Pasqua Gandolfi

Pasqua Gandolfi

Mercoledì, 30 Novembre 2016 14:04

Cielo del mese di Dicembre 2016

Cielo del mese



ll Cielo del Mese UAI e'
 uno strumento utile e sempre aggiornato a disposizione di tutti gli appassionati, sia p
er imparare a muovere i primi passi dell’osservazione astronomica ad occhio nudo o con l'aiuto del binocolo e del telescopio, sia come indispensabile guida all'osservazione dell'astrofilo esperto.

Osserva il cielo e condividi con altri questa emozionante esperienza !

 

 



PER PRIMA COSA IL CIELO SERENO: il meteo e il seeing

SOLE: nel corso del mese le giornate si accorciano di circa 59 minuti per una località alla latitudine media italiana.  

Quest'anno il Solstizio d’inverno cade il 21 dicembre alle ore 10 e 44 minuti TU (ore 11:44 TMEC).


Contrariamente a quanto comunemente ritenuto, non è Santa Lucia (il 13) il giorno più corto dell'anno.

Un articolo che spiega le ragioni di questo proverbio

 

LUNA : Luna Nuova il 29 dicembre 2016 


  • In evidenza: 

IL VIAGGIO NEGLI STATI UNITI PROMOSSO DALL'UNIONE ASTROFILI ITALIANI
PER OSSERVARE L'ECLISSI TOTALE DI SOLE DEL 21 AGOSTO 2017

Cliccare sul link per consultare le proposte di viaggio :

I TOUR DELL'ECLISSI : WYOMING , 21/08/2017


Tabella delle fasi lunari e diagramma di librazione 


Passi sulla Luna: Aristoteles

 
PIANETI

Mercurio: Il pianeta raggiunge la massima elongazione serale il giorno 11.
Venere: il pianeta più luminoso domina incontrastato il cielo della sera
Marte: il pianeta è osservabile a Sud-Ovest nel corso delle prime ore della notte
Giove: il pianeta è l’astro più luminoso dell’ultima parte della notte
Saturno: il pianeta è inosservabile a causa della congiunzione con il Sole che si verifica il 10 dicembre
Urano: il pianeta è reduce dall’opposizione al Sole del mese scorso,  è ancora osservabile per quasi tutta la notte
Nettuno: il pianeta è osservabile per oltre metà della notte
Plutone: Lo si può osservare a Sud-Ovest per alcune ore dopo il tramonto del Sole

 

CONGIUNZIONI

Luna  Venere: al crepuscolo della sera del 3 dicembre
Luna - Marte: la sera del 5 dicembre
Luna - Pleiadi: la notte del 12 dicembre
Luna - Giove: nelle ore che precedono l’alba del 22 dicembre
Luna - Saturno: all’alba del 27 dicembre

CARTE DEL CIELO

COSTELLAZIONI


OSSERVARE LA STAZIONE SPAZIALE :
gli orari dei passaggi dalle varie località italiane


OSSERVARE LA STAZIONE SPAZIALE CINESE TIANGONG 2  NB:  La Tiangong 2  il cui lancio è avvenuto il 15 settembre del 2016, ha sostituito la Tiangong 1 ormai dismessa.


UNA NUOVA PAGINA MOLTO INTERESSANTE
Quante sono le costellazioni zodiacali
12, 13 o ... molte di più ? Scoprilo cliccando qui. 


OSSERVIAMO LE STELLE DOPPIE AL TELESCOPIO
Eta Persei.


OSSERVARE GLI IRIDIUM FLARES
:
tutti gli orari per individuarli


METEORE
 
a cura di Enrico Stomeo


COMETE DEL MESE
 
a cura di Paolo Bacci


ASTEROIDI
 
a cura di Carlo Muccini

PER CONSULTARE LA VERSIONE COMPLETA DEL CIELO DEL MESE DI DICEMBRE 2016

 

Domenica, 30 Ottobre 2016 22:03

Cielo del mese di Novembre 2016

Cielo del mese



ll Cielo del Mese UAI e'
 uno strumento utile e sempre aggiornato a disposizione di tutti gli appassionati, sia p
er imparare a muovere i primi passi dell’osservazione astronomica ad occhio nudo o con l'aiuto del binocolo e del telescopio, sia come indispensabile guida all'osservazione dell'astrofilo esperto.

Osserva il cielo e condividi con altri questa emozionante esperienza !

 

 



PER PRIMA COSA IL CIELO SERENO: il meteo e il seeing

SOLE: nel corso del mese le giornate si accorciano di circa 59 minuti per una località alla latitudine media italiana.    

