Pasqua Gandolfi

Pasqua Gandolfi

Lunedì, 13 Marzo 2017 23:14

Nuovo Orione n° 299 - Aprile 2017

NO aprile

 

Alcuni articoli pubblicati sul numero del mese di aprile 2017:
Un altro sistema solare
Giove in opposizione
Gli astri più colorati del cielo primaverile
Come si esegue lo star test.

 Stelle d'Abruzzo

Una vacanza con visita all'Osservatorio Astronomico di Campo Imperatore

via-Lattea-Campo-Imperatore-e1484132108975

Turismo e astronomia: un binomio che l’Unione Astrofili Italiani promuove in varie forme ed occasioni.
Gli appassionati affrontano anche impegnativi viaggi intercontinentali per osservare gli eventi astronomici più emozionanti, dalle eclissi totali di Sole alle aurore polari.
Ma non mancano le occasioni per suggestive vacanze sotto le stelle anche sul territorio italiano.

Abbiamo ricevuto e volentieri pubblichiamo una proposta per un soggiorno in Abruzzo con la possibilità di visitare un luogo di innegabile suggestione per ogni astrofilo : l'Osservatorio Astronomico di Campo Imperatore.

L’Hotel Fiordigigli offre l’opportunità di abbinare una vacanza nello scenario del Gran Sasso alla visita all’Osservatorio.
L’apertura al pubblico dell’Osservatorio Astronomico, situato a 2.200 mt di quota, ha riscosso un notevole ed inaspettato successo.
Per accogliere tutte le richieste sono state organizzate visite in più turni, sia diurni che notturni.
La proposta è rivolta sia ai singoli appassionati che alle associazioni di astrofili, che attraverso gruppi organizzati possono prenotare la visita all’Osservatorio ed eventualmente abbinarla ad altre visite ai borghi del Gran Sasso e visite culturali nella città di L'Aquila.


La presentazione dell’Hotel e delle visite all’Osservatorio :

Ad oltre mille metri di quota, a pochi passi dalla base della funivia del Gran Sasso, immerso nel cuore della natura incontaminata dell’Abruzzo interno, tra boschi e praterie, grotte e canyon, scenari da film (moltissimi quelli famosi girati qui) buon cibo e persone speciali, si trova il Fiordigigli, hotel con settanta camere, ristorante familiare di buonissima cucina abruzzese, spa per il relax con saune, docce emozionali e anche massaggi.
E’ facile raggiungere questo angolo di paradiso montano grazie al vicinissimo casello autostradale A24 di Assergi che immette direttamente sulla spettacolare strada panoramica che conduce a Campo Imperatore attraversando panorami difficilmente descrivibili. Si può anche giungere in pochi minuti nei pressi dell’osservatorio astronomico a quota 2200 mt con la funivia che parte a 30 metri dall’hotel.

http://www.fiordigigli.com/

http://www.fiordigigli.com/funivia-ciaspole-e-stelle/

Informazioni e prenotazioni : http://www.fiordigigli.com/prenota/

Campo Imperatore

 

Esterno hotel

 

osservatorio2

 

 

 

Lunedì, 06 Febbraio 2017 20:18

Mostra: Nasa e Esa a Venezia con Hubble

 

cae04be1c434dc2832cd639d9caa5357

VENEZIA, 30 GEN - Su iniziativa della Nasa e di Esa, l'Agenzia Spaziale Europea, si apre a Venezia l'1 febbraio una mostra unica nel suo genere: Our Place in Space, uno strabiliante viaggio nelle profondità del cosmo attraverso le immagini del telescopio Hubble accompagnate dalle opere create 'ad hoc' da dieci dei migliori artisti italiani contemporanei.

Galassia dopo galassia, Arte e Scienza non solo si incontrano, ma lo fanno su un piano diverso dal consueto, nel tentativo di dare risposte alle domande più antiche di sempre: da dove veniamo? quale il nostro posto nell'universo? siamo soli nell'universo?
Curata dalla project scientist di Esa Antonella Nota e da Anna Caterina Bellati, la mostra (inaugurazione ufficiale il 4 febbraio) rimane a Palazzo Cavalli Franchetti, sede dell'Istituto Veneto di Scienze, Lettere e Arti, fino al 17 aprile. Sarà poi a Chiavenna, Monaco di Baviera e negli Usa.

