Mercoledì, 19 Aprile 2017 20:37

Conferenza stampa alla Camera dei Deputati per il tour "Ti porto la Luna"

Scritto da  Sez Astronautica UAI
Vota questo articolo
(7 Voti)

lunaUn frammento del suolo lunare, raccolto dalla Missione Apollo 15, ha varcato la soglia della Camera dei Deputati.

Una conferenza stampa organizzata e fortemente voluta dall’On. Maria Chiara Gadda ha dato il via ufficiale alla terza edizione del tour “Ti porto la Luna” organizzato da Luigi Pizzimenti presidente dell’Associazione per la Divulgazione Astronomica e Astronautica (ADAA) che ha la sua sede operativa presso il museo di Volandia nel comprensorio dell’aeroporto milanese di Malpensa.

L’evento consiste nel portare in giro per l’Italia un frammento del suolo lunare che viene messo a disposizione dal Governo degli Stati Uniti D’America solo a persone accreditate presso la National Aeronautics and Space Administration (NASA), quale appunto Luigi Pizzimenti.

Il campione di roccia fu raccolto dall’astronauta James Benson Irwin (1930-1991) nella zona della Rima Hadley in prossimità degli Appennini lunari, ed ha una datazione di circa 3,3 miliardi di anni, ai primordi della formazione del Sistema Solare.

Protetta nella sua piramide di lucite è stata esposta nella sala stampa della Camera dei Deputati.

Oltre al Comitato Direttivo di ADAA, composto dal già menzionato presidente Luigi Pizzimenti, il vice presidente Ing. Dario Kubler e il segretario Prof. Alessandro Barazzetti, hanno partecipato alla conferenza stampa, moderata dal giornalista aerospaziale Paolo D’Angelo, la Dott.sa Simonetta Cheli capo dell’Ufficio di coordinamento direttorato Osservazione della Terra dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) e il Dott. Andrea Zanini portavoce del Presidente Agenzia Spaziale Italiana (ASI) Prof. Roberto Battiston.

Dopo i saluti di rito competono all’On. Gadda fare gli onori di casa, rimarcando l’importanza della manifestazione che vedrà il campione di roccia lunare essere ospitato in molte zone d’Italia .

“Abbiamo scelto di ospitare a Montecitorio il progetto “Ti porto la Luna” perché è una iniziativa di elevato contenuto culturale che può contribuire a diffondere cultura scientifica. Appello rivolto soprattutto ai giovani. Questo luogo, la casa di tutti gli italiani, vuole rappresentare simbolicamente tutti i luoghi della Penisola che saranno toccati dal progetto di ADAA”

“L’Italia – prosegue l’On. Gadda – vanta una significativa esperienza nel settore aerospaziale e ormai molte aziende italiane sono al top per competenze e capacità. Per questo è per me un onore accogliere i rappresentanti di ESA e ASI a voler sottolineare l’importanza che la politica attribuisce alla ricerca in questo campo”

Prende la parola Luigi Pizzimenti che rafforza quanto detto in precedenza dall’On. Gadda dichiarando che “ i bambini di oggi non sono diversi dai bambini di tanti anni fa. La scienza è magia, l’esperienza di vedere una roccia lunare da pochi centimetri è concessa oggi ad una nuova generazione mi rende fiducioso per il futuro.”

Ma anche conservare una memoria storica è un compito che si è prefissato ADAA – prosegue Luigi Pizzimenti – annunciando un accordo con l’INAF di Bologna per prendersi cura e digitalizzare l’archivio storico.

A svelare i prossimi eventi organizzati da ADAA ci pensa il vice presidente Ing. Dario Kubler che in concomitanza con la roccia lunare dal 29 aprile al 7 maggio sarà ospite in Italia il Moonwalker con la missione Apollo 16, il Gen. Charles Moss Duke. Sono previste tre tappe Milano Malpensa, Peccioli(PI) e Torino.

Mentre ad ottobre, salvo imprevisti dell’ultima ora, è in programma la visita della prima donna astronauta il Gen. Valentina Tereskhova.

Al Prof Alessandro Barazzetti, segretario di ADAA, il compito di anticipare che sono in fase avanzata la costruzione e gli accordi per portare in orbita un cube sat battezzato ALSAT 1.