LUNA : Luna Nuova il 29 novembre 2016 

Il 14 novembre 2016 si verificherà una Superluna. Si veda il seguente approfondimento per saperne di più.

Quando la Luna è piena e al perigeo si verifica un evento comunemente noto come Super-Luna. Ecco le date delle prossime Super-Lune.

 

  • In evidenza: 

IL VIAGGIO NEGLI STATI UNITI PROMOSSO DALL'UNIONE ASTROFILI ITALIANI
PER OSSERVARE L'ECLISSI TOTALE DI SOLE DEL 21 AGOSTO 2017

Cliccare sul link per consultare le proposte di viaggio :

I TOUR DELL'ECLISSI : WYOMING , 21/08/2017


Tabella delle fasi lunari e diagramma di librazione 


Passi sulla Luna: Cassini

 
PIANETI

Mercurio: dopo la congiunzione con il Sole Mercurio ritorna osservabile in orario serale sull’orizzonte occidentale
Venere: il pianeta più luminoso domina con il suo fulgore il cielo occidentale nelle prime ore della sera
Marte: il pianeta rosso è ancora osservabile nel cielo ad occidente, ma limitatamente alle prime ore della sera
Giove: il corpo celeste che illumina il cielo del mattino è Giove
Saturno: nei primi giorni del mese lo si può ancora distinguere sull’orizzonte a Sud – Ovest
Urano: il pianeta è reduce dall’opposizione al Sole del mese scorso,  è ancora osservabile per quasi tutta la notte
Nettuno: il pianeta è osservabile solo nel corso della prima parte della notte
Plutone: nelle prime ore della sera si trova basso sull’orizzonte occidentale

 

CONGIUNZIONI

Luna - Saturno - Venere: 2 novembre
Luna - Marte: 6 novembre
Luna - Pleiadi: 14 novembre
Luna - Giove: 25 novembre
Luna - Saturno - Mercurio: 30 novembre

CARTE DEL CIELO

COSTELLAZIONI


OSSERVARE LA STAZIONE SPAZIALE :
gli orari dei passaggi dalle varie località italiane


OSSERVARE LA STAZIONE SPAZIALE CINESE TIANGONG 1


UNA NUOVA PAGINA MOLTO INTERESSANTE
Quante sono le costellazioni zodiacali
12, 13 o ... molte di più ? Scoprilo cliccando qui. 


OSSERVIAMO LE STELLE DOPPIE AL TELESCOPIO
Lambda Arietis.


OSSERVARE GLI IRIDIUM FLARES
:
tutti gli orari per individuarli


METEORE
 
a cura di Enrico Stomeo


COMETE DEL MESE
 
a cura di Claudio Prà


ASTEROIDI
 
a cura di Carlo Muccini

PER CONSULTARE LA VERSIONE COMPLETA DEL CIELO DEL MESE DI NOVEMBRE 2016

 

 

Lunedì 5 settembre collegatevi con Internet , e potrete collegarvi per un fantastico viaggio in diretta, nello spazio e nel tempo. Andremo a esplorare la Costellazione della Freccia con le immagini eseguite al telescopio remoto UAI – #2 ASTRA (un Newton da 15 cm/5 su montatura Avalon M-uno, http://astronews.uai.it/telescopioremoto.uai.it/index.php ) e agli altri telecopi remoti ASTRA. La serata fa parte del Calendario UAI 2016

Dalle 21:30 alle 22:30, con la voce del Vicepresidente UAI, Giorgio Bianciardi

Iniziando dalla mitologia della costellazione, per poi partire dalle stelle a noi piu’ vicine, a poche decine di anni luce dalla Terra, e quindi proiettarsi attraverso la Galassia a scoprire panorami di stelle giganti, di stelle doppie e di ammassi stellari, per poi giungere alle lontane galassie della costellazione. Le immagini che vedremo, in diretta in caso di bel tempo, altrimenti con immagini di repertorio fatte con i tele remoti ASTRA, saranno commentate in audio, costruendo il viaggio attraverso gli oggetti deep-sky della costellazione.

Il collegamento è, come sempre gratuito. Con il POTENTE PORTALE DIVULGATIVO DI ASTRONOMIAMO di Stefano Capretti: (www.astronomiamo.it). Iscrizione gratuita: http://www.astronomiamo.it/RegistrazioneUtente.aspx

FATE PARTE della comunità di ASTRA: https://www.facebook.com/groups/127716650039/?fref=nf

Freccia

Palomar 10, lontano ammasso globulare nella Freccia. Telescopio remoto UAI..