Dal 20 al 24 marzo ospiterà il 4/o Congresso Mondiale di Astrofisica, con astronauti, premi Nobel e astrofisici da tutto il mondo.

ThumbJpegScaricabile in pdf, la bibliografia è accessibile dal 2006 e viene compilata annualmente nel mese dicembre.
Frutto della cooperazione avviata tra l'Osservatorio Astrofisico di Arcetri INAF e Idest, editore di LiBeR, rivista trimestrale di informazione bibliografica e di orientamento nel campo dei libri per ragazzi, e di LiberDatabase, archivio di tutti i libri per ragazzi editi in Italia dal 1987, essa nasce dalla collaborazione tra una biblioteca di un ente pubblico di ricerca scientifica e un editore specializzato, uniti nello sforzo comune di far arrivare le risorse informative ad un'utenza più vasta.

E' uno strumento di reference a disposizione di chi desidera avere a portata di mano la produzione editoriale italiana di astronomia per bambini e ragazzi: una scelta di 57 libri di astronomia suddivisi per 4 fasce di età a disposizione dei giovani lettori.

http://www.beniculturali.inaf.it/easyne2/eventi/libri_di_astronomia_per_bambini_e_ragazzi_2016/

 
Libri di Astronomia per Bambini e Ragazzi, 2016

 Introduzione-Laber-2016.pdf
 Libri-di-astronomia-bambini-ragazzi-2016.pdf -copertina

Sezioni consultabili per fascia di età:

 Laber-tre-cinque-anni-2016.pdf
 Laber-sei-otto-anni-2016.pdf
 Laber-otto-dieci-anni-2016.pdf
 Laber-unidici-quattordici-anni-2016.pdf


BIBLIOGRAFIA REALIZZATA DA:
INAF Osservatorio Astrofisico di Arcetri
Bibliotec
a
Largo E. Fermi, 5
50125 Firenze
Tel.: 055/2752237

locandinaI

Master in "Scienza e Tecnologia Spaziale" dell'Universita' degli Studi di Roma "Tor Vergata" ha il piacere di invitarLa alla lectio magistralis della Prof.ssa Francesca Matteucci (Universita' di Trieste) dal titolo:

"La formazione ed evoluzione degli elementi chimici nell'universo".

La lezione si svolgera' il 15 Febbraio 2017 ore 15:00 presso l'Aula Magna della Macroarea di Scienze, Via della Ricerca Scientifica 1, Roma.

Per partecipare e' necessario prenotarsi entro l'8 Febbraio ore 15:00 sul sito:

http://doodle.com/poll/sxmsay9eh8w6dkdt

L'evento sara' seguito da un rinfresco.

 

---------------------------------------------------------------------------

Sunto: Durante il Big Bang si formarono solo gli elementi leggeri (H, D, He,Li), mentre tutti gli altri elementi, dal carbonio all'uranio e transuranici,sono stati sintetizzati negli interni stellari. Descrivero' come le stellehanno prodotto e restituito al mezzo interstellare tutti gli elementi chimici,e come le loro abbondanze si sono evolute nelle galassie. Mostrero' come capireil significato delle abbondanze chimiche, che misuriamo nelle atmosferestellari e nel gas diffuso, ci aiuti a ricostruire la storia di formazione edevoluzione delle galassie inclusa la nostra Via Lattea.

---------------------------------------------------------------------------

Coordinamento scientifico:

Prof. Francesco Berrilli (Dip. di Fisica)
Prof. Alessandra Celletti (Dip. di Matematica)
Prof. Giuseppe Pucacco (Dip. di Fisica)

Mercoledì, 30 Novembre 2016 14:04

Cielo del mese di Dicembre 2016

Cielo del mese



ll Cielo del Mese UAI e'
 uno strumento utile e sempre aggiornato a disposizione di tutti gli appassionati, sia p
er imparare a muovere i primi passi dell’osservazione astronomica ad occhio nudo o con l'aiuto del binocolo e del telescopio, sia come indispensabile guida all'osservazione dell'astrofilo esperto.

Osserva il cielo e condividi con altri questa emozionante esperienza !

 

 



PER PRIMA COSA IL CIELO SERENO: il meteo e il seeing

SOLE: nel corso del mese le giornate si accorciano di circa 59 minuti per una località alla latitudine media italiana.  

Quest'anno il Solstizio d’inverno cade il 21 dicembre alle ore 10 e 44 minuti TU (ore 11:44 TMEC).


