai 2015



Cari soci e simpatizzanti dell’UAI,

anche il 2016 è trascorso e, per gli auguri per le Feste natalizie, cogliamo l’occasione per ricordare le più importanti attività svolte dall’Unione.

Al primo posto certamente la riforma dell’Unione, come già detto in senso più federale, ormai approvata dal Congresso di Prato e in fase di perfezionamento con la redazione del regolamento attuativo.

Grazie al sostegno del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali è stato realizzato l’originale progetto “STELLE PER TUTTI”, ideato per avvicinare all’Astronomia ciechi, ipovedenti e portatori di disabilità varie che precludono, in parte o in tutto, attività osservative. Si è iniziato con il progetto pilota, realizzato dagli amici dell’APA-LAN in provincia di Latina, per poi estendere l’esperienza, ricca anche di contenuti e finalità umani e sociali, al resto del territorio nazionale secondo la disponibilità dei gruppi astrofili. Anche quest’anno, a luglio, si è tenuta la Scuola di Astronomia Estiva a Campo Catino ormai punto di riferimento per l’aggiornamento per i docenti italiani. Per non parlare poi dei numerosi Star Party che UAI organizza o patrocina su tutto il territorio nazionale e dei vari workshop tenuti dalle sezioni di ricerca UAI più attive.

Per i vari eventi del 2017 è già in rete il calendario UAI che prevede numerosi eventi tra cui, il più importante, il Congresso UAI, che si svolgerà a Frosinone nel mese di Maggio con l’impegno dell’Osservatorio Astronomico di Campo Catino che mi onoro di rappresentare. Un appuntamento particolarmente significativo che celebrerà, quest’anno, i 50 anni di vita della nostra cara Unione. Sarà l’occasione non solo per ricordare gli uomini che l’hanno guidata in mezzo secolo ma anche per capire come è cambiato il ruolo degli astrofili in tutti questi anni.

La scelta della sede, del resto, non è stata casuale in quanto la posizione geografica di Frosinone, a metà strada tra Roma e Napoli, con stazione ferroviaria e casello autostradale, rende particolarmente comodo l’appuntamento per la maggior parte dei Soci che, spero vivamente, vorranno partecipare in gran numero anche per lo spegnimento ideale di ben 50 candeline!

Ancora una volta un grazie di cuore ai membri del CD per l’impegno profuso per il bene dell’Unione e con l’obbiettivo di metterla sempre più al servizio della comunità astrofila italiana.

Auguri di Buon Natale e di un felice 2017 anche da parte di tutti i Consiglieri.

Mario Di Sora

Presidente UAI

Pubblicato in UAI NEWS
Pagina 1 di 6
TOP