Domenica, 22 Luglio 2018 18:31

L'UAI sostiene la campagna per la riapertura del Museo della civiltà romana, Museo astronomico e planetario.

Scritto da  UAI - Unione Astrofili italiani
Vota questo articolo
(2 Voti)

planetario roma eur

Per promuovere la riapertura del polo museale dell'Eur chiuso dal 2014  è stato costituito un comitato per raccogliere adesioni in ambito dell'annuale campagna del FAI, Fondo Ambiente Italiano per salvare I LUOGHI DEL CUORE: il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare.

Per votare:
https://www.fondoambiente.it/luoghi/museo-della-civilta-romana-museo-astronomico-e-planetario-di-roma?ldc

Chiunque sia interessato può aiutare un luogo del cuore a scalare la classifica invitando gli amici e conoscenti a votarlo e raccogliendo  personalmente i voti. Più numerosi saranno i voti, più il FAI riuscirà a portare questo luogo all’attenzione locale e nazionale

Per scaricare i materiali personalizzati, e partecipare alla raccolta le istruzioni e il materiale per raccogliere le firme sono al link:

https://www.fondoambiente.it/luoghi/museo-della-civilta-romana-museo-astronomico-e-planetario-di-roma?ldc#section2

CENNI STORICI

Il Museo della civiltà romana documenta i vari aspetti della civiltà romana, compresi gli usi e i costumi, attraverso un completo itinerario storico ed una ricchissima collezione di copie di statue, calchi di bassorilievi, modellini architettonici di singole opere e di complessi monumentali, plastici anche di grandi dimensioni; tutti i manufatti sono realizzati con una accuratezza tale da farne delle vere opere d'arte. Tra le opere esposte, per importanza e valore storico, ne spiccano due: la serie completa dei calchi della Colonna Traiana e il grande plastico della Roma imperiale ai tempi dell’imperatore Costantino il Grande.

Nella stessa sede è anche ospitato il Planetario e Museo Astronomico altro complesso museale e didattico. Anche questo, così come il Museo della civiltà romana, è un museo comunale, e fa dunque parte del sistema "Musei in comune". È stato inaugurato il 26 maggio 2004, a oltre 20 anni dalla chiusura dello storico planetario ospitato nella Sala della Minerva. Il planetario è costituito da una cupola di 14 metri in cui per mezzo di tre proiettori digitali si riproducono simulazioni e proiezioni all-sky di corpi celesti e nebulose, oltre alla tradizionale riproduzione del cielo stellato, dei moti della Luna e dei pianeti. Il complesso offre inoltre una vasta programmazione di spettacoli astronomici dal vivo, conferenze, eventi e osservazioni astronomiche a scopo divulgativo. Il museo astronomico adiacente propone grandi modelli dei pianeti, diorami e postazioni multimediali interattive con videogiochi astronomici. Attualmente il polo museale è chiuso dal 2014.

Letto 280 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti
TOP