Contrariamente a quanto comunemente ritenuto, non è Santa Lucia (il 13) il giorno più corto dell'anno.

Un articolo che spiega le ragioni di questo proverbio

 

LUNA : Luna Nuova il 29 dicembre 2016 


  • In evidenza: 

IL VIAGGIO NEGLI STATI UNITI PROMOSSO DALL'UNIONE ASTROFILI ITALIANI
PER OSSERVARE L'ECLISSI TOTALE DI SOLE DEL 21 AGOSTO 2017

Cliccare sul link per consultare le proposte di viaggio :

I TOUR DELL'ECLISSI : WYOMING , 21/08/2017


Tabella delle fasi lunari e diagramma di librazione 


Passi sulla Luna: Aristoteles

 
PIANETI

Mercurio: Il pianeta raggiunge la massima elongazione serale il giorno 11.
Venere: il pianeta più luminoso domina incontrastato il cielo della sera
Marte: il pianeta è osservabile a Sud-Ovest nel corso delle prime ore della notte
Giove: il pianeta è l’astro più luminoso dell’ultima parte della notte
Saturno: il pianeta è inosservabile a causa della congiunzione con il Sole che si verifica il 10 dicembre
Urano: il pianeta è reduce dall’opposizione al Sole del mese scorso,  è ancora osservabile per quasi tutta la notte
Nettuno: il pianeta è osservabile per oltre metà della notte
Plutone: Lo si può osservare a Sud-Ovest per alcune ore dopo il tramonto del Sole

 

CONGIUNZIONI

Luna  Venere: al crepuscolo della sera del 3 dicembre
Luna - Marte: la sera del 5 dicembre
Luna - Pleiadi: la notte del 12 dicembre
Luna - Giove: nelle ore che precedono l’alba del 22 dicembre
Luna - Saturno: all’alba del 27 dicembre

CARTE DEL CIELO

COSTELLAZIONI


OSSERVARE LA STAZIONE SPAZIALE :
gli orari dei passaggi dalle varie località italiane


OSSERVARE LA STAZIONE SPAZIALE CINESE TIANGONG 2  NB:  La Tiangong 2  il cui lancio è avvenuto il 15 settembre del 2016, ha sostituito la Tiangong 1 ormai dismessa.


UNA NUOVA PAGINA MOLTO INTERESSANTE
Quante sono le costellazioni zodiacali
12, 13 o ... molte di più ? Scoprilo cliccando qui. 


OSSERVIAMO LE STELLE DOPPIE AL TELESCOPIO
Eta Persei.


OSSERVARE GLI IRIDIUM FLARES
:
tutti gli orari per individuarli


METEORE
 
a cura di Enrico Stomeo


COMETE DEL MESE
 
a cura di Paolo Bacci


ASTEROIDI
 
a cura di Carlo Muccini

PER CONSULTARE LA VERSIONE COMPLETA DEL CIELO DEL MESE DI DICEMBRE 2016

 

Domenica, 30 Ottobre 2016 22:03

Cielo del mese di Novembre 2016

Cielo del mese



ll Cielo del Mese UAI e'
 uno strumento utile e sempre aggiornato a disposizione di tutti gli appassionati, sia p
er imparare a muovere i primi passi dell’osservazione astronomica ad occhio nudo o con l'aiuto del binocolo e del telescopio, sia come indispensabile guida all'osservazione dell'astrofilo esperto.

Osserva il cielo e condividi con altri questa emozionante esperienza !

 

 



PER PRIMA COSA IL CIELO SERENO: il meteo e il seeing

SOLE: nel corso del mese le giornate si accorciano di circa 59 minuti per una località alla latitudine media italiana.    

LUNA : Luna Nuova il 29 novembre 2016 

Il 14 novembre 2016 si verificherà una Superluna. Si veda il seguente approfondimento per saperne di più.

Quando la Luna è piena e al perigeo si verifica un evento comunemente noto come Super-Luna. Ecco le date delle prossime Super-Lune.