Prende poi la parola la Dott.sa Simonetta Cheli rimarcando le attività di divulgazione che l’ESA svolge presso il suo centro ESRIN di Frascati (RM) rivolto soprattutto alle scolaresche e con giornate aperte al pubblico. Ha ricordato la partecipazione alla Settimana Europea della Scienza L’obiettivo principale è quello di motivare i giovani a studi scientifici e di garantire la visibilità dei programmi spaziali. “L’ESA – ricorda la Dott.sa Cheli – è un organismo intergovernativo che sviluppa tecnologie ed applicazioni nel settore spaziale. Proprio al centro di Frascati vengono raccolti i dati dei satelliti destinati al monitoraggio ambientale. Numerosi sono i progetti di ricerca ed applicativi che vengono gestiti sui temi relativi ai cambiamenti climatici e l’ambiente.

Il Dr. Andrea Zanini, in continuità con quanto espresso dalla collega dell’ESA, ha espresso l’esigenza di orientare gli studenti verso lo spazio: sono richiesti chimici, fisici, ingegneri, biologi e tanti altri scienziati. Gli studi interdisciplinari sono fondamentali per progettare l’esplorazione dell’ambiente più complicato con il quale l’uomo si possa confrontare.

L’Italia sta svolgendo il suo ruolo da protagonista – prosegue il Dr. Andrea Zanini – in meno di due decenni l’ASI si è affermata come uno dei più importanti attori mondiali della scena aerospaziale, siamo il terzo paese che contribuisce maggiormente all’Agenzia Spaziale Europea.

Camera

Prima delle conclusioni c’è stato modo dar voce anche a due importanti associazioni. La prima la divisione italiana della British Interplanetary Society, rappresentata dall’ Ing. Salvatore Aglieri Rinella, composta per la maggior parte da studenti che ha esposto le numerose attività svolte nel settore della ricerca, della divulgazione e le collaborazioni con ESA ed ASI durante le manifestazioni aperte al pubblico ed è partner nel Festival della Scienza nella valle dei templi organizzata dall’ associazione Notti con le stelle.

La seconda è la UAI, rappresentata da chi scrive, che ha esposto l’attività svolta rimarcando la manifestazione annuale de “La Notte Bianca dell’Apollo 11” giunta alla sua quarta edizione che si terrà la notte tra il 22-23 luglio p.v. È stato ricordato che nella passata edizione fu diffuso un videomessaggio del Presidente dell’ASI Prof. Roberto Battiston che ha generato grande entusiasmo.

Nel question time abbiamo sottoposto ai due rappresentanti delle agenzie spaziali una domanda in merito a quale sarà il futuro delle agenzie alla luce dell’ingresso dei privati nel settore.

Le risposte sono state univoche: sostanzialmente alle agenzie governative resterà l’aspetto squisitamente scientifico dell’attività aerospaziale. Non si chiudono le porte alle collaborazioni, l’apporto dei privati sarà sempre più importante, ma si deve sempre tenere presente che è un settore strategico, sottoposto ad una cabina di regia della Presidenza del Consiglio.

Nelle conclusioni Paolo D’Angelo ha chiesto che oltre all’impegno delle agenzie per la divulgazione e delle associazioni ci sia anche un supporto della politica, per superare il gap culturale che porta i libri di astronautica a finire tra l’astrologia e la Botanica.

L’On.le Gadda dal canto suo ringraziando i rappresentanti delle agenzie e delle associazioni coinvolte, ha dichiarato che non mancherà l’attenzione delle istituzioni e ha dato appuntamento nello stesso luogo per metà giugno alla fine del tour per far conoscere quanto è stato fatto e i risultati raggiunti.

 

foto gruppo camera

La versione integrale della conferenza stampa é disponibile sul sito della Camera dei Deputati al seguente link:

http://webtv.camera.it/evento/10978

Per maggiori informazioni sul tour “Ti Porto la Luna” consultare il seguente link:

https://luigipizzimenti.blogspot.it/2017/02/ti-porto-la-luna-2017-tour.html

Vincenzo Gallo

Responsabile Sezione di Ricerca Astronautica Unione Astrofili Italiani

e mail: astronautica@uai.it

facebook: Sezione di Ricerca Astronautica Unione Astrofili Italiani

cell: + 39 347 6965 931

Letto 462 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti
TOP