Coordinate terrestri

16 Marzo 2020 / Commenti disabilitati su Coordinate terrestri

Astronomia Pillole di teoria

Questo articolo fa parte del materiale de “Il cielo dei navigatori

Paralleli

La Terra ha una forma molto vicina alla sfera. In una sfera non ci sono punti particolari come sono i vertici per esempio di un cubo, ma se la sfera si mette a ruotare ecco che due punti della sfera assumono una grande importanza sono i poli dell’asse di rotazione. Sono cioè quei due punti, diametralmente opposti, in cui l’asse di rotazione incontra la superficie della sfera. Se consideriamo i piani perpendicolari all’asse di rotazione che intersecano la sfera, vediamo che ognuno di essi taglia la sfera lungo cerchi il cui diametro è tanto più piccolo quanto più il piano è vicino ad un polo della sfera Questi cerchi vengono detti circoli paralleli o paralleli. Il cerchio più grande è detto cerchio equatoriale ed è quello che si ottiene tagliando la sfera con un piano equidistante dai due poli e quindi passante per il suo centro. I paralleli sono tutti Piccoli circoli con esclusione dell’Equatore che è un Grande circolo.

Meridiani

La Terra ha una forma molto vicina alla sfera. In una sfera non ci sono punti particolari come sono i vertici, per esempio, di un cubo, ma se la sfera si mette a ruotare ecco che due punti della sfera assumono una grande importanza sono i poli dell’asse di rotazione. Sono cioè quei due punti, diametralmente opposti, in cui l’asse di rotazione incontra la superficie della sfera. Se consideriamo i piani che passano per l’asse di rotazione, vediamo che ognuno di essi taglia la sfera in spicchi. Si sbucci un’arancia per rendersene conto. Un qualsiasi cerchio ottenuto tagliando la sfera con un piano passante per l’asse di rotazione prende il nome di circolo meridiano o meridiano. Diversamente dai paralleli, i circoli meridiani sono tutti Grandi circoli ed uguali al Circolo equatoriale. Sulla Terra questo non è esattemente vero in quanto il nostro pianeta è leggermente schiacciato ed il diametro equatoriale è più lungo di circa 70 chilometri di quello polare.

Le coordinate geografiche

Avvolgiamo la Terra in un reticolato di circoli Paralleli all’Equatore e di circoli Meridiani, convergenti nei Poli. Possiamo infittire il reticolato a piacere, perciò ogni punto si trova all’intersezione di un parallelo con un meridiano e ad esso corrisponde una coppia di numeri: le sue coordinate geografiche, la latitudine e la longitudine.

Latitudine

Si definisce latitudine di un luogo della Terra, l’angolo compreso tra il raggio terrestre che passa per quel luogo e il piano dell’Equatore. Tutti i luoghi che hanno la stessa latitudine stanno sullo stesso parallelo.

Longitudine

Si definisce longitudine di un luogo l’angolo diedro compreso tra il piano del meridiano di riferimento ed il piano del meridiano del luogo. Storicamente sono stati assunti quali meridiani di riferimento i meridiani passanti per vari luoghi. Da circa 200 anni il meridiano di riferimento per tutti gli abitanti della Terra è quello passante per l’Osservatorio di Greenwich in Inghilterra. Tutti i luoghi che si trovano sullo stesso meridiano hanno la stessa longitudine.