Ricordiamo come ASTRA ospiti telescopi remoti in tutta Italia. Il collegamento e il download delle immagini è completamente gratuito per tutti gli astrofili che richiedano la password personale. Un piccolo abbonamento (70 euro/6 mesi o 120 euro/anno), abilita l’utente al controllo completo, in piena autonomia e senza limite di orario, in modo condiviso, di tutti i telescopi. Viaggio gratuito per i soci UAI con il teleremoto UAI.

Di gran lunga il sistema più economico del mondo per fotografare in remoto. Forti sconti per il tempo riservato ai soci UAI e per i docenti delle Scuole.

Giorgio Bianciardi

La passione non va in vacanza neanche d’agosto: pur con l’eclittica bassa, gli astrometristi italiani continuano con successo nella loro attività di follow-up di asteroidi appena scoperti dalla grandi survey, anche se di magnitudine molto debole. Fra questi, quasi alla vigilia di Ferragosto, l’osservatorio Pan-STARRS nelle Hawaii ha scoperto un nuovo oggetto, potenzialmente NEO a cui è stata attribuita la sigla “P10wDj6” di magn. 20 circa. Fra i primi a confermare la scoperta gli osservatori italiani di Farra d’Isonzo (cod. 595, osservatori Pettarin e Vivona), GiaGa Obs. (cod. 203, osservatori Galli e Foglia) e San Marcello Pistoiese (cod. 104, osservatori Bacci, Maestripieri e Grazia). Grazie anche alle loro osservazioni, l’oggetto è stato riconosciuto reale e con parametri orbitali tale da farlo classificare nella famiglia dei NEO di tipo Amor, con perielio pari a 1,0596 U.A. e massima vicinanza alla Terra di circa 28 mln di Km. All’oggetto è stata attribuita la sigla 2016 PZ66 dalla circolare MPEC 2016-Q05 del 17 agosto.

L’orbita del nuovo oggetto, riferita al giorno di scoperta (13 agosto) è evidenziata nella immagine che segue, ottenuta dal sito JPL Small-Body Database Browser.

 

Orbita 2016 PZ66

 

Gianni Galli e Sergio Foglia – Sez. di Ricerca Asteroidi della UAI

Martedì, 16 Agosto 2016 20:42

Lo spettro della Nova Sgr 2016

La nova Sgr 2016 è stata scoperta pochi giorni fa da:

- Koichi Nishiyama & Fujio Kabashima (CBET 4295);
- All Sky Automated Survey for SuperNovae (ASAS-SN) (K. Z. Stanek et al., ATel #9343)
e si trova alle coordinate: RA=18:01:07.80 DEC=-26:31:43.4 nella costellazione del Sagittario con una luminosità di circa 11a magnitudine V.

Lo spettro della nova è stato osservato da Lorenzo Franco (gruppo SSV-UAI) il 12 agosto 2016 da Roma con un telescopio da 20cm abbinato ad uno spettrografo Alpy600 ed una camera CCD di ripresa SXV-M7.

 

Nova Sgr2016

Al momento dell'osservazione la nova aveva una luminosità stimata di 11.6 mag V che, assieme alla sua bassa declinazione, alla presenza della Luna crescente ed a qualche velo, hanno reso la sessione osservativa piuttosto impegnativa. Sono stati acquisiti 7 spettri da 600 secondi con un tempo di integrazione totale di 70 minuti insieme ai frame di calibrazione ed allo spettro della lampada Argon-Neon necessario per la calibrazione in lambda. Per la correzione del profilo strumentale è stato acquisito lo spettro di una stella di tipo A1V del catalogo Miles collocata nelle vicinanze della nova. La riduzione degli spettri è stata effettuata con il software ISIS di Christian Buil, scaricabile gratuitamente dal suo sito.

La figura mostra lo spettro della nova Sgr 2016 dove si vede un continuo fortemente arrossato ed una intensa e stretta riga di emissione H-alfa con il caratteristico profilo P-Cygni (questi ultimi sono elementi distintivi di una nova classica di tipo Fe-II). La componente di assorbimento del profilo è spostata verso il blu di -38A e questo denota una velocità di espansione del guscio di poco superiore a -1700 km/s (Vr=-38/6563*300000). La figura mostra anche l'immagine della nova ripresa dalla camera di guida poco prima di essere collocata sulla fenditura dello spettrografo.

