28/12/2010: Tempesta su Saturno

28 Dicembre 2010 / Comments (0)

News

L’apparizione 2011 di Saturno è iniziata con una delle manifestazioni atmosferiche più spettacolari degli ultimi 20 anni. L’8 dicembre 2010 un’immagine di Sadegh (Teheran) mostrava per la prima volta una WS a latitudini temperate settentrionali, in coincidenza con il rilevamento di scariche elettrostatiche nell’atmosfera di Saturno da parte della sonda Cassini. La sua apparizione, all’inizio della primavera nell’emisfero N, sembra confermare il carattere stagionale di questi fenomeni.

Inizialmente la WS è apparsa simile a quelle osservate per tutto lo scorso decennio in corrispondenza del jetstream temperato meridionale (ca. -40°), anche se insolitamente brillante. Il 14 dicembre la WS mostrava già due nuclei distinti; attorno al 21 si stava sviluppando come un fenomeno del tutto eccezionale per Saturno, con due nuclei estremamente brillanti preceduti da almeno due altri nuclei minori. Le ultime immagini disponibili mostrano un fenomeno più simile alle GWS equatoriali dei primi anni ’90 che non alle WS temperate dell’emisfero sud, con materiale chiaro eruttato da una regione attiva e diffuso in longitudine dai venti d’alta quota. Il 25 dicembre l’insieme di WS si estendeva per circa 50° di longitudine tra i 35° e 41° di latitudine N, il 26 aveva raggiunto i 70-80° (4-50° a W e 30° a E del nucleo iniziale). Il 19 dicembre David Gray (Durham) ha stimato visualmente pari a -1 (!) l’intensità del nucleo più brillante, che appariva “facilmente visibile” in un rifrattore da 76 mm a 120x. L’unico precedente noto riguarda la GWS del 1990.

Il grafico in basso mostra la deriva nel sistema III dei 4 nuclei meglio definiti, individuati con 22 misure su 14 immagini di osservatori internazionali. WS2 corrisponde al nucleo attivo iniziale. L’immagine in fondo è di Freddy Willems, 23 dicembre 2010, 15:34tu. Ancora una volta, il contributo degli astrofili è determinante per garantire continuità alla copertura del fenomeno; si attende ancora la prima immagine italiana.