Le attività

Il progetto prevede un articolato programma di iniziative (residenziali e distribuite sul territorio) volte a consentire l’osservazione diretta del cielo e l’’approfondimento delle tematiche connesse per particolari categorie di soggetti normalmente esclusi da questa possibilità a causa di disabilità fisiche che rendono, a seconda dei casi, non raggiungibili gli Osservatori e/o i Planetari e allo stesso tempo tecnicamente complessa la possibilità di osservare direttamente attraverso i telescopi.

Il progetto, iniziato a fine Luglio 2016 e che avrà la durata di un anno, prevede varie attività, tra le quali:

  • lo sviluppo e la sistematizzazione di un studio che individui le migliori metodologie per la rimozione delle barriere alla fruizione dell’osservazione del cielo nei confronti di persone con disabilità
  • la formazione di operatori nel settore della divulgazione scientifica, consentendo così la migliore realizzazione delle successive attività sul territorio.
  • la realizzazione di corsi residenziali di astronomia per ciechi e ipovedenti, iniziativa del tutto unica nel panorama nazionale e dal forte valore sociale, basata sulla esperienza in questo campo ormai pluriennale della Associazione Pontina di Astronomia
  • la pianificazione, promozione e realizzazione di un programma nazionale di “Star Party della Solidarietà” rivolti espressamente alle persone affette da disabilità motoria, privilegiando le principali piazze cittadine, con il coinvolgimento delle associazioni locali che si occupano di assistenza ai disabili
  • l’organizzazione di un ’evento nazionale ““Il Cielo, a portata di mano”” con eventi serali pubblici presso Osservatori astronomici amatoriali distribuiti sul territorio.