Domenica, 30 Luglio 2017 20:26

Scoperta all'Osservatorio di Montarrenti la Supernova peculiare SN2017fof

Scritto da  Simone Leonini
Vota questo articolo
(0 Voti)

Scoperta una supernova peculiare all’Osservatorio Astronomico di Montarrenti (Siena) da Simone Leonini, Massimo Conti, Luz Marina Tinjaca Ramirez e Paolo Rosi, nell’ambito del Montarrenti Observatory Supernovae Search Hight Cadence Project.

La nuova strategia di ricerca, atta a sorvegliare galassie candidate con una cadenza di 2-3 giorni, è stata sviluppata allo scopo di massimizzare le scoperte e rendere disponibili alla comunità astronomica internazionale nuovi transienti individuati nelle prime fasi esplosive.

Grazie al telescopio automatico Ritchey-Chretien (D=0.53m; f/8.7) dell’osservatorio gestito dall’Unione Astrofili Senesi, è stato registrato in due distinte epoche (2017-07-16 21:21:23 UT, R = 17.6 Mag. e 2017-07-19 21:58:08 UT, R = 17.1 Mag. – catalogo USNO B1) un nuovo evento esplosivo nella galassia a spirale barrata face-on UGC10602. La galassia, che brilla di Mag. 14.2 nella costellazione che raffigura il grande eroe mitologico Ercole, dista circa 390 milioni di anni luce dalla Terra.

 

SN2017fof

SN2017fof in UGC10602

 

La nuova sorgente luminosa, collocata in uno dei bracci galattici, è stata individuata dal programma di autodetection FiSNe (Find SuperNovae) che confronta le immagini della survey con quelle di riferimento segnalando all’operatore i possibili candidati per una successiva analisi.

L’esito positivo delle verifiche, ha consentito l’emissione del rapporto di scoperta (TNS Astronomical Transient Report N. 12676) tramite il sistema elettronico adottato dall’International Astronomical Union.

A solo 24 ore dall’annuncio, il team di astronomi del Padova-Asiago Supernova Group, con l’ausilio del telescopio di 1.82m di Cima Ekar equipaggiato di spettrografo AFOSC, hanno caratterizzato l’evento come supernova di tipo Ia della singolare sottoclasse SN1991bg, individuata pochi giorni prima del suo massimo di luminosità.

La velocità di espansione del materiale espulso dalla stella è stata dedotta in circa 11.600 Km./sec. (The Astronomers Telegram n. 10589; TNS Classification Report n. 1088).

La sottoclasse 1991bg identifica una rara tipologia di supernova sub-luminosa individuata solo nel 10% della popolazione di un evento esplosivo prodotto da una nana bianca la cui massa ed energia esplosiva è inusualmente inferiore rispetto alle classiche supernovae di tipo Ia.

L’astro è stato ufficialmente designato SN2017fof ed attribuita la paternità della scoperta agli astrofili senesi, collaboratori dell’Italian Supernovae Search Project.

Simone Leonini

Letto 185 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti
TOP