Lo spettro della nova è stato inserito nel database degli spettri all' ARAS (Astronomical Ring for Access to Spectroscopy). Database utilizzato anche dai professionisti per le loro ricerche.

E' stato pubblicato anche l'ATel #9379: http://www.astronomerstelegram.org/?read=9379

Lorenzo Franco, Balzaretto Observatory (A81), Rome, Italy 
(web: http://digilander.libero.it/A81_Observatory)
(facebook: https://www.facebook.com/a81balzarettobservatory)

mostra fotometeore

 

La prima mostra completa di fotometeore e fenomeni ottici atmosferici in esposizione nell’ambito della manifestazione “L’Arte a lunga Conversazione”, è aperta tutti i giorni dalle 17 alle 20 fino al 21 di agosto.

Dal 17 luglio al 21 agosto sono in mostra le foto di Marcella Giulia Pace, fotografa “cacciatrice” di fenomeni ottici atmosferici, che ama cogliere le relazioni tra quel che accade nell’atmosfera alle varie quote, latitudini e orari del giorno e della notte e l’occhio dell’attento osservatore sulla Terra.

Le sue foto visibili  sul suo sito www.greenflash.photo sono spesso pubblicate su riviste specializzate in tutto il mondo oltre che come EPOD o OPOD. Nel 2015 una sua foto, “Moon and Antelao”, è stata selezionata per l’evento “Astronomy Photographer of the Year” organizzato dall’Osservatorio di Greenwich e da qui è nata l’idea di esporre a San Vito di Cadore un’intera produzione che ha riguardato non solo il Cadore nel nord-est d’Italia ma anche foto catturate alle latitudini opposte d’Italia cioè la provincia di Ragusa all’estremo sud-est della Sicilia.

La mostra ha subito suscitato molto interesse dei visitatori fin dai primi giorni della sua apertura: più di 110 immagini distribuite in 5 sale delle quali una dedicata alle foto astronomiche, una alla Luna e le restanti sale dedicate alle fotometeore (archi, aloni, pareli, corone, green flash, miraggi, iridescenze). Le immagini sono tutte corredate da accurate didascalie, molte delle quali di Les Cowley e di Marco Meniero. Oltre alle foto anche una sala con proiezioni di filmati riguardanti alcuni dei fenomeni esposti.

“Lo scopo della mostra”, spiega Marcella Giulia Pace, “è quello di mostrare come il cielo, diurno e notturno, offra l’occasione di lasciarsi incantare da colori e forme che sfuggono all’attenzione quotidiana della gran parte di noi, ma che, solo a fermarsi un attimo e a porre attenzione a quel che succede sulle nostre teste, la Natura ci regala spettacoli grandiosi e pressoché sconosciuti, spettacolari almeno quanto il cielo stellato notturno, apparentemente magici come i doppi arcobaleni, le iridescenze o i miraggi. Già il veder uscire gli ospiti della mostra con lo sguardo verso l’alto a cercare aloni e pareli è stato per me un risultato che mi ha riempito di gioia”.


ALCUNI DEI PANNELLI VISIBILI NELLA MOSTRA 

 

20160718 180640

 

 20160718 180636

Domenica, 17 Luglio 2016 15:11

Anna D'Angelo

Anna DAngelo




La prima tesi di laurea sul Turismo legato ai Parchi astronomici e sulle possibili ricadute economiche del Parco Astronomico delle Madonie. E’ la tesi discussa da Anna D’Angelo che si è laureata in Economia e Commercio presso l’Università degli Studi di Palermo. Relatore il professore Giovanni Ruggeri e correlatore il Sindaco di Isnello dott. Giuseppe Mogavero. 
In assoluto, in Italia, è la prima tesi di laurea che argomenta sulle strutture di ricerca scientifica e rivolte alla divulgazione e alla didattica delle scienze astronomiche, in termini di contesti socio economici territoriali e che, partendo dall’analisi dell’offerta del Parco Astronomico delle Madonie e documentando quanto avviene per realtà raffrontabili in Italia e all’estero, stima i previsionali ritorni in termini di economie. 
Un argomento non facile da trattare, difficilmente raffrontabili i dati delle varie realtà esistenti in Italia e all’estero. I Centri che fanno essenzialmente ricerca muovono un turismo per lo più di tipo congressuale, per i Parchi astronomici dove è prevalente l’attività divulgativa e la didattica bisogna tener conto dei siti ove insistono, della loro vicinanza ai grandi centri abitati e della concorrenzialità con altri attrattori di turismo come è il caso dell’Osservatorio Astronomico di Saint Barthélemy in Valle d’Aosta, esaminato nella tesi di Anna D’Angelo. 
Un lavoro pregevolissimo, riconosciuto dalla commissione di esami che l’ha valutato attribuendogli il massimo dei punteggi, una tesi “pioniera” 