 

  • In evidenza: 

IL VIAGGIO NEGLI STATI UNITI PROMOSSO DALL'UNIONE ASTROFILI ITALIANI
PER OSSERVARE L'ECLISSI TOTALE DI SOLE DEL 21 AGOSTO 2017

Cliccare sul link per consultare le proposte di viaggio :

I TOUR DELL'ECLISSI : WYOMING , 21/08/2017


Tabella delle fasi lunari e diagramma di librazione 


Passi sulla Luna: Cassini

 
PIANETI

Mercurio: dopo la congiunzione con il Sole Mercurio ritorna osservabile in orario serale sull’orizzonte occidentale
Venere: il pianeta più luminoso domina con il suo fulgore il cielo occidentale nelle prime ore della sera
Marte: il pianeta rosso è ancora osservabile nel cielo ad occidente, ma limitatamente alle prime ore della sera
Giove: il corpo celeste che illumina il cielo del mattino è Giove
Saturno: nei primi giorni del mese lo si può ancora distinguere sull’orizzonte a Sud – Ovest
Urano: il pianeta è reduce dall’opposizione al Sole del mese scorso,  è ancora osservabile per quasi tutta la notte
Nettuno: il pianeta è osservabile solo nel corso della prima parte della notte
Plutone: nelle prime ore della sera si trova basso sull’orizzonte occidentale

 

CONGIUNZIONI

Luna - Saturno - Venere: 2 novembre
Luna - Marte: 6 novembre
Luna - Pleiadi: 14 novembre
Luna - Giove: 25 novembre
Luna - Saturno - Mercurio: 30 novembre

CARTE DEL CIELO

COSTELLAZIONI


OSSERVARE LA STAZIONE SPAZIALE :
gli orari dei passaggi dalle varie località italiane


OSSERVARE LA STAZIONE SPAZIALE CINESE TIANGONG 1


UNA NUOVA PAGINA MOLTO INTERESSANTE
Quante sono le costellazioni zodiacali
12, 13 o ... molte di più ? Scoprilo cliccando qui. 


OSSERVIAMO LE STELLE DOPPIE AL TELESCOPIO
Lambda Arietis.


OSSERVARE GLI IRIDIUM FLARES
:
tutti gli orari per individuarli


METEORE
 
a cura di Enrico Stomeo


COMETE DEL MESE
 
a cura di Claudio Prà


ASTEROIDI
 
a cura di Carlo Muccini

PER CONSULTARE LA VERSIONE COMPLETA DEL CIELO DEL MESE DI NOVEMBRE 2016

 

 

Lunedì 5 settembre collegatevi con Internet , e potrete collegarvi per un fantastico viaggio in diretta, nello spazio e nel tempo. Andremo a esplorare la Costellazione della Freccia con le immagini eseguite al telescopio remoto UAI – #2 ASTRA (un Newton da 15 cm/5 su montatura Avalon M-uno, http://astronews.uai.it/telescopioremoto.uai.it/index.php ) e agli altri telecopi remoti ASTRA. La serata fa parte del Calendario UAI 2016

Dalle 21:30 alle 22:30, con la voce del Vicepresidente UAI, Giorgio Bianciardi

Iniziando dalla mitologia della costellazione, per poi partire dalle stelle a noi piu’ vicine, a poche decine di anni luce dalla Terra, e quindi proiettarsi attraverso la Galassia a scoprire panorami di stelle giganti, di stelle doppie e di ammassi stellari, per poi giungere alle lontane galassie della costellazione. Le immagini che vedremo, in diretta in caso di bel tempo, altrimenti con immagini di repertorio fatte con i tele remoti ASTRA, saranno commentate in audio, costruendo il viaggio attraverso gli oggetti deep-sky della costellazione.

Il collegamento è, come sempre gratuito. Con il POTENTE PORTALE DIVULGATIVO DI ASTRONOMIAMO di Stefano Capretti: (www.astronomiamo.it). Iscrizione gratuita: http://www.astronomiamo.it/RegistrazioneUtente.aspx

FATE PARTE della comunità di ASTRA: https://www.facebook.com/groups/127716650039/?fref=nf

Freccia

Palomar 10, lontano ammasso globulare nella Freccia. Telescopio remoto UAI..

Ricordiamo come ASTRA ospiti telescopi remoti in tutta Italia. Il collegamento e il download delle immagini è completamente gratuito per tutti gli astrofili che richiedano la password personale. Un piccolo abbonamento (70 euro/6 mesi o 120 euro/anno), abilita l’utente al controllo completo, in piena autonomia e senza limite di orario, in modo condiviso, di tutti i telescopi. Viaggio gratuito per i soci UAI con il teleremoto UAI.

