Martedì, 16 Agosto 2016 20:42

Lo spettro della Nova Sgr 2016

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

La nova Sgr 2016 è stata scoperta pochi giorni fa da:

- Koichi Nishiyama & Fujio Kabashima (CBET 4295);
- All Sky Automated Survey for SuperNovae (ASAS-SN) (K. Z. Stanek et al., ATel #9343)
e si trova alle coordinate: RA=18:01:07.80 DEC=-26:31:43.4 nella costellazione del Sagittario con una luminosità di circa 11a magnitudine V.

Lo spettro della nova è stato osservato da Lorenzo Franco (gruppo SSV-UAI) il 12 agosto 2016 da Roma con un telescopio da 20cm abbinato ad uno spettrografo Alpy600 ed una camera CCD di ripresa SXV-M7.

 

Nova Sgr2016

Al momento dell'osservazione la nova aveva una luminosità stimata di 11.6 mag V che, assieme alla sua bassa declinazione, alla presenza della Luna crescente ed a qualche velo, hanno reso la sessione osservativa piuttosto impegnativa. Sono stati acquisiti 7 spettri da 600 secondi con un tempo di integrazione totale di 70 minuti insieme ai frame di calibrazione ed allo spettro della lampada Argon-Neon necessario per la calibrazione in lambda. Per la correzione del profilo strumentale è stato acquisito lo spettro di una stella di tipo A1V del catalogo Miles collocata nelle vicinanze della nova. La riduzione degli spettri è stata effettuata con il software ISIS di Christian Buil, scaricabile gratuitamente dal suo sito.

La figura mostra lo spettro della nova Sgr 2016 dove si vede un continuo fortemente arrossato ed una intensa e stretta riga di emissione H-alfa con il caratteristico profilo P-Cygni (questi ultimi sono elementi distintivi di una nova classica di tipo Fe-II). La componente di assorbimento del profilo è spostata verso il blu di -38A e questo denota una velocità di espansione del guscio di poco superiore a -1700 km/s (Vr=-38/6563*300000). La figura mostra anche l'immagine della nova ripresa dalla camera di guida poco prima di essere collocata sulla fenditura dello spettrografo.

Lo spettro della nova è stato inserito nel database degli spettri all' ARAS (Astronomical Ring for Access to Spectroscopy). Database utilizzato anche dai professionisti per le loro ricerche.

E' stato pubblicato anche l'ATel #9379: http://www.astronomerstelegram.org/?read=9379

Lorenzo Franco, Balzaretto Observatory (A81), Rome, Italy 
(web: http://digilander.libero.it/A81_Observatory)
(facebook: https://www.facebook.com/a81balzarettobservatory)

Letto 566 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti
TOP