 

 Leggi la tesi su Calameo

 

Alcune immagini dell'Osservatorio del Parco Astronomico delle Madonìe

Isnello modfirm

 

Osservatorio-11

Transito Mercurio 2003 - banner
 
La Commissione Divulgazione segnala il prossimo evento nazionale , inserito nel calendario delle Astroiniziative promosse dalla UAI per il 2016  -  http://divulgazione.uai.it/index.php/Calendario_UAI_2016 .
 
IL TRANSITO DI MERCURIO DEL 9 MAGGIO 
il fenomeno astronomico più atteso del 2016.
 
L’ultima volta che è stato osservabile dall’Italia è stata nell’anno 2003.
 
Indichiamo qui di seguito i links alle pagine web dedicate al transito di Mercurio :
 
- L’invito rivolto alle associazioni con le istruzioni per inserire le proprie iniziative locali sul portale “Reteastrofili” :
 
- La pagina dedicata al fenomeno, con orari, simulazioni, approfondimenti :
 
- La scheda dell’evento UAI su Reteastrofili :
 
Vi preghiamo di dare massima diffusione al comunicato e auspichiamo come di consueto una ampia adesione da parte delle associazioni locali , in particolare delle Delegazioni UAI.
 
Cieli Sereni a tutti
 
Commissione Divulgazione
Unione Astrofili Italiani
 
Solar Eclipse 2016

Wow, a total solar eclipse! See the moon pass directly in front of the sun. It happened from 8:38 to 8:42 p.m. EST Tuesday. As the moon passed precisely between the sun and Earth – a relatively rare occurrence that happens only about once a year because of the fact that the moon and the sun do not orbit in the exact same plane – it blocked the sun’s bright face, revealing the tenuous and comparatively faint solar atmosphere, the corona.The total eclipse was only visible in parts of Southeast Asia Learn more about this event: https://youtu.be/MQjPFwcjh9c #eclipse2016

Pubblicato da NASA - National Aeronautics and Space Administration su Martedì 8 marzo 2016
 

 
 
IMG 69176691516296-2
 
Dal gruppo italiano Osservatorio del Chianti, Osservatorio di Acquaviva delle Fonti, AstroCampania, Stella Errante.
L'anello di diamanti.
Bellissima eclisse nonostante le nuvole. 
La foto è di Sandi Kumiawan, un giovane astronomo indonesiano conosciuto sul posto, e che con il suo gruppo ha condiviso con noi le osservazioni, ci inviato la sua foto dell'anello di diamante, un attimo prima della totalità (e della copertura nuvolosa del sole totalmente eclissato). Quello italiano, il nostro, è stato il gruppo più fotografato (così colorato) e visitato dagli indonesiani. Infinite le foto e i selfies scattati. Una grande festa  condivisa con grande gioia con il popolo indonesiano che ci ha accolti con grande calore.
Foto scattata a Tanahgrogot dove erano radunate migliaia di persone ad osservare l'evento.
 

 
Ferruccio Zanotti da Bangka Pelitung


Zanotti totale

La totalità



grani zanotti

I grani di Baily

Lunedì, 18 Gennaio 2016 21:53

Astroturismo - Viaggi 2016

Viaggi 2016


MADAGASCAR PER L'ECLISSE ANULARE DI SOLE

28 agosto / 5 settembre 2016

  • Programma del viaggio
  • Stella Errante con Astrocampania, Oss. Polif. del Chianti, Ass. Astrofili Segusini, Oss. Astronomico Acquaviva delle Fonti, The Lunar Society

TENERIFE

27 giugno / 4 luglio 2016

in occasione di STARMUS


INDONESIA PER ECLISSE TOTALE DI SOLE

Osservazioni astronomiche del cielo australe

dal 6 al 19 marzo 2016


INDONESIA PER ECLISSE TOTALE DI SOLE

29 febbraio / 11 marzo 2016

  • Programma del viaggio
  • Stella Errante con Astrocampania, Oss. Polif. del Chianti, Ass. Astrofili Segusini, Oss. Astronomico Acquaviva delle Fonti, The Lunar Society

SVEZIA - Abisko - a caccia di aurore polari

dal 7 al 12 Febbraio 2016

Pagina 1 di 26
TOP