Di gran lunga il sistema più economico del mondo per fotografare in remoto. Forti sconti per il tempo riservato ai soci UAI e per i docenti delle Scuole.

Giorgio Bianciardi

La passione non va in vacanza neanche d’agosto: pur con l’eclittica bassa, gli astrometristi italiani continuano con successo nella loro attività di follow-up di asteroidi appena scoperti dalla grandi survey, anche se di magnitudine molto debole. Fra questi, quasi alla vigilia di Ferragosto, l’osservatorio Pan-STARRS nelle Hawaii ha scoperto un nuovo oggetto, potenzialmente NEO a cui è stata attribuita la sigla “P10wDj6” di magn. 20 circa. Fra i primi a confermare la scoperta gli osservatori italiani di Farra d’Isonzo (cod. 595, osservatori Pettarin e Vivona), GiaGa Obs. (cod. 203, osservatori Galli e Foglia) e San Marcello Pistoiese (cod. 104, osservatori Bacci, Maestripieri e Grazia). Grazie anche alle loro osservazioni, l’oggetto è stato riconosciuto reale e con parametri orbitali tale da farlo classificare nella famiglia dei NEO di tipo Amor, con perielio pari a 1,0596 U.A. e massima vicinanza alla Terra di circa 28 mln di Km. All’oggetto è stata attribuita la sigla 2016 PZ66 dalla circolare MPEC 2016-Q05 del 17 agosto.

L’orbita del nuovo oggetto, riferita al giorno di scoperta (13 agosto) è evidenziata nella immagine che segue, ottenuta dal sito JPL Small-Body Database Browser.

 

Orbita 2016 PZ66

 

Gianni Galli e Sergio Foglia – Sez. di Ricerca Asteroidi della UAI

Martedì, 16 Agosto 2016 20:42

Lo spettro della Nova Sgr 2016

La nova Sgr 2016 è stata scoperta pochi giorni fa da:

- Koichi Nishiyama & Fujio Kabashima (CBET 4295);
- All Sky Automated Survey for SuperNovae (ASAS-SN) (K. Z. Stanek et al., ATel #9343)
e si trova alle coordinate: RA=18:01:07.80 DEC=-26:31:43.4 nella costellazione del Sagittario con una luminosità di circa 11a magnitudine V.

Lo spettro della nova è stato osservato da Lorenzo Franco (gruppo SSV-UAI) il 12 agosto 2016 da Roma con un telescopio da 20cm abbinato ad uno spettrografo Alpy600 ed una camera CCD di ripresa SXV-M7.

 

Nova Sgr2016

Al momento dell'osservazione la nova aveva una luminosità stimata di 11.6 mag V che, assieme alla sua bassa declinazione, alla presenza della Luna crescente ed a qualche velo, hanno reso la sessione osservativa piuttosto impegnativa. Sono stati acquisiti 7 spettri da 600 secondi con un tempo di integrazione totale di 70 minuti insieme ai frame di calibrazione ed allo spettro della lampada Argon-Neon necessario per la calibrazione in lambda. Per la correzione del profilo strumentale è stato acquisito lo spettro di una stella di tipo A1V del catalogo Miles collocata nelle vicinanze della nova. La riduzione degli spettri è stata effettuata con il software ISIS di Christian Buil, scaricabile gratuitamente dal suo sito.

La figura mostra lo spettro della nova Sgr 2016 dove si vede un continuo fortemente arrossato ed una intensa e stretta riga di emissione H-alfa con il caratteristico profilo P-Cygni (questi ultimi sono elementi distintivi di una nova classica di tipo Fe-II). La componente di assorbimento del profilo è spostata verso il blu di -38A e questo denota una velocità di espansione del guscio di poco superiore a -1700 km/s (Vr=-38/6563*300000). La figura mostra anche l'immagine della nova ripresa dalla camera di guida poco prima di essere collocata sulla fenditura dello spettrografo.

Lo spettro della nova è stato inserito nel database degli spettri all' ARAS (Astronomical Ring for Access to Spectroscopy). Database utilizzato anche dai professionisti per le loro ricerche.

E' stato pubblicato anche l'ATel #9379: http://www.astronomerstelegram.org/?read=9379

Lorenzo Franco, Balzaretto Observatory (A81), Rome, Italy 
(web: http://digilander.libero.it/A81_Observatory)
(facebook: https://www.facebook.com/a81balzarettobservatory)

Pagina 1 di 26
TOP